Come guadagnare online con Amazon, oggi ci poniamo quest’interrogativo. Vi sono almeno sei modi per provare a essere retribuiti avvalendosi del marketplace più famoso al mondo

Per lavorare comodamente dalla propria abitazione con Amazon vi sono diverse possibilità, si pensi ad esempio all’iter di affiliazione o alla vendita di articoli personali in collaborazione proprio con Amazon, ma anche la stampa e la vendita di un e-book

Amazon si pone come uno dei più celebri e grandi store online a livello mondiale, alla gran parte delle persone è noto per la sua piattaforma fornita di innumerevoli articoli, per il suo servizio di distribuzione rapida e per la sua biblioteca musicale, di film e serie TV riservata a ogni cliente Prime.

In definitiva, le funzionalità per gli abbonati di Amazon sono molteplici, sebbene tale piattaforma in verità offra altresì svariate potenziali occasioni di lavoro, o apparati per far quadrare le proprie retribuzioni mensili, senza doversi necessariamente spostare, ma direttamente dalla poltrona di casa. 

Lavorare con Amazon in sei semplici mosse

In Italia, allora, è parimenti attuabile l’idea di avvalersi dello store online più famoso al mondo per riuscire a guadagnare e arrotondare lo stipendio a fine mese. E quindi, come si lavora con Amazon, quali sono le basi fondamentali per riuscire a guadagnare con questa piattaforma? Ecco sei semplici idee. 

Alessandro Autiero, sul suo canale YouTube, spiega quali a parer suo siano i modi migliori per guadagnare con Amazon: 

1. Amazon FBA: da qui passa la vendita dei propri articoli tramite lo store online 

Per cominciare a lavorare e guadagnare con Amazon tra i procedimenti maggiormente in uso è quello di inaugurare un’attività finalizzata alla vendita su Amazon FBA.

Quest’applicazione offre la possibilità di mettere in vendita i propri articoli proprio sullo store di Amazon. Non è tutto, spetterà alla stessa società gestire le operazioni di imballaggio, la gestione del servizio clienti e dello stoccaggio.  

Quello che toccherà fare sarà quindi i prodotti più consoni alla vendita sulla piattaforma o realizzare in proprio l’oggettistica da mettere in vendita. Il passo successivo sarà quello di registrarsi sul sito ufficiale di Amazon FBA alla voce venditore, inviando ogni articolo al sito di deposito e di packaging e rimessa dell’articolo. 

Ovviamente, Amazon riceverà una quota sul fatturato. Le richieste contano percentuali diverse a seconda della tipologia di prodotto, oscillando tra il 7% e il 45%. 

2. Guadagnare con Amazon attraverso l’uso del’applicazione di MTurk

Il lavoro con la piattaforma MTurk di Amazon garantisce il guadagno di piccole quote (talvolta davvero impercettibili) per condurre a compimento diverse mansioni, si pensi a realizzazione di tag, composizione o revisione dei dati, variazioni di varia natura, relazioni su prodotti e altro ancora. 

L’iscrizione alla piattaforma è piuttosto intuitiva, occorrerà disporre di un pizzico di praticità e confidenza con la lingua inglese. 

Del resto, i compiti da conseguire potrebbero essere presi in carico da individui da ogni parte del mondo e quindi la gran parte delle mansioni sono elencate e poste a compimento in lingua inglese.

Comunque, chi fosse attratto dal crowdsourcing e avesse intenzione di guadagnare lavorando da casa con Amazon, potrebbe pensare di iscriversi a Mechanical Turk e cominciare senza indugio a guadagnare andando a svolgere gli incarichi a disposizione.

3. Sfruttare il potenziale da social network su Amazon Influencer Program

Chi avesse un folto seguito sui vari social potrebbe scegliere di entrare a far parte di un nuovo programma, Amazon Influencer Program. Per avere accesso a questo programma si dovrà redigere un modulo e restare in attesa dell’approvazione di Amazon; del resto, per conseguire la certificazione occorrerà disporre di uno o più profili social aventi un discreto numero di follower e anche di un discreto coinvolgimento

All’invio della richiesta seguirà il buon esito e quindi la convalida alla partecipazione al programma di Amazon Influencer, così si potrà andare a strutturare la propria pagina shop di Amazon, includendo gli articoli più affini così da consigliarli poi ai propri fruitori.

Per la promozione del proprio mini-shop Amazon, si disporrà di un link da poter condividere con semplicità tramite i vari canali social ed eventualmente blog. Per la retribuzione molto dipenderà dalle percentuali concesse da Amazon sulla commercializzazione degli articoli proposti.

Al termine del mese, Stando alle stime di vendita dei prodotti del proprio shop, si riceverà il connesso corrispettivo dall’azienda.

4. Guadagnare con l'autopubblicazione di un libro

Il mondo dell’editoria, quella tradizionale, è un ambiente a dir poco complesso, pubblicare un libro operazione non sempre semplice oltre a presentarsi come un’attività non sempre remunerativa.si potrebbe allora prendere in considerazione il cosiddetto l’auto-publishing su Amazon.

L’utilizzo di questa piattaforma assicura a tutti gli scrittori la pubblicazione di un libro in formato e-book o cartaceo nel suo store online. La retribuzione passa direttamente dalle vendite delle copie.

Una volta che hai pronto il tuo libro, dovrai semplicemente accedere alla piattaforma di Amazon Kindle per Publisher, impaginare e creare una copertina, dopo di ché dovrai decidere il prezzo al quale vuoi venderlo.

Il prezzo di copertina per le pubblicazioni formato e-book garantirà il conseguimento di una cifra vicina al 70% di royalties, con il privilegio di avere l’opportunità di arrivare a milioni di abbonati e no che quotidianamente prediligono acquisto e lettura di un libro tramite Amazon Kindle.

Per le pubblicazioni in brossura, ovvero quelle che Amazon spedisce in formato cartaceo a chi ne faccia richiesta, si può arrivare a guadagnare fino al 60% del prezzo determinato.

Le tempistiche per andare in stampa o essere pubblicati in e-book sono piuttosto celeri, difatti inserito il testo e ultimata la fase di impaginazione, in meno di due giorni il libro potrà essere disponibile online su Kindle o essere spedito ai clienti in formato cartaceo.

5. Lavorare tramite Amazon Vine

Forse non lo si sa, ma rilasciare recensioni su Amazon potrebbe essere un modo innovativo per guadagnare gratuitamente dei prodotti, inviati poi proprio dallo stesso store Amazon. Ebbene è proprio così, lo store online in questione concede ai suoi fruitori la potenziale circostanza di avere accesso a parte del suo programma Amazon Vine.

L’unica condizione è quella di commentare in modo regolare recensioni che siano se lasci in modo regolare delle recensioni obiettive sugli articoli provati o acquistati. 

Tali recensioni non esigono necessariamente un riscontro positivo, quello che più conta è la loro imparzialità

Lasciando un discreto numero di recensioni si potrebbe essere selezionati per il programma Vine. Spetterà poi allo stesso Amazon, in collaborazione con le imprese a spedire gratuitamente dei prodotti da sottoporre a recensione. Il guadagno, quindi, non consisterà in denaro, ma in prodotti funzionali alle recensioni. In seguito alla recensione quegli stessi prodotti rimarranno di proprietà del recensore

6. Guadagnare con Amazon Affiliate Program

Per tutti coloro che siano gestori di blog, di una rivista online, o anche di profili social si potrebbe pensare di guadagnare attraverso il “Programma di Affiliazione di Amazon”.

Effettuando l’accesso alla piattaforma di Amazon Affiliate Program, si potrà usufruire dell’opportunità di avere accesso a banner, link pubblicitari e diversi elementi ideati per suggerire gli articoli in vendita su Amazon ai propri utenti.

Ciascun abbonamento o articolo venduto equivarranno a una relativa percentuale, variante a seconda dell’ambito merceologico o economico. La retribuzione generata con tale programma sarà inviata da Amazon.

Per ogni abbonamento o prodotto si otterrà una ricompensa (mutevole a seconda dell'ambito merceologico e del costo). I guadagni generati con il programma di affiliazione saranno poi accreditati da Amazon sul conto personale.