Sul mercato di oggi si possono trovare circa undicimila criptovalute e, tra queste, vi sono alcune ottime promesse emergenti pronte a catturare le luci della ribalta.

Ovviamente in un mondo volatile e volubile come quello delle cripto, dare come sicuro il successo di una qualsiasi delle monete sarebbe pura follia e mero gioco d'azzardo.

I vari guru che su internet millantano di conoscere su quale cavallo puntare non sono altro che ciarlatani nei casi migliori mentre, negli altri, dei veri e propri truffatori.

Per questa ragione meglio evitare di buttarsi alla cieca in un mercato fluttuante come questo, con il rischio poi di vedere azzerato il proprio capitale investito. 

Se però quello che si cerca è solamente qualche spunto di riflessione e la famosa pulce nell'orecchio, allora la ricerca su internet assume tutt'altro valore, a patto che la si approfondisca adeguatamente.

Nessuno di quelli che seguiranno da qui in avanti saranno consigli finanziari, ma solo una mera lista di criptovalute emergenti totalmente a discrezione dei dati di mercato e delle idee di chi scrive.

La regina delle criptovalute emergenti, Ethereum.

Ovviamente qui moltissime persone potrebbero dire che Ethereum non è affatto una criptovaluta emergente, bensì una realtà affermata da tempo.

La verità è che, appena un anno fa, la moneta che oggi vale oltre duemila dollari aveva un valore di mercato di appena cento dollari a unità ed era ben lontana dalla possibilità di scavalcare Bitcoin.

A questo va poi aggiunto che, grazie all'hard fork che arriverà a breve, la rete Ethereum subirà un netto miglioramento che porterà anche a un abbassamento delle gas fee, il vero tallone d'Achille che ne ostacola in parte la crescita.

In ultimo è da considerare il fatto che, dopo questo aggiornamento, le transazioni eseguite comporteranno la distruzione di parte della valuta spesa in gestione.

Questo da origine a un sistema semi-deflazionistico che potrebbe portare il valore di Ethereum a vette che ancora non ha toccato in ben poco tempo.

Ovviamente questi sono solo alcuni dei grandi punti di forza di questa criptovaluta, ma da elencare ve ne sarebbero moltissimi.

Anche solo il semplice fatto che sia la blockchain più utilizzata e affermata, dove nascono i progetti più solidi e con praticamente solo punti di forza e quasi nessuna debolezza, basterebbe per giustificare il voler puntare su questo ecosistema per il futuro.

Binance e la sua blockchain

Ethereum però è solo una delle numerosissime opzioni che costellano il panorama cripto e, pur essendo la più importante alternativa a Bitcoin, non significa che sia l'unica.

Tra le blockchain possiamo trovare alcuni nomi che sono spuntati fuori già da un po' o che si stanno facendo strada nell'ultimo periodo, conquistando le luci della ribalta.

Binance è una di esse e, per chi frequenta questo mondo già da un po' non ha davvero bisogno di molte presentazioni. Partendo dal suo Exchange che vanta il più vasto pubblico e ricavo annuo del mondo, passando per il suo ecosistema fatto di De-Fi e piccoli progetti emergenti.

Ogni giorno decine di nuovi ecosistemi nascono sulla chain di Binance, popolandola sempre di più e portando la coin a raggiungere il quarto posto totale per capitalizzazione.

Grazie alle sue gas fee bassissime, la velocità e la semplicità d'uso oltre che la popolarità dell'exchange, hanno contribuito a spingere la capitalizzazione di questa moneta fino al quarto posto di mercato attuale.

Pur essendo un opzione validissima però, ultimamente sembra iniziare a perdere colpi rispetto ad altre concorrenti come le più giovani Solana e Poligon, popolate da progetti che appaiono come più consistenti (in alcuni casi) rispetto a quelli del colosso fondato da Changpeng Zhao. Non per questo però demerita di essere menzionata qui.

Solana e Polygon, due criptovalute emergenti da tenere d'occhio

Solana e Polygon sono differenti nell'essenza, ma possono comunque essere accostate per la loro travolgente crescita che hanno avuto negli ultimi tempi.

Solana è una blockchain alternativa a Ethereum che però punta a superarla sia in velocità che in scalabilità, permettendo un'utilizzazione di massa più facile e a costi minori.

Basta infatti andare ad aprire la pagina principale della piattaforma per accorgesi di quanto sia popoloso il suo ecosistema, sul quale ogni giorno arrivano nuovi e interessanti progetti che promettono grandi crescite sul lungo periodo.

Sebbene Solana sia un'alternativa a Ethereum, non sarebbe giusto considerarla come una rivale in grado di rubare mercato alle attuali concorrenti.

Il mondo blockchain è in una fase abbastanza primordiale, specialmente per quanto riguarda il suo utilizzo massivo, quindi per ora c'è spazio davvero per tutti in questo mercato.

Polygon invece è una diramazione della rete Ethereum, nata per risolverne alcuni problemi migliorando velocità e costi dei servizi offerti.

Si è poi evoluta oltre le sue iniziali ambizioni, portando l'intero sistema sotto le luci della ribalta e facendo arrivare importanti nomi del settore De-Fi a investire in questa rete.

Il suo token è passato dal valere pochi centesimi fino a oltre due dollari nel giro di pochi mesi, subendo poi un forte ribasso insieme a tutto il mercato a causa della caduta di Bitcoin.

Questi due sistemi hanno già dimostrato di avere grandi sostenitori pronti a credere in loro, quindi si meritano il titolo di criptovalute emergenti.

Criptovalute emergenti nel settore De-Fi

Il settore De-Fi è l'evoluzione di quello bancario, il quale genera introiti legati agli interessi davvero imparagonabili rispetto alle misere percentuali annue offerte dal classico conto corrente.

Se le blockchain sono il futuro tecnologico dell'organizzazione e del trasferimento dati, il settore De-Fi può facilmente essere considerato come la prospettiva migliore nell'ambito monetario.

Le varie piattaforme presenti nei sistemi offrono interessi da capogiro con rischi che, in alcuni casi, sono davvero ridotti.

Ovviamente non tutte sono affidabili e, dare il proprio denaro a quelle appena uscite e poco conosciute, potrebbe avere tragiche conseguenze nel caso di un attacco hacker.

Tra quelle che si possono considerare testate e affidabili entro i limiti accettabili però, si possono trovare occasioni di guadagno davvero favorevoli.

Purtroppo molto spesso i token delle piattaforme De-Fi sono inflazionistici, il che potrebbe comportare una perdita sul lungo periodo.

Due monete che però risultano molto interessanti sono quelle di Uniswap e Pancakeswap, le quali si trovano in cima alla classifica del settore.

Uniswap è la più importante piattaforma De-Fi presente su Ethereum e il suo token è stato sempre e irremovibilmente caposaldo nella lista dedicata a questo tipo di criptovalute.

Pancakeswap è il token della principale De-Fi su Binance Smart Chain, il quale ha introdotto tutta una serie di meccaniche deflazionistiche che lasciano davvero ben sperare per le sorti di questa moneta.

Le criptovalute emergenti del settore NFT e gaming

Che il gaming sia destinato a crescere sempre di più in futuro è oramai sotto gli occhi di tutti, con gli E-sport in grande espansione e le case produttrici che fatturano cifre folli con ogni nuova uscita.

Questo grande successo non poteva non sbarcare anche nel mondo cripto, con dei progetti davvero interessanti e in forte sviluppo che, se manterranno le promesse, potrebbero regalare grandi soddisfazioni.

Esistono mondi online come Axie Infinity o Decentraland dove, il giocatore, può acquistare interi appezzamenti di terra virtuale e costruirci sopra ciò che preferisce, attraendo visitatori.

Fino a qui sarebbe tutto abbastanza classico, cose che possono essere fatte anche nel Minecraft di turno, ma la differenza sta nel fatto che qui, gli appezzamenti di terra, vengono pagati con denaro vero con cifre talvolta stratosferiche.

Un appezzamento buono su Axie Infinity lo si può comprare per cifre intorno ai centomila Dollari, questo fa capire quanto possa diventare proficuo questo mondo che, per ora, risulta in fase embrionale.

I token di questi giochi vengono poi spesi in game per comprare i vari oggetti necessari o anche solo degli orpelli per il personaggio virtuale, ma il loro prezzo è recentemente schizzato alle stelle.

Un token AXS è passato dal valere tre dollari fino a raggiungere quasi i trenta a inizio luglio, garantendo ai suoi detentori lauti profitti.

Ovviamente il futuro di questi mondi virtuali risulta molto incerto, il che rende difficile l'investimento in questi settori, ma per chi è appassionato e crede nel progetto potrebbe essere una prospettiva molto interessante.

Le criptovalute non emergenti

Se esiste un discreto elenco di criptovalute emergenti, se ne potrebbe stilare uno infinitamente più lungo riguardo a tutte quelle coin dal quale sarebbe meglio stare alla larga.

Un caso plateale è quello di Ripple, invischiato in una causa infinita con la SEC americana e dalla quale non è chiaro se riuscirà mai a uscirne indenne.

Nonostante questa scomodissima situazione risulta comunque essere al sesto posto per capitalizzazione di mercato, cosa che dimostra l'inaffidabilità di alcune cripto più famose e conosciute.

Altra moneta di ben poco valore se si guarda al futuro è Dogecoin, nata come meme per prendere in giro Bitcoin e ritrovatasi incredibilmente all'ottavo posto assoluto per investimenti grazie, tra le altre cose, alle belle parole spese per lei da Elon Musk.

Simpatia o meno a parte, un token tanto inflazionistico come questo dove ogni giorno vengono create migliaia di unità che non saranno mai distrutte, sul lungo tempo sembra non avere nessuna possibilità di sfuggire al crollo delle sue deboli fondamenta.

A questa lista però se ne potrebbero aggiungere una quantità infinita, per il solo fatto che vengono lanciati sul mercato decine di progetti truffa o senza nessun valore solo per racimolare soldi.

Questa è una costante del mercato cripto, dove le regolamentazioni sono poche e i margini di manovra ampi, il quale lo rende incredibilmente affascinante e pericoloso al tempo stesso.

Prima di lanciarsi in qualsiasi investimento occorre sempre fare le proprie valutazioni, senza seguire consigli di sconosciuti i quali non hanno nessun interesse nel benessere altrui.

Opinioni su Solana

Tra le monete menzionate sopra spicca certamente anche il nome di Solana.

In questo video The Cripto Gateway spiega la bontà di questo progetto e del suo ecosistema.