In rampa di lancio il progetto per la trasformazione digitale della Pubblica Amministrazione. E' stata infatti elaborata la Strategia Cloud Italia contenente gli indirizzi per realizzare lo spostamento verso il cloud dei servizi della pubblica amministrazione. Per questo occorre, tra l'altro, la realizzazione di una infrastruttura affidabile. TIM e Leonardo sembrano ben posizionate per aggiudicarsi la gara.

Strategia Cloud Italia ai blocchi di partenza

Vittorio Colao, Ministro per l'innovazione tecnologica e la transizione digitale, ha presentato ieri la Strategia Cloud Italia. Il documento contiene gli indirizzi strategici per realizzare uno dei capisaldi del progetto di digitalizzazione della pubblica amministrazione, parte della "Missione 2" del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza presentato dal governo italiano ad aprile e definitivamente approvato dal Consiglio Europeo il 13 luglio.

Cloud Italia: i tre passaggio della strategia

I passaggi previsti nella strategia Strategia Cloud Italia prevedono: un lavoro di classificazione dei dati e servizi della pubblica amministrazione, operazione propedeutica alla migrazione sul cloud; un processo di scrutinio e qualificazione dei servizi cloud utilizzabili dalla pubblica amministrazione; la realizzazione di un'infrastruttura tecnologica (il Polo Strategico Nazionale, PSN) per l'erogazione dei servizi cloud. La gestione e il controllo di quest'ultima dovranno essere "autonomi da soggetti extra UE".

L'articolazione dell'infrastruttura cloud

Il PSN è l'elemento centrale della strategia dato che dovrà garantire le "più alte garanzie di affidabilità, resilienza e indipendenza". Si prevede che venga articolato in almeno 4 data center distribuiti in due regioni (per ridurre il rischio di disastri naturali). La realizzazione del PSN prevede una gara pubblica il cui bando sarò pubblicato entro la fine del 2021. L'aggiudicazione della commessa dovrà avvenire al massimo entro fine 2022. Alla fine dell'anno prossimo inizierà quindi il processo di migrazione verso il cloud, processo che si dovrà concludere entro il 2025.

TIM e Leonardo in pole position per la gara PSN

Si tratta di un buona notizia per TIM e Leonardo. Secondo indiscrezioni di stampa infatti il consorzio formato dalle due società e da CDP e Sogei (entrambe controllate dal Ministero dell'Economia e delle Finanze) è il principale candidato per l'aggiudicazione della gara da 2 miliardi di euro per la realizzazione dell'infrastruttura cloud del PSN.

(Simone Ferradini)