Consapevole del fatto che l'utente medio non è più lo stesso, e che necessita di strumenti adeguati alle sue esigenze, il team di Mark Zuckerberg risponde con funzionalità sempre più mirate.

Tra queste troviamo Facebook Business Manager, uno strumento gratuito nato con lo scopo di aiutare aziende, brand e agenzie a tracciare conversioni, creare inserzioni e raggiungere il proprio target, il tutto tenendo ben separati il profilo aziendale da quello personale. Inoltre nasce dall'esigenza di soddisfare un'utenza precisa ma ampia e cioè chiunque abbia bisogno di uno strumento per il marketing nei social network. 

Vediamo insieme tutto ciò che c’è da sapere a riguardo.

Facebook Business Manager: a che cosa serve?

Abbiamo detto che FBM tiene ben lontani il profilo aziendale e quello privato e questo non è un dettaglio. Infatti, ci sono poche cose meno professionali di un profilo che pubblica un contenuto non voluto, solo per errore, ledendo alla brand reputation. 

Un altro fattore molto interessante è la personalizzazione del target attraverso una specifica modalità di selezione, creando un'inserzione indirizzata a un pubblico ben preciso, divisibile per sesso, età, zona geografica e non solo. Infatti, la ricerca della giusta nicchia di traffico aiuta a raggiungere i risultati cercati, per questo è importante indirizzare l'inserzione al target giusto.

Infine si possono assegnare ruoli e mansioni diversi ai professionisti coinvolti e si può decidere quanto controllo un collaboratore può avere nella gestione della pagina, oltre che assegnare mansioni specifiche. Questo è molto interessante, soprattutto per aziende o brand con più professionisti coinvolti.

Facebook Business Manager: come utilizzarlo

Il primo requisito per creare un account business è ovviamente avere un profilo personale. Accedendo al sito https://business.facebook.com/ bisognerà premere su "Crea un account", poi si dovrà inserire il nome dell'azienda, l'indirizzo di posta elettronica, il nome e il cognome personali e successivamente le specifiche del brand.

Infine bisogna configurare il Facebook Pixel: il social network produce dei codici che dovrai incollare sul proprio sito web, in modo da rendere ancora più professionale l'esperienza. Potrai inoltre tracciare le conversioni e ottimizzare i tuoi annunci in un'ottica di personalizzazione.

A questo punto puoi creare la tua prima campagna di advertising. Per prima cosa, per utilizzare al meglio Facebook Business Manager, poniti i giusti obiettivi e cerca di profilare il pubblico per raggiungerlo con un visual e un copy accattivante, adeguato al messaggio che vuoi lanciare.

Inoltre monitora costantemente i risultati raggiunti, sia numerici che qualitativi, così da aver sempre sotto controllo la tua campagna. Tieni presente che i dati che otterrai in queste prime occasioni saranno fondamentali, infatti grazie a questi potrai ottimizzare le campagne future senza incorrere in errori ricorrenti.

Facebook Business Manager: quanto costa?

FBM è un servizio completamente gratuito, senza costi d'iscrizione né tasse extra. Quello che non è gratuito, ovviamente, è creare una campagna. Le inserzioni create, infatti, hanno dei costi che variano a discrezione dell'utente e si possono dividere in due modi: importo totale speso e costo di ogni risultato ottenuto.

In entrambi i casi si possono controllare le spese attraverso due diversi portali:

  • il tuo budget per l'importo totale speso;
  • la tua strategia di offerta per il costo di ogni risultato ottenuto.

Per impostare una soglia massima di spesa, invece, ci sono altri due metodi:

  • limite di spesa della campagna, dove puoi limitare le spese per una singola campagna;
  • limite di spesa dell'account, dove puoi limitare l'importo massimo di spesa per tutte le campagne attive.

Ci sono inoltre ulteriori specifiche che potrai inserire per controllare le tue spese. Ad esempio, puoi decidere se impostare una spesa media giornaliera oppure se impostare un importo totale per la campagna. 

Facebook Business Manager: funziona?

In molti si domandano se effettivamente Facebook Business Manager funzioni. La risposta non può essere univoca per diversi motivi.

Il primo che bisogna sottolineare è che, nonostante sia molto intuitivo, necessita di un approfondimento precedente al suo utilizzo. Quindi, prima di iniziare ad utilizzarlo, il consiglio è di seguire un apposito corso volto ad ottimizzare e rendere agevole il suo utilizzo.

In secondo luogo bisogna valutare il grado di esperienza dell'utente. Spesso infatti si tende a confondere intuitività nell'utilizzare un programma con facilità nel raggiungere risultati, ma, come per ogni professione, la formazione non è solo utile, ma anche necessaria.

Alcuni corsi formativi sono erogati proprio da Facebook, il quale offre in modo completamente gratuito delle video lezioni al fine di imparare le basi dell'advertising su Instagram e Facebook. Altrimenti, per esigenze diverse e nel caso di corsi più strutturati, online è possibile trovarne di ogni tipo, livello e fascia di prezzo.