Perché aprire un conto Paypal? Negli anni diventa sempre più facile acquistare online: dalla spesa fino ai capi di vestiario, ai siti dell’usato, e ai mobili per la casa. Insomma, rispetto a 10 anni fa è cambiato tutto e se un tempo era più probabile fare un giro in città per acquistare, ad oggi è più comodo rimanere a casa e pagare tutto con carta di credito.

La situazione pandemia ha creato un vero e proprio boom per quanto riguarda il commercio online: nei mesi di lockdown gli e-commerce di articoli sportivi, le librerie, per non parlare di Amazon, si sono ritrovati con sold out continui perché i fornitori non facevano in tempo a portare i nuovi stoccaggi. Una situazione surreale, vissuta per mesi interi, ha fatto sì che cambiasse radicalmente la società nella quale stavamo vivendo. Reclusi a casa e senza possibilità di uscita, le autostrade hanno visto per settimane solamente camion e TIR per il trasporto merci. 

Da qui anche la concezione diversa in merito al pagamento online: se precedentemente l’acquisto online veniva spesso associato all’idea di truffa, ad oggi i siti sono davvero affidabili e acquistare non è più un problema. Il problema è dall’altra faccia della medaglia: è vero, i siti sono affidabili, ma sempre più haker si specializzano in truffe via email o attraverso siti creati ad hoc per rubare dati personali, come ad esempio quelli del proprio conto in banca, riuscendo a svuotarlo in pochi minuti attraverso la carta di credito. 

Paypal è un servizio che nasce proprio per combattere questo genere di problemi perché permette al cliente di pagare in totale sicurezza, con un’assicurazione sui soldi ceduti, senza pagamento di servizio. In sostanza, se si dovesse incappare in truffe online, Paylpal rimborserebbe l’intero importo e annullerebbe in automatico la transazione. 

Per questo e tanti altri motivi Paypal negli ultimi anni è diventato uno dei servizi più richiesti per quanto riguarda l’invio di denaro e in generale transazioni online. Tra il 2021 e l’attuale 2022, l’app ha subito tanti cambiamenti: gli aggiornamenti hanno reso la fruizione molto più intuitiva con l’aggiunta di diversi servizi, vediamo allora cosa è nello specifico un conto Paypal, come aprirlo e soprattutto le ultime novità.

A cosa serve un conto Paypal

Come si può leggere anche direttamente dal sito ufficiale, PayPal è un servizio che consente di pagare, inviare denaro e accettare pagamenti nel modo più rapido, semplice e sicuro possibile.

La sicurezza sta nel fatto che i tuoi dati rimangono solamente alla piattaforma, non vengono inviati al sito ospite, motivo per il quale non si spenderà tempo per inserire tutti i dati finanziari perché rimarranno salvati dal momento dell'iscrizione, al tempo stesso chi riceve il pagamento avrà il passaggio di denaro da Paypal come intermediario: i nostri dati non verranno mai comunicati.

Come riporta il sito paypal.com 250 milioni di persone usano Paypal per fare acquisti su milioni di siti web in tutto il mondo, proprio perché il servizio è gratuito e non c’è l’obbligo di aprire un conto: basta iscrivere la propria carta attraverso un indirizzo email. 

Prima di trattare i dettagli del servizio vi invito a guardare questo video caricato su Youtube dal canale Everyeye.it che in pochi minuti elenca il progetto a lungo termine di Paypal che porterà in quest’ultimo anno degli enormi vantaggi per gli utenti. 

 

Perché aprire un conto Paypal

Ora che è chiaro di cosa si sta parlando nello specifico, è lecito chiedersi perché aprire un conto Paypal, o comunque iscrivere la propria carta al servizio? Quali sono i reali vantaggi che ricevo? E gli svantaggi? 

Per quanto riguarda gli svantaggi non ce ne sono, questo uno dei motivi per cui sempre più persone si approcciano a Paypal; per quanto invece riguarda gli aspetti positivi sono diversi, ma vediamo di sintetizzare inizialmente i principali. 

“Usiamo tecnologie anti-frode di ultima generazione” spiega il sito ufficiale Paypal. Una crittografia dei dati che contribuisce a dare una sicurezza 24 ore su 24: nel caso in cui un acquisto non rispetta la descrizione, viene inviato non conforme, verrà rimborsato.

Anche nel caso in cui invece si voglia fare un reso, si può chiedere il rimborso delle spese di spedizione non offerte da tutti i siti d’acquisto online. Insomma, la maggior parte dei siti internet offre la possibilità di pagamento con Paypal, e il servizio dà al cliente la sicurezza di una tutela.

Come ad esempio specifica finanzafacile.net e come è anche possibile vedere sul sito diretto di Paypal, se si hanno problemi con il venditore si può contattare in automatico l’assistenza che si prenderà briga di valutare il caso e rimborsarti automaticamente la somma spesa in caso di truffa o oggetti non conformi alla descrizione.

Per queste ragioni Paypal si aggiudica il primo posto a livello di sicurezza, superando anche il contrassegno. In quest’ultimo caso, ad esempio, per qualsiasi problematica dovrai contattare solo ed esclusivamente il venditore, in questo modo non sei protetto da eventuali truffe, con Paypal invece la contesa viene aperta direttamente tramite il servizio che si occupa del pagamento: sarà sua responsabilità assicurarsi che il venditore affiliato al servizio abbia rispettato i termini e le condizioni.

Oltre ciò, la piattaforma assicura anche un servizio che permette di inviare denaro istantaneamente ad amici e familiari in tutto il mondo. Non ci sarà bisogno di IBAN e dati, ma solamente dell’inserimento di una email da salvare nei contatti in modo da poter cedere denaro ad un amico in un solo clic. Per far ciò di cosa c’è bisogno?? Vediamo nello specifico come funziona il servizio. 

Come collegare la carta al conto Paypal

Per utilizzare Paypal è necessario collegare una carta prepagata o una carta di credito. Il servizio è disponibile sia online direttamente dal sito che attraverso l’app: questa seconda scelta è la più consigliata proprio perché permette di avere tutti i servizi sempre a portata di mano e il riconoscimento dell’impronta digitale per l’apertura dell’app che rende ancora più sicuro l’utilizzo del servizio.

Nel caso in cui non si avesse l’indirizzo email del destinatario si può sempre utilizzare il suo numero telefonico di cellulare. Ma come si collega la carta di credito al conto Paypal? Vediamo nello specifico. 

Per aprire un conto paypal ci si può registrare come profilo business nel caso si avesse un’attività, oppure come utente privato nel caso si volesse aprire solo per sé. Per collegare una carta si può utilizzare sia il sito web che l’app sul telefono.

In generale basta registrarsi per accedere e a quel punto cliccare su “Collega una carta o un conto corrente”, una volta arrivati a questo punto basterà inserire (per la prima ed ultima volta) i dati della propria carta che successivamente non verranno più mostrati.

Una volta collegata la carta si potrà iniziare con i pagamenti online tramite Paypal (scegliendolo nell’apposito campo tra le possibilità di metodi di pagamento). Come pagare con Paypal? Vediamo nello specifico anche questo punto.

Come pagare con Paypal 

Una volta aperto il conto Paypal sarà possibile pagare attraverso il servizio, senza inserire i propri dati di carta o di conto. Ma come fare? 

Basterà scegliere tra le possibilità offerte di metodi di pagamento, la dicitura “Paga con Paypal”. A questo punto il sito ti indirizzerà all’accesso a Paypal tramite credenziali: basterà inserire l’email e la password.

Una volta confermato l’accesso ci sarà ancora un altro passaggio di sicurezza: bisognerà o aprire l’app accettando il pagamento direttamente da lì, oppure si potrà scegliere l’invio di un sms contenente il codice di verifica da inserire. Nel caso in cui si è possessori dell’app il tutto diventerà istantaneo e basterà la conferma della notifica per inoltrare il pagamento. 

Una volta concluso il pagamento potrebbe arrivare un messaggio diretto dal proprio circuito bancario che avverte dell’avvenuta transazione (ma ciò dipenderà sempre dalla tipologia di contratto bancario). 

Conto o prepagata Paypal?

Non c’è differenza di funzionamento del servizio: sia se si sceglie di collegare l’intero conto o una prepagata il pagamento con Paypal resta invariato. Al momento del primo accesso con registrazione, il sito o l’app chiederà al cliente se vorrà collegare una carta o direttamente un conto.

Nel caso si scegliesse la carta, ovviamente, andranno inseriti solamente i dati di quest’ultima, nel caso del conto bancario, invece, verrà richiesto l’Iban. L’utilità del servizio Paypal è perciò data anche dalla possibilità di fare acquisti online anche se non si è possessori di carte prepagate o di credito. 

In sostanza non c’è una scelta migliore perché i servizi offerti rimarranno invariati, la scelta dipenderà essenzialmente dal tipo di contratto bancario che si ha: nel caso in cui si ha anche una prepagata allora è più comodo inserire i dati di quest’ultima tralasciando il conto, ma in caso contrario inserire l’IBAN non vedrà nessuno svantaggio dal punto di vista di sicurezza.

Le novità 2022 per i conti Paypal

Grandi novità sull’app Paypal per il 2022 e gli anni a seguire. L’obiettivo degli sviluppatori è quello di rendere Paypal non solo un servizio per il pagamento, ma una vera e propria piattaforma a tutto tondo che permette al cliente di avere le più svariate possibilità di gestione del proprio denaro.

A parte il restyling totale dell’app che si è potuto constatare negli ultimi mesi, al cambiamento si sono aggiunte tante nuove funzionalità più intuitive.

In sostanza, l’utente arriverà ad utilizzare l’app non solo per pagare, ma per svolgere tante attività legate al suo conto bancario. Tra le aggiunte, una novità assoluta è il lettore QRcode in alto sulla destra che permette di pagare direttamente dall’app scansionando i codici.

Al tempo stesso questo varrà per i pagamenti: si potrà generare un QRcode per permettere ai clienti di pagare direttamente attraverso lo scanner, sarà possibile accettare pagamenti ma anche mance direttamente di persona, evitando di accettare il contante. In questo modo il denaro verrà automaticamente trasferito dalla piattaforma al proprio conto.

Altra novità aggiunta è il centro messaggi: si potrà messaggiare direttamente dall’app per contestazioni, annullamento pagamenti, pagamenti in sospeso e tanto altro.