Tra i tanti modi di guadagnare online che stiamo illustrando in questi giorni (abbiamo visto come sfruttare le app, i siti, una piattaforma di vendita online, diversi tipi di lavoro anche per chi studia e anche i giochi) uno che facilmente verrà in mente a tanti è quello di sfruttare Facebook. Se non altro per il seguito che ha in tutto il mondo e quindi il numero di contatti che possono generare i nostri contenuti.

Tanti modi per guadagnare online su Facebook

Anche se una scherzosa vignetta su “come guadagnare con Facebook” invitava a chiudere Facebook e andare a lavorare, in realtà è possibile guadagnare con Facebook, in diversi modi, che vedremo in questo articolo. Naturalmente ne hanno parlato in tanti. Lo spiega la stessa azienda creata da Mark Zuckerberg, e lo spiegano diversi altri siti. C'è chi riassume le modalità ufficiali, come Socialmediamarketing, e chi propone anche modalità alternative, come Webprofit.

Le visualizzazioni su Facebook

Ma quanto si può guadagnare con Facebook? Dipende dal metodo scelto e, in vari casi, dal numero di contatti che passano per i nostri contenuti. Naturalmente, più sono più si guadagna.

Ma quante persone vedono i nostri contenuti è una variabile difficile da prevedere. Certo non avviene come per esempio su Twitter, in cui tutti i nostri followers vedono tutto quello che pubblichiamo, anche se per breve tempo. Facebook mostra i contenuti a un numero selezionato di utenti che seguono una determinata pagina (o un determinato account, nel caso delle singole amicizie), e poi questo numero può variare in base alle interazioni. 

La logica di Facebook non è diversa da quella di YouTube e altri social: le aziende guadagnano con la pubblicità, e se parte di questa pubblicità viene inserita tra i nostri contenuti, il social ci riconosce una (piccola) parte dei ricavi. 

Facebook Creator Studio

Fatta questa premessa generale, vediamo come Facebook stesso propone di sfruttare il nostro account per guadagnare qualcosa o, come scrivono la stessa Facebook e altri social, “monetizzare”. Operativamente, il punto di partenza operativo per sfruttare Facebook per guadagnare online è consultare la pagina Creator Studio, dove troveremo le nostre pagine con l'indicazione delle modalità di monetizzazione che possiamo sfruttare in base alle sue caratteristiche. 

Articoli istantanei

Per molti la modalità più semplice di monetizzare e guadagnare online con Facebook potrebbe essere quella degli Instant Articles, contenuti postati sul nostro sito Web, secondo precise regole di formattazione,  e condivisi sulla pagina Facebook, in cui Facebook aggiunge delle inserzioni pubblicitarie. Facebook dichiara che questo formato si carica più velocemente sui dispositivi mobili rispetto a un articolo in formato standard.

Video e stelle

La prima modalità, tra quelle principali, suggerita sono le inserzioni “in stream”, all'interno dei video che pubblichiamo su Facebook. I requisiti utili è che i video stessi siano abbastanza lunghi e che abbiano a tema contenuti interessanti per gli utenti ma anche adatti a suscitare l'interesse dei possibili inserzionisti (per esempio, i giochi o le ricette di cucina).

Possiamo decidere noi dove inserire le video inserzioni oppure lasciarlo fare a Facebook, che individua autonomamente i punti di pausa nel filmato. Più le inserzioni saranno visualizzate e più guadagneremo. Conta anche l'importanza del marchio che pubblicizziamo. Le inserzioni sono inseribili anche nei video in diretta. 

Altra modalità legata ai video, che però funziona solo su invito, sono lestelle”, che gli spettatori del video possono “acquistare” e inviare, e guadagneremo un centesimo (di dollaro, ma per comodità possiamo assimilarlo al centesimo di Euro) per ogni stella inviata.

Pubblico pagante

Un secondo modo di guadagnare online con Facebook è farci sostenere anche economicamente dai fans, che pagano un abbonamento “premium” per sostenerci in cambio di contenuti esclusivi o premi di vario genere. Come precisa Facebook, questa modalità al momento è consentita solo su invito, quindi non accessibile a tutti soltanto con i propri mezzi. E in ogni caso è indicata per chi ha un pubblico numeroso e attivo, quindi difficilmente sarà il primo passo per chi vuole iniziare a guadagnare con Facebook. 

Altra modalità che va nella stessa direzione, l'abbonamento ai gruppi su Facebook: è una modalità riservata agli amministratori di gruppo, che possono far pagare l'accesso allo stesso, con lo scopo (dice Facebook) di investire sulla community stessa. Anche qui, il gruppo Facebook di cui siamo amministratori dev'essere numeroso e attivo.

Contenuti sponsorizzati

Quarto modo suggerito da Facebook per monetizzare sfruttando i nostri contenuti è quello di “brandizzarli”, cioè crearli in modo da promuovere un'azienda, un partner commerciale (brand), con tanto di tag all'azienda o al suo prodotto all'interno del nostro contenuto, in cambio di un riconoscimento economico.

In questo caso Facebook si propone come intermediario tra interessi convergenti, quello dei creatori di contenuti di guadagnare, e quello delle aziende di farsi promuovere da utenti del web con un seguito significativo, in modo da allargare la platea dei loro potenziali clienti. Anche qui non è facile, occorre avere un grande seguito su Facebook e creare contenuti adatti e non rischiosi per la reputazione delle aziende. Per accedere a questa modalità di sfruttamento economico dei contenuti su Facebook occorre inviare una richiesta al social. 

Le condizioni di Facebook

Come è facile immaginare, oltre ai requisiti di visibilità delle nostre pagine perché Facebook le ritenga interessanti per inserirvi la pubblicità e pagarci di conseguenza, ci sono anche requisiti generali relativi ai contenuti: sono rifiutati quelli che istigano a odio e discriminazione, e sono rifiutati i trucchi, come l'inserimento di notizie false al solo scopo di attirare clic e interazioni.

Punite anche le interazioni false, così come i contenuti copiati. Inoltre, ci vuole costanza e pazienza nelle pubblicazioni, per almeno 90 giorni, oltre a una buona base di fans, per poter essere ritenuti idonei alla monetizzazione. 

Facebook come tramite

Facebook stessa propone alcune modalità per monetizzare i contenuti all'esterno di Facebook, Audience Network – che porta nelle app le inserzioni degli inserzionisti di Facebook - e Contenuti brandizzati, che riguarda Instagram (che è di proprietà di Facebook). 

Ma possiamo anche sfruttare autonomamente Facebbok come “cassa di risonanza” per guadagnare online in modo indiretto, semplicemente postando sulle nostre pagine Facebook i contenuti del nostro blog o sito, che a loro volta siano già collegati alla pubblicità, per esempio gli annunci di Google AdSense, oppure programmi di affiliazione con aziende (che ci pagano per le vendite dei loro prodotti che passano dal clic sul nostro sito).

Strategie per crescere

In tutti i casi visti, il prerequisito è avere un numero di followers significativo sulla nostra pagina Facebook. In questo video di Christian Salerno (“Krikko”) tratto dal sito Guadagnarecolblog.it, vengono proposte alcune strategie proprio per aumentare e fidelizzare il nostro pubblico.