La Legge 234/2022, meglio conosciuta al mondo come la Legge di Bilancio 2022, a sorpresa introduce alcune novità che riguardano il bonus TV a partire da quest’anno.

Al momento sono attivi e rifinanziati almeno fino al 2023 due diverse agevolazioni con lo scopo di offrire un contributo pubblico ai cittadini che vogliono cambiare televisore o decoder, in vista dell'imminente switch off. 

Come ormai tutti sanno infatti con il 2023 si completerà il passaggio al nuovo segnale DVB-T2 cioè un digitale terrestre di nuova generazione. Stando al calendario attuale lo switch off è fissato per l’inizio dell’anno prossimo, tale cambiamento è necessario al fine di garantire lo sviluppo del 5G, che utilizza le medesime frequenze UHF ora occupate dalle trasmissioni televisive e che dovranno essere invece lasciate libere per esso.

L’effetto di questa situazione è che le nuove frequenze e la nuova codifica video renderanno parecchi televisori inutilizzabili, poiché non in grado di ricevere questo digitale terrestre di nuova generazione.

Doppio aiuto quindi ai cittadini, prima con un bonus TV mirato e destinato ai redditi più bassi, cioè i nuclei con un ISEE annuo di massimo 20.000 euro, che offre uno sconto fisso di 30 euro per acquistare decoder o televisori compatibili. La novità della manovra finanziaria però è che chi opta per un decoder nuovo con il bonus TV potrà, in alcune condizioni, riceverlo gratis direttamente a casa per posta.

Accanto a quello che viene definito bonus TV e decoder esiste però anche il bonus rottamazione TV, che non ha requisiti di reddito, ma è aperto a tutti i cittadini e consiste in 100 euro di sconto massimo da applicarsi all’acquisto di un televisore, quando si porta in cambio il vecchio a rottamare.

I due incentivi sono cumulabili per i redditi che non eccedono i 20.000 euro, i quali potranno usarli anche per lo stesso acquisto e ottenere uno sconto complessivo fino a 130 euro.

Andiamo perciò a vedere come funzionano bonus TV e bonus rottamazione TV e soprattutto scopriamo come si fa ad ottenere un decoder direttamente a casa.

Cosa cambia per il bonus TV e decoder con la Legge di Bilancio 2022

Fino al 31/12/2022 sarà in vigore il bonus TV e decoder aperto alle famiglie che hanno un reddito ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) di massimo 20.000 euro.

Tale contributo consiste in uno sconto fisso, indipendente dal prezzo finale di vendita del prodotto, di 30 euro; spetta un bonus TV per ciascun nucleo familiare che rispetta le condizioni di reddito.

I 30 euro di sconto sono validi sull’acquisto di  televisori e decoder compatibili, si dovrà solo consegnare un modulo al negoziante (scaricabile qui).

La normativa consente anche l’acquisto di decoder USB con il bonus TV.

Quello che però cambia con la Legge di Bilancio 2022 è la possibilità, nel caso in cui si utilizzi il bonus TV per l’acquisto di un decoder, di ricevere il nuovo apparecchio direttamente gratis, visto che il prezzo medio di un nuovo decoder si aggira proprio sui 30 euro.

Le Poste Italiane chiariscono come richiedere il bonus TV 2022 per avere il decoder direttamente a casa

Per poter fare richiesta e ricevere direttamente il decoder a casa con il bonus TV, oltre al rispetto del requisito di reddito, sarà però anche necessario che il richiedente abbia più di 70 anni. Dunque, per poter ricevere il decoder per posta è anche necessario rispettare la condizione relativa all’età oltre che quella economica.

Per avere il decoder a casa sarà necessario inviare richiesta e il tutto sarà affidato alla gestione delle Poste Italiane.

A quando si apprende una volta identificati i cittadini che hanno diritto a ricevere il decoder direttamente per posta questi avranno una lettera dalle Poste Italiane che li invita a fare richiesta per lo stesso. Le modalità di inoltro della domanda saranno tre, cioè la possibilità di prenotare telefonicamente il decoder, recarsi direttamente negli uffici delle Poste o fare richiesta online su una piattaforma apposita.

La Legge di Bilancio 2022 conferma anche il bonus rottamazione TV

Il bonus rottamazione TV sarà attivo per tutto il 2022 e dei due è l'incentivo aperto a tutti i cittadini, a prescindere dal loro reddito ISEE. Il bonus richiede infatti due requisiti ai cittadini che voglio beneficiarne:

Si faccia attenzione perché a differenza dell’altro contributo il bonus rottamazione TV non prevede una assegnazione per nucleo familiare, ma ne hanno diritto tutti i cittadini che pagano a loro nome il Canone Rai, così come gli over 75 che ne sono esenti.

Per quanto riguarda gli importi, l’agevolazione offre uno sconto pari al 20% del prezzo finale entro il limite di 100 euro a beneficiario, ma è valido solo se si acquista un televisore e non considera i decoder spese ammissibili.

Ricordiamo che i cittadini con un ISEE del nucleo familiare non oltre i 20.000 euro annuo hanno accesso ad entrambi i bonus TV che possono essere usati sia per acquisti diversi, ad esempio comprando un decoder con lo sconto da 30 euro ed un televisore scontato di 100 euro. Oppure, si possono applicare allo stesso acquisto e comprare così un nuovo televisore scontato fino a 130 euro.

Tutte le istruzioni per richiedere e utilizzare il bonus TV e decoder 2022 sono spiegate dettagliatamente anche nel nuovo video YouTube di “Come Faccio A”, riprovato qui sotto:

  

Come funziona la consegna del vecchio apparecchio con il bonus rottamazione TV 2022

Il bonus rottamazione TV è meno selettivo nella scelta dei beneficiari, anche perché ha un obiettivo principale che è quello di fare in modo che quando si sostituisce il televisore il vecchio apparecchio sia smaltito correttamente. 

Il bonus rottamazione TV consiste in uno sconto applicato dal negoziante sul prezzo finale di acquisto e chi lo utilizza ha due opzioni per rottamare il vecchio televisore:

  • consegnarlo direttamente al negoziante dove si acquistare la nuova TV;
  • consegnare il televisore presso le isole ecologiche o le discariche autorizzate, avendo cura di farsi rilasciare una ricevuta che dovrà essere presentata al rivenditore all’atto dell’acquisto.

Per essere valido il bonus, il televisore da rottamare deve essere dei modelli non compatibili, antecedenti il 22 dicembre 2018. Chi non conosce la data di acquisto e vuole accertarsi che il modello sia rottamabile può consultare l’elenco del MISE dei prodotti compatibili e vedere se è presente o meno.

A differenza dell’altro incentivo la Legge di Bilancio 2022 non ha previsto per il bonus rottamazione TV la possibilità che esso possa essere usato con ritiro o consegna a domicilio dei vecchi e nuovi apparecchi.

Amazon, Mediaworld e Unieuro, dove usare il bonus TV 2022?

Per quanto riguarda la possibilità di usare i bonus TV online, Amazon lo store più ambito ha deciso di non aderire all’iniziativa e perciò non è possibile acquistare con i prodotti a prezzo scontato sulla piattaforma.

Per quanto riguarda le altre catene sia Mediaworld che Unieuro, che hanno anche negozi fisici hanno invece aderito all’iniziativa e permettono di usare i bonus TV nei loro punti vendita, spesso con la possibilità di riservare online il prodotto che si vuole acquistare.

Per quanto riguarda i nuovi prodotti questi per legge devono essere compatibili, poiché ormai la vendita e la produzione di apparecchi non compatibili è vietata da tempo. In ogni caso un bollino apposto su TV e decoder certifica la compatibilità con il DVB-T2.