Nuovo crollo per Tesla a Wall Street. Il titolo dell'azienda di Palo Alto ha aperto l'ottava con una perdita del 4,32% al Nasdaq, segnando la peggiore performance dell'S&P 500 (e la terza più negativa al Nasdaq, dietro alle cinesi NetEase e Jd.com). Nonostante Tesla rimanga buy per una buona metà degli analisti che coprono il titolo, l'andamento in Borsa continua a essere estremamente altalenante (da inizio 2021 Tesla è in declino di circa il 6%). A Wall Street Tesla è assai suscettibile all'influsso di notizie che, per l'esposizione mediatica derivante dal ruolo di pioniere nelle vetture elettriche (e dall'atteggiamento "sopra le righe" del suo chief executive Elon Musk), spesso hanno un peso più rilevante del dovuto. Forse non in questo caso, però.

Crollo al Nasdaq per Tesla. Indagine su incidenti con l'Autopilot

Il crollo di lunedì, infatti, è arrivato dopo che la National Highway Traffic Safety Administration (Nhtsa, autorità federale alle dipendenze dello U.S. Department of Transportation, il ministero dei Trasporti di Washington) ha formalmente aperto un'indagine sull'Autopilot, il sistema base per la guida autonoma di Tesla (Full Self-Driving e Enhanced Autopilot sono le versioni più avanzate). Secondo la Nhtsa dal 2018 sono 11 gli incidenti in cui sono rimaste coinvolte vetture Tesla che hanno incrociato situazioni di first response (luci e segnalazioni mobili sulla strada, per altri incidenti stradali od ostacoli sul percorso) e hanno successivamente avuto collisioni con uno o più veicoli. Negli ultimi mesi sono stati diversi i casi in cui è rimasto coinvolto l'Autopilot: in marzo, per esempio, una Model Y che utilizzava il sistema avrebbe colpito un'auto della polizia ferma.

Conducenti responsabili identificazione ostacoli con l'Autopilot

"La maggior parte degli incidenti si è verificata dopo il tramonto e le scene riscontrate includevano misure di controllo come luci dei veicoli di pronto intervento, bengala, frecce lampeggianti e coni stradali. È stato confermato che tutti i veicoli coinvolti avevano attivato l'Autopilot o il Traffic Aware Cruise Control durante l'approccio agli ostacoli", si legge nel rapporto della Nhtsa citato dalla Cnbc. Va notato che l'Autopilot, quando attivato, consente ai conducenti di mantenere velocità e centro della corsia, ma non rende il veicolo sicuro per operare senza una presenza umana al volante. I conducenti rimangono responsabili dell'identificazione degli ostacoli lungo la strada e delle manovre dei veicoli vicini.

E Tesla assume manager legale e per relazioni esterne in Cina

Intanto Tesla assume in Cina. Mercato cruciale per il suo business e nei mesi scorsi ha creato non pochi problemi all'azienda di Musk e non solo per una mera questione di vendite. Secondo quanto riporta Reuters, infatti, sul suo account di Wechat l'azienda californiana ha pubblicato annunci per la ricerca di manager per i team legale e delle relazioni esterne. Da notare che questa seconda posizione, come evidenziato in altri post, prevede anche la gestione delle relazioni con il governo di Pechino. Già in maggio Reuters aveva riportato che Tesla stava rafforzando il suo impegno con i regolatori cinesi, consolidando il team responsabile delle relazioni con le autorità. L'azienda sta anche assumendo avvocati specializzati nei settori di edilizia, antitrust e protezione della privacy dei dati.

(Raffaele Rovati)