Con la rivoluzione dei social network è sempre più facile fare soldi veri e anche velocemente, ma la verità è che non tutti ci riescono. È vero, internet è una grande frontiera per il mondo del lavoro, ce lo ha dimostrato la pandemia da Covid-19 che ha interrotto i contatti con il mondo esterno e ci ha reso individui isolati nelle proprie case.

Tanti lavoratori che si trovavano costretti a recarsi in ufficio tutti i giorni del mese, hanno dovuto adattarsi ad un nuovo tipo di lavoro che li rendeva autonomi anche restando a casa. Insomma, in questi ultimi anni il mondo del lavoro ha subito un vero e proprio cambiamento a 360 gradi e tutto ciò se da una parte è stato necessario per via della situazione drastica in cui ci siamo trovati, dall’altra ha radicalmente modificato l’idea di ‘lavoro da casa’. 

Erano ormai anni che molti imprenditori avevano già iniziato ad utilizzare lo smartworking eppure il pensar comune legava l’idea di lavoro da casa a quella di una figura sconclusionata, incapace di trovare un lavoro ‘serio’, oppure di una mamma che fa la casalinga, e via via tutti quegli stereotipi imbarazzanti a cui è ancora legata la cultura di questo tempo. 

Ultimamente le cose sono iniziate a cambiare, sempre più persone iniziano ad aver curiosità per quanto riguarda il mondo del lavoro online e se il lavoro d’ufficio in parte può creare differenze tra classe sociali, il lavoro attraverso pc non ha limitazioni: è accessibile a tutti e la possibilità di far successo è legata solamente alla tua forza di volontà e al tuo impegno.

Il lavoro online ha permesso di aprire tante possibilità di riuscita anche a tutti coloro che sono minorenni e per legge non potrebbero svolgere lavori usuranti. Sono tantissime le possibilità di guadagno online se non si ha ancora raggiunto la maggiore età, ma vediamo nello specifico come fare soldi veri online e anche velocemente. 

Che lavoro si può svolgere da minorenni 

La legge italiana in materia di lavoro per minorenni è davvero ferrea: coloro che non hanno compiuto la maggiore età hanno delle tutele speciali che non permettono al ragazzo di accettare ‘legalmente’ qualsiasi tipo di attività retribuita. 

La Costituzione dedica all’argomento diversi articoli per determinare l’età dalla quale si può iniziare a lavorare ma soprattutto le condizioni di lavoro che possono essere accettate da un minore di 18 anni. 

In sintesi possiamo dire che per iniziare a lavorare si deve avere almeno 15 anni, i minori di 15 anni non dovrebbero proprio svolgere alcun tipo di attività lavorativa ma ovviamente tutto ciò non viene sempre rispettato per via del lavoro in nero e tutto ciò di cui siamo già al corrente. 

Se non hai ancora 15 anni ma vuoi comunque iniziare a trovare qualche lavoretto per pagarti qualche spesa o l’uscita con gli amici, non preoccuparti esistono soluzioni anche per te! Si possono svolgere tutti i lavori a carattere pubblicitario, culturale, artistico e sportivo.

Nei prossimi paragrafi specificheremo di quali lavori si tratta dando qualche spunto che può servire da ispirazione, ma per quanto riguarda coloro che hanno un’età che va dai 15 anni fino ai 18 le cose cambiano lievemente. Con quest’età si può già iniziare a fare qualche lavoretto ma come spiega anche intraprendere.net il Decreto Legislativo 262/2000 specifica le condizioni, o meglio, le limitazioni che riguardano il lavoro da svolgere. 

Quali lavori non si possono svolgere a meno di 18 anni 

Come spiegavamo precedentemente esistono lavoretti da poter svolgere anche da minorenni ma il Decreto Legislativo 262/2000 mette delle serie restrizioni, tra le quali:

Non possono lavorare ad esempio in macellerie e in tutti quei luoghi di lavoro in cui si utilizzano utensili taglienti e celle frigorifere, nono posso inoltre svolgere lavori in cui si ritroverebbero esposti a rumori che superano gli 87 decibel; non possono usare utensili da lavoro che fanno parte di attrezzi come martelli pneumatici, apparecchi di solllevamento meccanico e quindi anche tutto ciò che concerne il lavoro in un cantiere edile. 

Fino a che ora posso lavorare se sono minorenne

Oltre alle limitazioni sopracitate se si è minori di 18 anni si dovranno fare i conti anche in termini di orario: si può lavorare solo nella fascia oraria che va dalle 7 di mattina fino alle 22 di sera. Ciò significa che dalle 22 in poi (orario che arriva alle 23 con l’avanzare della prossimità ai 18 anni) fino alle 6 di mattina non possono trovarsi sul posto di lavoro.

Una volta elencate le limitazioni, però, vi daremo anche degli spunti per aiutarvi a farvi capire che lavorare online per fare soldi in modo conveniente è facile anche per coloro che non hanno raggiunto la maggiore età. Questo perché non si andrebbe incontro a problemi di orari e di limitazioni per quanto riguarda i pericoli legati alla salute. Vediamo quindi nel dettaglio le possibilità.

Come guadagnare online da minorenni 

A prescindere da quei lavori del tipo il dog sitting e il baby sitting, dagli ultimi anni Internet offre sempre più possibilità di guadagno anche per i più giovani. Guadagnare online è qualcosa che infatti non è legata all’età perché si tratta di lavori di creazione. 

Innanzitutto se si è già appassionati di social network si può pensare ad aprire un profilo business su piattaforme come Instagram e Tik Tok (ne abbiamo parlato già approfonditamente qui).

Entrambi le realtà permettono di creare un profilo attraverso il quale poter ricevere denaro: per quanto riguarda Instagram si tratta dei lavori legati al mondo dell’influencer marketing, per quanto riguarda invece TikTok è la creazione di contenuti di intrattenimento. 

Più intrattieni il pubblico con contenuti interessanti e divertenti, più i tuoi followers ti doneranno soldi (in gettoni nelle lives): in sostanza vieni retribuito per intrattenere. È vero che se sei minore di 18 anni puoi solo ottenere regali e non soldi veri e propri ma per avere un vasto pubblico c’è bisogno di un impegno costante di anni nella produzione di contenuti quindi perché non investire adesso il tempo per poi ritrovarsi una forma di guadagno più facile dopo? 

Un’altra possibilità è l’apertura di un blog. Anche per quanto riguarda il blog non è un’alternativa con guadagni immediati ma è un buon investimento per iniziare a creare pubblico attraverso il quale si potrà guadagnare nel tempo.

Considerando che più si va avanti con l’età, più si abbassano le percentuali di tempo disponibile nell’arco della giornata, aprire un blog ancora minorenni sarebbe una mossa veramente intelligente. La piattaforma più intuitiva per aprire un blog è Wordpress: è facilissimo da utilizzare grazie ai temi già preimpostati, ciò che bisogna fare è solamente scrivere contenuti.

Su cosa? Su un argomento che ci appassiona particolarmente e che vorremmo approfondire nel tempo. Il guadagno con il blog si può avere attraverso gli inserti pubblicitari che inizieranno a pagare solo una volta raggiunto un vasto pubblico, oppure anche attraverso Amazon affiliate (di cui abbiamo parlato qui). Inoltre, man mano che il sito acquista notorietà e credibilità, sarà possibile anche iniziare ad aprire qualche collaborazione: possono diventare anch’esse delle forme vere e proprie di guadagno!

Prima di andare avanti vi suggerisco la visione di questo video caricato sul canale Youtube di Andrea Iannuzzi che vi spiegherà altri 6 metodi per riuscire a guardagnare qualcosa online anche da minorenni.

Come fare soldi da casa velocemente da minorenni 

Le tecniche che abbiamo elencato prima sono sicuramente da guardare a lungo raggio: non portano introiti immediati ma sono degli investimenti iniziali di guadagni che potranno fruttare nel tempo. Ma adesso vediamo invece come riuscire a fare soldi da casa velocemente e in modo semplice anche se non si hanno ancora 18 anni. 

Innanzitutto sfruttare la creatività: disegni, oggetti, gioielli, qualsiasi cosa materiale che vi piace costruire può essere fonte di guadagno. Come? Attraverso piattaforme come Etsy.it.

Etsy permette di guadagnare attraverso la vendita di oggetti fatti a mano di qualsiasi genere: basta caricare le foto e inserire il prezzo e il gioco è fatto. Sono veramente tanti i ragazzi che utilizzano questa piattaforma per sfruttare una passione e farla diventare una vera e propria forma di guadagno. Ma non è finita qui!

Un’altra possibilità che dà ancora più risultati è la vendita di vestiti usati. Invece di buttare i vestiti che non utilizzate più di anno in anno, o magari le scarpe che ormai vi stanno piccole, potete caricare tutto su Vinted.

Vinted è una nuova app che funziona davvero e permette a chiunque di caricare foto sul proprio profilo dei vestiti dei quali ci si vuole disfare per rivenderli a prezzi stracciati.

Non avete vestiti da vendere? Potreste usare un’altra tecnica ancora. Potreste comprare vestiti al mercato o magari ai mercatini dell’usato e rivenderli con una piccola percentuale in più su Vinted: in questo caso potrebbe diventare un vero e proprio piccolo lavoretto che porterebbe qualche centinaio di euro al mese da poter utilizzare per pagarsi gli sfizi.

Insomma, le possibilità sono tante, a 17 anni non si diventerà di certo imprenditori ma internet permette già di mettere buone basi sulle quali poi iniziare a lavorare concretamente dai 18 anni in su!