Quali siano i fili che muovono l’algoritmo Google è il grande mistero SEO e come sappiamo Google espande ed aggiorna continuamente il suo algoritmo di ricerca. Per fare questo non si serve solo di calcoli e computer, ma anche di persone assunte in giro per il mondo in qualità di Quality raters. Figure professionali che hanno il compito di valutare la pertinenza delle SERP, cioè le pagine con i risultati di ricerca, e la qualità dei singoli contenuti web.

Il manuale fornito ai Quality raters ci illustra parzialmente quali sono gli elementi che Google tiene in considerazione per giudicare una pagina di alta qualità e regalarle un buon piazzamento nella SERP.

Questo documento è una sorta di Bibbia SEO che, se seguita alla lettera dagli autori, può portare ad ottimi risultati. 

Tra i tanti punti toccati dal manuale, l’esistenza di parametri diversi nell’algoritmo Google, molto più severi, per valutare i siti YMYL, il divertente acronimo che sta per Your Money or Your Life. Questa tipologia di pagine è molto più diffusa di quel che si immagina, visto che il gruppo include tutti i siti che trattano di: notizie, attualità, politica, tasse, fisco, salute, acquisti, gruppi di persone etc.

Vediamo quindi sulla base di quali parametri Google classifica un contenuto come YMYL e quali sono gli standard particolari che queste pagine devono rispettare per non essere penalizzate.

Cosa sono i contenuti YMYL, Your Money or Your Life

Partiamo come sempre dal testo e vediamo cosa dice la guida Google per i Quality raters sui contenuti YMYL. L’argomento, affrontato una prima volta a pag. 9. al paragrafo 2.3 della guida del 2020, è strettamente correlato al Beneficial Purpose.

Lo scopo vantaggioso di un contenuto, ovvero che esso sia creato allo scopo di essere in qualche modo di beneficio agli utenti, è la prima cosa che Google analizza. Ora, alcuni contenuti hanno una capacità maggiore rispetto ad altri di influire sulla vita dei visitatori, ad esempio sulla loro salute, sulle finanze etc. 

Per questi siti, che sono i cosiddetti YMYL, il raggiungimento pieno del Beneficial Purpose è particolarmente importante, poiché hanno un'influenza diretta sulla vita degli utenti, che potrebbero addirittura arrivare a danneggiare se le informazioni fornite fossero ingannevoli o false.

Come identificare i contenuti YMYL da quelli semplici 

Oltre all’enunciato, Google fa esempi pratici di quali siano le pagine da considerarsi YMYL:

  • i contenuti di news e attualità, ovvero argomenti fondamentali come tecnologia, scienza, politica, affari etc.;
  • i siti di informazioni importanti nate allo scopo di mantenere la cittadinanza informata, come notizie sulle istituzioni, questioni legali, divorzio, testamento, voto, servizi sociali etc.;
  • i contenuti di finanza, come investimenti, tasse, assicurazioni, con particolare attenzione a tutti i siti che permettono il trasferimento online di denaro;
  • i siti di acquisti, sia quelli che danno consigli e indicazioni su come e quali prodotti acquistare, sia quelli che permettono direttamente agli utenti di acquistare prodotti;
  • le pagine sulla salute e la sicurezza, come i contenuti a carattere medico o informazioni riguardo ospedali, farmaci etc.
  • anche i siti che promuovono informazioni riguardo gruppi di persone, classificate in base ad elementi quali sesso, età, nazionalità, religione etc.

Google avvisa che ci sono tanti altri argomenti importanti che devono essere considerati come YMYL, perciò i Quality raters dovranno usare il loro giudizio nella classificazione.

Allo stesso tempo, il testo sottolinea come non tutti i siti di notizie siano per forza YMYL. Ad esempio, le pagine delle notizie sportive non sono YMYL dicono chiaramente gli autori di Google.

Il documento prosegue spiegando con estrema chiarezza che nella valutazione di questo tipo di pagine l’algoritmo ha standard più elevati, perché una tipologia di pagine di questo genere, quando è di bassa qualità, può avere un impatto negativo sui visitatori.

In parole semplici, un contenuto YMLY per diventare una pagina di qualità ha bisogno che l’algoritmo Google gli assegni un punteggio maggiore, rispetto a quanto possa essere sufficiente per un altro tipo di contenuto.

Katherine Watier, di WO Strategies LLC, ha pubblicato sul suo canale Youtube una interessante analisi del trattamento riservato da Google alle pagine YMYL:

Il posizionamento nella SERP dei siti YMYL

La conferma di questo è arrivata da Google nel 2019, quando l’azienda ha pubblicato un documento di 30 pagine per spiegare in che modo combattano le false informazioni nelle SERP di Google, in Google News, Google Ads, YouTube e tutti i loro prodotti. 

Il documento chiarisce che per gli YMYL, le SERP danno maggiore peso nel loro algoritmo di ranking a fattori come competenza, autorevolezza e affidabilità, noti anche come EAT, nel settore.

Nello specifico il testo dice che per le pagine YMYL, Google agisce così perché presume che gli utenti si aspettino che essa operi con i suoi standard più rigorosi di affidabilità e sicurezza. Pertanto, quando gli algoritmi rilevano che la ricerca di un utente è correlata a un argomento YMYL, Google darà più peso nei sistemi di ranking a fattori come l’analisi dell'autorevolezza, della competenza o dell'affidabilità delle pagine che vengono presentate in risposta. 

Da questo si comprende che la prima scrematura avviene mediante la ricerca delle keywords, ovvero alcune keywords vengono interpretate da Google come associate a contenuti YMYL, quindi i siti restituiti nella SERP saranno risultati YMYL. In poche parole i risultati restituiti dal motore di ricerca saranno quelli che hanno subito un controllo più approfondito dall’algoritmo.

L’algoritmo di Google identifica gli esperti di un argomento 

Come accennato in precedenza, se un utente legge un contenuto e riceve cattivi consigli o false informazioni, questo potrebbe ripercuotersi negativamente sulla sua salute, la sicurezza, le finanze e persino la felicità.

Ad esempio, un sito che fornisce consigli sulla dichiarazione dei redditi, se desse informazioni sbagliate, potrebbe spingere gli utenti a compilare la dichiarazione dei redditi in modo errato, facendoli incorrere in problemi con la legge. Per questo motivo, Google applica a questo tipo di contenuti un insieme di standard molto più rigorosi rispetto ad una normale pagina informativa.

I contenuti non YMYL non devono (necessariamente) essere scritti da un esperto con una formazione e una certa esperienza rispetto alla materia trattata, affinché Google li consideri contenuti di qualità. Finché le informazioni sono accurate e ben informate, Google può comunque classificarle nella ricerca in modo positivo rispetto a come l'algoritmo valuta l'autorevolezza e l'affidabilità del contenuto. 

All’opposto, anche se una pagina YMYL ha un'affidabilità estremamente elevata (il che significa che la pagina ha molti backlink da altri siti), se non è scritta da ciò che l'algoritmo di Google considera un esperto, probabilmente non si classificherà nella SERP.

Al fine di combattere il comportamento di molti autori non qualificati che creano contenuti approfonditi su argomenti importanti Google ha perfezionato il suo algoritmo con aggiornamenti come Panda, Penguin e Hummingbird. Questi aggiornamenti aiutano Google a capire quando il contenuto è scritto da un esperto e quando no.