Guadagnare online: stiamo vedendo tanti modi in cui è possibile farlo: dalle app ai siti che propongono piccole attività, dai sondaggi al blog personale, dalle ripetizioni scolastiche ai video su YouTube. Tante possibilità più o meno impegnative per guadagnare un po' di soldi: pochi o tanti (ma più probabilmente pochi) a seconda della modalità, dell'impegno, del tempo e anche, a volte, di un po' di fortuna. Nella maggior parte dei casi, comunque, si tratta di piccole cifre.

In questo articolo vediamo un modo di guadagnare online sicuramente allettante: il gioco. Sì, giocando è possibile guadagnare soldi veri (pagati solitamente su PayPal) o buoni regalo presso store come Amazon o iTunes, e insieme divertirsi. 

Più mobile che desktop

Sono soprattutto le app che permettono di giocare online guadagnandoci. App molto più che siti, proprio perché è più facile con smartphone e tablet sfruttare i tempi morti per giocare, in particolare fuori casa. Basti pensare ai tragitti casa – lavoro o ai momenti in cui siamo in fila a uno sportello... Ci sono online vari siti che propongono elenchi di app per guadagnare giocando, per esempio 6emme.it e aranzulla.it .

La domanda nasce spontanea: e loro cosa ci guadagnano? Risposta facile: gli introiti della pubblicità. E naturalmente, più utenti usano i giochi e quindi vedono la pubblicità, e più i ricavi per l'azienda o il singolo sviluppatore saranno elevati. Una piccola somma di questi ricavi diventa forma di riconoscimento per la collaborazione del giocatore al profitto del'azienda.

Vari modi di vincere

Di app di giochi online ce ne sono tante, e le formule per accumulare credito sono diverse. O in base al tempo dedicato al gioco, indipendentemente dai risultati, oppure, più spesso, in forma di premio per gli obiettivi raggiunti all'interno del gioco, oppure con la formula “gratta e vinci” o “slot machine”, dove si vince grazie alla fortuna. O ancora, giocando si accumulano biglietti per partecipare all'estrazione di premi. O anche una combinazione di queste formule.

Occhio alle truffe...

Prima di vedere qualcuno dei giochi più popolari che permettono di guadagnare, anche qui, un “alert” contro le truffe. Non fidatevi di chi promette grosse cifre. I soldi, normalmente, non vengono regalati. Nei giochi online affidabili ci vogliono migliaia di punti, e anche decine di migliaia di punti, per incassare pochi Euro. 
Fatta questa doverosa premessa, vediamo qualche esempio pratico. 

Big Time

Spesso le app per giocare in cambio di premi sono giochi a sé stanti, ma contenitori di altri giochi. È questo il caso di Big Time, che permette di giocare a vari giochi, per esempio del tipo “fighting” (battaglie). In base al tempo dedicato al gioco, ma anche ai punteggi raggiunti, si ottengono dei biglietti premio che si possono accumulare per poi convertirli in soldi veri, oppure usare per le estrazioni di altri premi (più sostanziosi, ma più difficili da vincere). Per dare un'idea: con 10000 biglietti si ottengono 0,1 dollari in soldi, mentre la lotteria a cui si può partecipare con gli stessi biglietti ha un montepremi di circa 700 dollari.  L'app Big Time indica i biglietti accumulati e il tempo rimanente per l'estrazione successiva.

APP Station

Ci sono altre due app che funzionano in modo molto simile: APP Station e Cash'em All (la prima, tra l'altro, già dal nome richiama l'idea di essere un “contenitore” di altre applicazioni...).

Entrambe “pagano” su account iTunes, Zalando, Amazon o PayPal: quale scegliere sta alla preferenza dell'utente, a seconda di cosa e dove acquista, naturalmente. Comunque in ogni caso è possibile guadagnare soldi veri. APP Station paga da 0,3 Euro a 20 Euro a seconda del punteggio. In più rispetto a Big Time, qui c'è la possibilità di accumulare punti premio anche invitando altri amici a usare l'app. Per ogni nuovo utente invitato, riceveremo il 25% delle monete (virtuali, poi convertibili in premi reali) che lui o lei avrà accumulato, e viceversa. 

Cash'em All

Cash'em All  ("monetizza tutto") funziona praticamente come APP Station inoltre riconosce un bunus di 250 monete per ogni nuovo utente che si iscrive su nostro invito.

Di Cash'em All parla anche, con la vivacità dei suoi vent'anni, Alessia Macciocca, che pure solitamente si occupa di fashion e lifestyle (con un buon seguito su YouTube e su Instagram), nel video che proponiamo. Lei stessa ammette che è un argomento un po' insolito, a riprova che l'idea di guadagnare online giocando attira un po' tutti, specialmente tra i giovani.

  

Guadagnare giocando “in proprio”

Fin qui abbiamo visto singole app che permettono di accumulare punti convertibili in vario modo in soldi o premi, in cambio della visualizzazione (obbligatoria) della pubblicità, da cui arrivano i soldi che in piccola parte vengono girati all'utente. 

Ma ci sono anche altri modi di guadagnare giocando (il sito Mcesitaliaesport ne propone sette). Se si è molto bravi, pazienti, e anche un po' fortunati, si può fare del gioco online un lavoro con cui arrivare anche a campare, e magari agiatamente, anche se si tratta di una minoranza di casi. Come si fa? Per esempio, con la pubblicità.  Con lo stesso metodo che abbiamo visto per guadagnare con YouTube, con un blog, con i tutorial o con lo streaming video, tipo Twitch. Se con il nostro giocare condiviso online facciamo molti contatti sul web, potremo sfruttare i nostri canali per guadagnare con la pubblicità. Con la differenza che anziché fare lezioni scolastiche, ricette di cucina, oggettistica, moda e quant'altro, parleremo di videogiochi, in teoria e in pratica. 

Dal test al professionismo

Ci sono anche altri modi ancora di guadagnare online attraverso i videogiochi: testare le versioni beta dei nuovi videogame (in cui bisogna comunque essere bravi per essere selezionati dagli sviluppatori del gioco), scrivere recensioni per siti specializzati, vendere i risultati raggiunti ad altri giocatori (si va dalla vendita dei livelli raggiunti, ai bonus e strumenti di gioco accumulati, alla vendita dell'intero account per giocare a livelli avanzati), fino ad arrivare al videogame a livello professionale, negli eSports (electronic Sports, il nome non deve ingannare: non si tratta solo di simulazioni degli sport classici, a partire dal calcio, ma dei videogame in generale.

La sfida più difficile

Se si partecipa a tornei professionistici si arriva a giocare anche per l'intera giornata, ma arrivando al vertice, tra i giocatori più bravi in assoluto, si arrivano a guadagnare centinaia di migliaia di Euro. Oltre a quelli che vengono offerti da vari sponsor una volta che si è entrati nella elite ristretta dei giocatori più bravi in assoluto. Ma per vivere in questo modo, nella elite bisogna arrivarci, ma anche rimanerci, il che non è sicuramente facile... Non è detto però che, partendo dal basso del gioco online remunerato, qualcuno dei lettori di questo articolo non arrivi ad alti livelli.