Il grande cambiamento nel mondo della televisione è in corso. Dal 2023 cambia la modalità della trasmissione televisiva nel nostro paese. Occorre arrivare preparati con mezzi televisivi adeguati per ricevere il nuovo segnale digitale terrestre.

Per aiutare le persone, i governi che si sono succeduti in questi anni  hanno attivato due Bonus: il Bonus Rottamazione Tv e il Bonus Tv. La Legge di Bilancio approvata il 30 dicembre 2021 ha rifinanziato le misure. Ed ora c'è una nuova possibilità. Quella di ricevere il decoder direttamente a casa gratis. Vediamo per chi.

Bonus Rottamazione Tv: il rifinanziamento della misura nella Legge di Bilancio 2022

Bonus Rottamazione Tv: la misura volta a a dare un contributo agli italiani al momento di effettuare l'acquisto di una nuova televisione è stata rifinanziata nella Legge di Bilancio per il 2022. La Legge 234 del 30 dicembre 2021 contiene anche una parte dedicata al Bonus Rottamazione Tv con un nuovo finanziamento per 68 milioni di euro.

Fino al 31 dicembre 2022 saranno infatti in vigore due diversi Bonus: il primo un Bonus Tv e Decoder che era stato avviato dal Governo Conte e che prevede un contributo massimo di 30 euro per l'acquisto di una tv o di un decoder compatibile con la nuova trasmissione televisiva definita  DVB-T2 - HEVC MAIN 10. Questo Bonus ha una limitazione legata all'ISEE e la quota massima per accedervi è di 20.000 euro.

C'è poi il Bonus Rottamazione Tv.

Misura che è stata attivata dal Governo Draghi e consente ai cittadini di ricevere un contributo pari a 100 euro come cifra massima sempre per l'acquisto di una tv. In estrema sintesi e poi entreremo nel dettaglio questo bonus non ha una limitazione ISEE ed è accessibile a tutti.

Ma unica limitazione che viene posta è quella contestualmente all'acquisto di una nuova televisione occorre rottamare una televisione di vecchia generazione.

I due Bonus sono cumulabili tra di loro: chi ha quindi il diritto a usufruire di entrambe le agevolazioni può avere un totale di 130 euro di contributo e di sconto al momento di acquistare una nuova televisione. 

Bonus Rottamazione Tv: ecco come accedere al Bonus TV da 100 euro

Per non ingenerare confusione parliamo nel dettaglio di ognuna delle misure previste. Iniziamo in questo paragrafo dal Bonus Rottamazione tv. Per capirci quello che dà un contributo massimo da 100 euro.

Questo Bonus è attivo fino al 31 dicembre 2022. Dall'anno prossimo - con uno scadenziario che può sempre cambiare in ogni momento ma il discorso andrà in quella direzione - arriverà in Italia in maniera esclusiva la trasmissione con il nuovo segnale digitale terrestre.

Dai primi mesi del 2023 quindi  tutte le televisioni prodotte e acquistate prima del dicembre 2018 non funzioneranno più.

Non riusciranno più a captare il segnale del digitale terrestre di ultima generazione. Per questo occorre effettuare prima di quella data il cambiamento della propria televisione o se si è affezionati al proprio apparecchio comunque collegarlo ad un decoder di ultima generazione che possa ricevere il nuovo segnale televisivo.

Quindi per aiutare tante famiglie di italiani che si trovano a dovere fronteggiare anche questa spesa imprevista per di più in un periodo economico e storico non dei migliori, il Governo guidato da Mario Draghi ha deciso di avviare una procedura di aiuto agli italiani che devono fronteggiare una spesa extra per acquistare una nuova televisione.

Quindi per tutto quest'anno è in vigore un aiuto che prevede la possibilità di avere un incentivo pari ad uno sconto massimo del 20% sull'acquisto di una televisione nuova con la condizione che comunque la cifra massima del contributo è fissata in 100 euro e oltre questa cifra non si può andare. 

Bonus TV 100 euro: ecco i requisiti per averlo

Questo Bonus Rottamazione Tv non ha particolari requisiti da rispettare: per accedervi in una famiglia occorre effettuare l'acquisto di una nuova televisione e contestualmente rendere indietro la propria vecchia televisione di casa, un prodotto acquistato prima del 22 dicembre 2018.

Da quella data tutte le tv prodotte sono in grado di ricevere i segnali del nuovo digitale terrestre.

Non ci sono limitazioni ISEE, abbiamo detto. Uniche condizioni da rispettare sono quelle legate alla rottamazione di una vecchia televisione e al fatto di essere residenti in Italia, di essere maggiorenni e di essere in regola con il pagamento del Canone della Rai.

Se si soddisfano queste richieste si può accedere senza problemi al Bonus TV.

Ovviamente la misura rientra anche per le persone che hanno una regolare esenzione dal pagamento del canone della televisione di Stato. 

Bonus Tv 100 euro: quali sono le procedure per avere lo sconto

Non ci sono detrazioni. Non ci sono altri sistemi se non lo sconto diretto direttamente al negozio o  al centro commerciale. Per il Bonus Rottamazione Tv il Governo Draghi ha scelto la strada più semplice e più diretta. Non un bonifico a risarcimento dopo la spesa. Direttamente nel negozio al momento dell'acquisto si ha la decurtazione del prezzo. 

La rottamazione della vecchia televisione può essere fatta in due maniere in modo assolutamente equivalente per il cittadino al fine di usufruire del Bonus. La televisione vecchia può essere portata al negozio e sarà il negoziante ad occuparsi del suo corretto smaltimento.

Ma la televisione può anche essere portata in data antecedente all'acquisto di una televisione nuova in un'area ecologica attrezzata. Nella discarica sostanzialmente si consegna il vecchio apparecchio televisivo.

I responsabili danno un certificato di avvenuta consegna della televisione, certificato che poi andrà presentato al negozio o al centro commerciale nel momento nel quale si effettua l'acquisto della nuova televisione. 

Bonus TV o decoder: 30 euro di sconto ma con limitazione ISEE

Passiamo ora ad occuparci della seconda misura. Il Bonus Tv concede la possibilità di effettuare l'acquisto di una televisione o di un decoder con uno sconto di 30 euro. Questa misura è accessibile solo per i nuclei familiari che hanno un ISEE annuo che non supera i 20.000 euro.

Questo Bonus non presuppone la rottamazione contestuale di un mezzo televisivo. Se si sceglie sostanzialmente un decoder visto che il costo di molti modelli è esattamente intorno a quella cifra lo si può avere anche in maniera gratuita.

Si presenta in questo caso un modulo autocertificato che si dà al responsabile del negozio che pratica lo sconto da 30 euro. 

Come detto in precedenza le due misure non sono incompatibili tra di loro: chi ha i requisiti per soddisfare questa misura può incassare un contributo totale di 130 euro. 

Bonus TV, la grande novità è l'arrivo del decoder a casa. Ecco per chi

C'è poi una novità. Il decoder è gratis e arriva anche a casa. Ovviamente non è una possibilità che viene data a tutti altrimenti la misura sarebbe di difficile applicazione. 

Nella Legge di Bilancio per il 2022 è stabilito che, grazie ad un accordo con Poste Italiane, il decoder arriva direttamente a casa e gratis alle persone che hanno più di 70 anni.

E queste persone devono anche avere una pensione che non va oltre i 20.000 euro annui.

Se si hanno queste due caratteristiche, come prevede la Legge di Bilancio per il 2022, si ha il diritto di potere ricevere direttamente il decoder a casa propria. 

Per questa misura decisa dalla Legge di Bilancio occorre ancora pazientare un po' per le modalità applicative visto che è in corso di preparazione e invio una lettera dal parte del Ministero dello Sviluppo Economico a tutti gli aventi diritto.