Le criptovalute hanno ancora senso nel 2023? Esplorando pro e contro di questa tecnologia

Malgrado il crescente interesse del pubblico verso Bitcoin, c’è ancora molta confusione riguardo al mondo delle criptovalute.

Il valore di Bitcoin in dollari continua ad attirare l’attenzione degli investitori. Pochi giorni fa, il rinomato gestore di cripto-asset americano Grayscale Investments ha conseguito un significativo successo nei confronti della Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti.

La SEC aveva rigettato la proposta di conversione del Grayscale Bitcoin Trust (GBTC) in un ETF Bitcoin per presunte lacune nella prevenzione di pratiche illecite. Tuttavia, Grayscale aveva deciso di portare la questione in tribunale ed il verdetto dei giudici ha infine dato ragione al gestore. Dopo la sentenza, il valore di Bitcoin è schizzato oltre i $28,000 per riassestarsi attorno ai $26,000.

Malgrado il crescente interesse del pubblico verso Bitcoin, c’è ancora molta confusione riguardo al mondo delle criptovalute. Vediamo quindi di esplorare i pro e i contro di questa tecnologia e le differenze con il sistema finanziario tradizionale.

Cosa sono le criptovalute?

Innanzitutto, chiariamo cosa si intende per criptovalute. Una criptovaluta è una forma di valuta digitale che utilizza la crittografia per garantire la validità delle transazioni e gestire l’emissione di nuove unità. Le criptovalute hanno avuto origine con la creazione di Bitcoin nel 2009 da una figura anonima nota come Satoshi Nakamoto.

Una delle tecnologie più importanti su cui si basano le criptovalute è la blockchain, cioè un registro digitale decentralizzato ed immutabile, sul quale vengono scritte tutte le transazioni di una specifica criptovaluta. Oltre ad essere fondamentale per le criptovalute, la blockchain offre spazio per l’innovazione, ad esempio nell’ambito della tracciabilità e autenticità.

Differenze con le valute tradizionali

Nel corso degli anni, il mercato e le tecnologie sottostanti le criptovalute sono evolute moltissimo, ed oggi si contano migliaia di criptovalute. Tuttavia, molte sono svanite nel nulla col passare del tempo, mentre altre continuano ad attirare l’attenzione degli investitori. Le più popolari e riconosciute includono Bitcoin (BTC), Ethereum (ETH), Binance Coin (BNB), Ripple (XRP), Litecoin (LTC), Cardano (ADA) e Cosmos (ATOM).

Mentre è indubbio che non tutte le criptovalute hanno valore o senso di esistere, le principali criptovalute del mercato presentano caratteristiche che le contrappongono al sistema finanziario tradizionale. Ad esempio, a differenza delle valute tradizionali emesse da banche centrali, l’emissione di criptovalute si basa su regole dettate da protocolli informatici. Inoltre, le criptovalute sono regolate da codice e protocolli informatici piuttosto che da politiche umane o decisioni governative.

Pro e contro delle criptovalute

Non è tutto oro ciò che luccica. Nelle criptovalute troviamo pro e contro. I vantaggi principali delle criptovalute sono:

  • Accessibilità: Basandosi su protocolli informatici disintermediati, chiunque con una connessione internet può accedere alle criptovalute. Questa proprietà può offrire opportunità finanziarie in luoghi senza servizi bancari tradizionali.

  • Emissione Limitata: Alcune criptovalute hanno un’emissione limitata. Bitcoin, ad esempio, ha un limite di 21 milioni di monete. Questa scarsità programmata può offrire protezione contro l’inflazione. Non è un caso che Bitcoin venga chiamato oro digitale.

  • Innovazione: Essendo tecnologie open-source, le criptovalute incoraggiano l’innovazione. Gli sviluppatori possono creare nuove applicazioni e servizi basati su queste tecnologie, promuovendo attività imprenditoriale.

Ci sono anche svantaggi però. In particolare:

  • Uso criminale: La natura semi-anonima delle criptovalute ha attirato criminali e truffatori, desiderosi di sfruttare le criptovalute per attività illegali. Inoltre, le criptovalute vengono talvolta utilizzate per l’evasione fiscale.

  • Volatilità: Il valore delle criptovalute può cambiare rapidamente, rendendo difficile per gli utenti pianificare i loro investimenti.

  • Impatto ambientale: Bitcoin e altre criptovalute basate su specifici algoritmi di consenso energivori, richiedono molta energia per mantenere la rete e il suo funzionamento. Queste caratteristiche sollevano dubbi sull’effettiva adozione di queste tecnologie su larga scala.

In ultima analisi, le criptovalute sono delle tecnologie interessanti che presentano caratteristiche innovative. Tuttavia, vanno valutate attentamente nella loro sostenibilità.

Redazione Trend-online.com
Redazione Trend-online.com
Di seguito gli articoli pubblicati dalla Redazione di Trend-online. Per conoscere i singoli autori visita la pagina Redazione Trend-online.com
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
779FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate