La scelta di creare un ebook è la decisione migliore se si tratta di dare visibilità e valore ad un vasto argomento online. Vendere un ebook è il modo più rapido possibile per argomentare un tema nella maniera più completa possibile sul web. 

La prima cosa da fare è sicuramente scrivere un ebook, poi pubblicarlo, e infine attuare tecniche di vendita e venderlo. Come puoi fare? Ma soprattutto dove esattamente puoi vendere il tuo ebook? Oggi trattiamo una guida semplice, chiara e completa su dove vendere un ebook

Quali sono i migliori siti per vendere un ebook? L’editoria digitale è un mondo bellissimo e interessante, pieno di prospettive e strade aperte. Le migliori piattaforme per pubblicare e vendere gli ebook sono strettamente specifiche e famose. 

Decine e decine di portali per farlo, ma solo alcune sono veramente comode e professionali. Sei uno scrittore? Ti trovi nel posto giusto per sapere come e dove vendere un ebook di qualsiasi tipologia e argomento trattato. Quali sono i consigli per massimizzare le vendite? Parleremo anche di questo e di tanto altro.

Monetizzando.it scrive a riguardo:

L’idea di scrivere un eBook è una di quelle che tutti i blogger almeno una volta nella loro carriera/attività pensano, ma che spesso rimane solo un pensiero. Non parliamo quindi di aspiranti scrittori che cercano degli editori per pubblicare il primo libro, ma di chi decide di creare un infoprodotto o un eBook per venderlo online, sul sito, sul blog o sulla pagina Facebook.

Successivamente scoprirai che cos’è un ebook, la disciplina e gli aspetti fiscali per venderlo, le varie modalità e dove è possibile vendere un ebook, come venderlo su un sito web e come farlo affidandosi a piattaforme online conosciute. Buona lettura!

Che cos’è un ebook?

L’ebook è un libro elettronico, in formato digitale. Esso viene chiamato anche e-book o eBook e viene trasmesso un pc e per mezzo di Internet. Un ebook può avere formati testuali, immagini e formato audio. Si tratta dell’evoluzione di un libro classico di carta. 

Può essere considerato un prodotto digitale. Con gli stessi criteri, un ebook, diversamente dai libri cartacei, viene letto sui dispositivi digitali. Si presenta come un libro digitale che permette la lettura su un dispositivo mobile. Ecco la definizione di ebook secondo YouCanPrint.it:

Un ebook è un libro in formato digitale, scaricabile e destinato alla lettura su tutti i lettori di e-Book o smartphone dotati di apposite applicazioni per la lettura digitale. Gli ebook possono essere letti su pc, smartphone, tablet o ereader, dispositivi destinati essenzialmente alla lettura digitale e dotati di una particolare tecnologia denominata "inchiostro elettronico" che rendono l'esperienza di lettura molto simile a quella della carta.

L'ebook ti permette di ricercare velocemente una parola o una frase nel testo, visualizzare link o video attinenti all'argomento della lettura, evidenziare, archiviare e condividere le tue note.

Ci sono diversi formati di ebook. Wearemarketers.net specifica i formati ufficiali degli ebook più comuni esistenti:

PDF. Tra i primi formati disponibili (2001), è probabilmente il più conosciuto. Oltre che per gli ebook, viene utilizzato per i documenti.

EPUB. Formato aperto, supportato da un grande numero di dispositivi – non dai Kindle di Amazon.

MOBI. Altro formato aperto, che offre meno possibilità di personalizzazione. Più adatto a dispositivi dallo schermo piccolo, è supportato da Kindle e diversi altri dispositivi.

AZW. Formato realizzato da Amazon per i Kindle. Gli unici altri dispositivi su cui è possibili leggerli sono quelli che supportano l’app Kindle.

Esiste una disciplina fiscale per gli ebook? Quali sono gli aspetti fiscali?

Per quanto riguarda la vendita degli ebook esiste una disciplina fiscale, per questo motivo ora approfondiamo gli aspetti fiscali di un ebook. Analizziamo prima la disciplina fiscale che concerne la vendita indiretta di un ebook. 

Innanzitutto, lo scrittore è il titolare e l’autore dell’ebook. Come fare per dimostrarlo? È necessario iscrivere l’opera alla SIAE. I diritti d’autore non sono soggetti all’Iva, pertanto non c’è bisogno di aprire una partita iva per vendere un ebook. 

Vendere un ebook indirettamente significa seguire la normativa della cessione dei diritti d’autore. Questo significa che l’autore dell’ebook ha il diritto esclusiva di usarlo in maniera economica in ogni forma e modalità. Un ebook può essere pubblicizzato. 

Quali sono gli aspetti fiscali legati alla cessione di un ebook su un blog o su un proprio sito web? La vendita diretta di un ebook rientra nel commercio elettronico diretto. Più nello specifico, la vendita di un ebook su un sito è considerata come una prestazione di servizi. 

In questo caso, quindi c’è bisogno di aprire una partita iva poiché il sito diventa così un vero e proprio e-commerce di libri. Diversamente, se si tratta di vendere un ebook su portali specifici, gli aspetti fiscali legati alla vendita di un ebook cambiano totalmente. 

Nel caso medesimo parliamo di cessione indiretta, in questo modo l’autore cede a terzi il diritto di sfruttare economicamente l’ebook. Un vantaggio in questa circostanza è il fatto di non dover aprire la partita iva.

Dove posso vendere ebook? Ecco le varie modalità

Vediamo rapidamente dove è possibile vendere un ebook e quali modalità esistono. In sostanza e molto brevemente, due sono le possibilità per vendere un ebook più conosciute al mondo:

  • Su sito web
  • Su piattaforme di terzi

Entrambe le soluzioni hanno vantaggi e svantaggi differenti, per cui, scegliere l’una soluzione rispetto all’altra non è semplice. Perché non adottarle entrambe e vendere di più? 

Un’altra soluzione è vendere un ebook su Google Play! Come? Ecco cosa sottolinea Google:

I tuoi libri vengono venduti su Google Play, un servizio di contenuti digitali disponibile a livello internazionale su una vasta gamma di piattaforme.

Una percentuale limitata dei tuoi libri sarà disponibile anche per la visualizzazione in anteprima su Google Libri, così come i libri nelle librerie reali, che possono essere sfogliati per consentire ai lettori di decidere se acquistarli o meno. Potrai scaricare rapporti dettagliati sulle visualizzazioni in anteprima e sulle vendite e ricevere la quota maggiore delle entrate di ogni vendita.

Inoltre, il servizio offerto da Google è facile da gestire. Poi, possiamo affermare con certezza che Google non ha rivali o concorrenti. Quindi, pensi sia la soluzione ideale per te? Quali sono i vantaggi

Sicuro al cento per cento, Google Play consente di far arrivare il tuo libro nel più breve tempo possibile a qualsiasi utente sia in termini d’acquisto che di visualizzazione. Gli ebook venduti su Google attirano l’attenzione di tantissime persone poiché sono venduti proprio dal colosso del web. 

Il servizio è gratuito e ti permette di decidere i prezzi di listino dei tuoi ebook. La sicurezza dei tuoi contenuti prima di tutto, ha detto Google.

Approfondiamo nel dettaglio ogni particolare che riguarda la vendita di un ebook su un sito web e come vendere un ebook su piattaforme di terzi.

Vendere ebook su un sito web

Un libro digitale può essere venduto su qualsiasi sito web, anche sul proprio blog. Questa è la situazione in cui bisogna fare una strategia di marketing, altrimenti, è impossibile venderlo. Cosa fare? Inserire l’ebook sul sito web, pubblicizzarlo sui social network e creare un funnel di vendita. 

Noi consigliamo di scrivere la tua storia e qualche aneddoto sull’ebook nel sito web dove viene pubblicato. Molto semplicemente se decidi di vendere l’ebook sul tuo sito web dovrai farti una community e dare il giusto valore all’ebook con vari argomenti di contorno. 

Quali sono i vantaggi? Non hai vincoli di prezzo ed è possibile decidere il proprio. Ogni qualvolta un utente acquista il libro puoi usare i dati dei contatti per la pubblicità. Affidarsi ai social per fare delle promozioni, è una cosa che puoi fare assolutamente ed è un vantaggio. 

Vediamo successivamente come vendere un ebook affidandosi ad altre piattaforme conosciute che offrono tali servizi. Come funziona?

Affidarsi a piattaforme di terzi per vendere ebook

Prima di ogni cosa dobbiamo precisare che Amazon, tanto tempo fa, è nato con l’obiettivo di vendere libri digitali. Lo sapevi? Il progetto Amazon Kindle permette di vendere il tuo ebook in maniera più veloce possibile. Perché? 

Amazon è un marchio noto e conosciuto. Tornando a noi. Facciamo chiarezza su come vendere un ebook su altre piattaforme. Devi sapere che per ogni acquisto puoi ricevere solo una parte del prezzo di vendita. Quali sono le migliori piattaforme per vendere ebook?

Le piattaforme più diffuse e conosciute sono le 4 appena citate. La prima consente di vendere il libro digitale su 40 librerie diverse, tra cui Ibs e la Feltrinelli. Kobo permette di vendere l’ebook in circa 200 paesi. Payhip è gratuito ed è molto sicuro e veloce nei processi. 

Lulu, è una piattaforma che vende ebook, dove è possibile distribuirlo sui principali portali di vendita di libri digitali. Amazon Kindle mette a disposizione delle guide complete per pubblicare e vendere l’ebook ed è la piattaforma che cede le royality molte alte. 

A proposito di Amazon, vogliamo darti delle indicazioni pratiche per il file della copertina dell’ebook. I formati diffusi sono jpeg e tiff. Per ottimizzare e comprimere il peso dell’ebook bisogna inviare ad Amazon una immagine con un livello di compressione minima per non avere un risultato di scarsa qualità. 

Le immagini gratuite puoi trovarle su Pexels e Pixabay, uniche e fantastiche, scattate da fotografi e cedute gratis. In proposito della risoluzione delle immagini di copertina di un ebook, mysocialweb.it ci spiega precisamente quale risoluzione impostare:

Per rendere il procedimento della copertina libro più snello e veloce ti suggerisco di utilizzare queste dimensioni: 2.560 x 1.600. L’unica cosa di cui devi tenere presente è che l’immagine non deve superare i 50 Mb. Io, ad esempio, ho realizzato una copertina semplice il cui peso è di 775 KB, meno di un megabyte dunque.

YouCanPrint, Kobo, Payhip, Lulu, Amazon Kindle e tanti altri. Tu quale sceglierai?