Sono ormai anni che i social network sono diventati una vera e propria fonte di guadagno. Tra i sogni dei più giovani in primis c’è quello di diventare un ‘influencer’, riuscire ad ottenere visibilità e guadagni tramite le pubblicazioni social. 

In realtà oggi non è neanche così difficile, come in tutte le cose ci vuole impegno e dedizione: più i contenuti pubblicati saranno ricchi e più le persone saranno tentate a lasciare feedback.

Di conseguenza più si riesce a creare rapporto con il pubblico, più le aziende saranno felici di utilizzare i tuoi canali per fare pubblicità ai loro prodotti. Nel tempo si è consolidata l’idea che per fare soldi sui social, per acquisire visibilità e fiducia, ci sia bisogno di tantissimi followers: da qui sono nate le centinaia di migliaia di App, come per esempio comprafollowersitalia.it in grado di creare seguaci falsi per aumentarne il numero totale.

Con il tempo, però, gli algoritmi dei social network si sono raffinati, non è più difficile distinguere account falsi e followers veri, è più facile capire se una persona può essere davvero influente per il suo pubblico o meno, ed è proprio per questo che le aziende non premiano più per n. di followers, bensì per capacità di creare community

Oggi chiunque potrebbe guadagnare attraverso i social network, basta una buona dose di impegno per quanto riguarda i contenuti: non bastano più le belle foto da tanti likes,

c’è bisogno di una buona strategia di comunicazione di base, per far sì che le persone ti seguano devi creare un’idea di te quanto più possibile rassomigliante a ciò che sei nella realtà, e poi comunicarla mettendo in evidenza valori e quotidianità.

 Quali sono allora le tecniche per mantenere vivo un profilo Instagram in modo da riuscire a guadagnare regali e soldi? Vediamo nel dettaglio. 

Guadagnare online come gli influencer 

Cos’è di preciso un influencer? Perché riesce a guadagnare più di uno stipendio medio?

Un influencer è una persona che mostrandosi in rete riesce ad influenzare le scelte e i comportamenti di un determinato gruppo di followers e potenziali consumatori, così ne scrive anche Treccani.

Attraverso il proprio carisma deve riuscire a coinvolgere il proprio pubblico attraverso contenuti persuasivi in modo tale da spiegare perché è meglio un marchio o una semplice abitudine rispetto che un’altra.

Come fanno a guadagnare online? Chi è che li paga? In realtà non è il social a pagare gli influencer, sono le aziende a farlo.

L’influencer decide prima di tutto il settore e quindi la fetta di pubblico al quale volersi rivolgere, successivamente apre i profili social (soprattutto Instagram), cerca di produrre contenuti per attirare followers che possano essere interessati a quella determinata tipologia di contenuto (lo renderà da subito esplicito), successivamente inizierà a contattare i brand trovati attraverso laboriose ricerche, scrivendo solamente a coloro che condividono quella linea di valori base in cui si riesce a rispecchiare.

Guadagnare online con Instagram con pochi followers

Se prima guadagnare su Instagram significava avere decine di migliaia di followers, adesso non è più così. Se prima bisognava avere un fisico mozzafiato, adesso non è più così. Oggi per guadagnare con il social network bisogna essere se stessi e cercare di inviare un messaggio ben preciso, avere qualcosa da dire insomma. 

Si può iniziare a guadagnare anche con 1000-2000 followers, basta che siano persone vere e non profili comprati. Negli anni le aziende si sono rese conto che la maggior parte degli utenti che vantavano grandi numeri di seguaci li avevano comprati attraverso app: numeri ma non potenziali acquirenti.

L’obiettivo non è ormai quindi un grande pubblico, bensì un grande rapporto con quest’ultimo. La strategia è quella di proporre stili di vita e quindi prodotti senza farli sembrare degli spot pubblicitari: le persone odiano gli spot, cercano di saltarli soprattutto quando gli si presentano sui social, qui entra in gioco la bravura degli influencer. Il numero di follower non conta, questo adesso è chiaro, ma ovviamente più followers (veri ed interessati) si hanno, più saranno maggiori i guadagni. 

Un metodo da provare per guadagnare con Instagram senza tanti followers viene spiegato anche da Stefano Castiello, che attraverso il suo canale Youtube spiega come utilizzare il social per trarne guadagni.

Guadagnare online con Instagram? Ma quanto si guadagna con Instagram in Italia?

Il guadagno non dipende dai followers, o meglio, non solo. Si guadagna in base all’engagement ovvero ai commenti e ai like che il pubblico rilascia sui post.

Come spiega emanueleperrini.com di solito un post viene pagato dai 30 ai 60 euro se ha circa 1000 like. Ma se lo stesso numero di like lo riceve un post di un profilo che ha circa 100k followers non guadagnerà di certo di più perché in questo caso la fetta di pubblico che non ha messo il like non interessa comunque al brand.

Ovviamente sono dei prezzi ipotetici perché poi possono cambiare in base alla popolarità, al prodotto che si deve sponsorizzare e al pubblico che si riesce a raggiungere che può variare da post a post.

Ci sono influencer come Giulia De Lellis, spiega Emanuele Perini, esperto in marketing, che guadagnano cifre folli. Per un post, ovvero un solo scatto, arrivano a guadagnare anche 6000 euro: con soli 4 scatti al mese si portano a casa ben 24000 euro. Ma questo perché un post di Giulia De Lellis con 2 milioni di followers arriva a 200mila likes. Detto ciò, quindi, come iniziare a guadagnare attraverso le pubblicazioni social? Vediamo gli step e le varie possibilità.

Come guadagnare online con Instagram

Arrivati fin qui è chiaro che per guadagnre con i social non bisogna essere chissà chi e soprattutto non servono ‘conoscenze’ e favoritismi, si tratta solo di sapersi vendere. Innanzi tutto bisogna utilizzare gli hashtag sotto ogni post in modo da far capire quali sono gli ambiti che si andranno a trattare sulla pagina. Una volta che si raggiunge un pubblico discreto si può iniziare a fare sul serio. 

Come spiega anche shopify.com ci sono 4 modi per guadagnare online attraverso Instagram:

Condividendo post sponsorizzati

Partecipando a programmi di affiliazione 

Creando e vendendo prodotti 

Vendendo le foto a terzi

Vediamo nello specifico ognuna di queste scelte. 

Guadagnare online con Instagram attraverso le sponsorizzazioni 

Si possono contattare aziende in linea con il nostro profilo per proporre delle sponsorizzazioni.

Che significa? All’inizio il brand invierà i suoi prodotti e chiederà di provarli e di farne una recensione condividendola sull'account social. A lungo andare la sponsorizzazione può trasformarsi in un guadagno di denaro reale, ma di solito all’inizio se si hanno pochi followers le aziende non si sbilanceranno troppo proponendo solamente regali. 

Questo potrebbe però essere un richiamo per ancora altri brand che passano dalla pagina e notano il lavoro svolto con competitors: potrebbe spingerli ad una proposta di collaborazione.

Guadagnare online con Instagram attraverso l’affiliazione

In questo caso il guadagno arriva dal link che si inserisce sotto il post: se i followers comprano da quel link per ricevere uno sconto o qualche promozione, una parte del ricavato andrà all’influencer. Per iniziare si può partire da Amazon.affiliate-program che propone un programma di affiliazione aperto a tutti.

Guadagnare online con Instagram vendendo prodotti

E’ sempre più in voga l’apertura di un’attività di vendita online. In questo caso il guadagno varia in base alle vendite per questo prima di intraprendere questa strada è bene consultare un commercialista per quanto riguarda le tasse, ne abbiamo parlato anche qui.

L’importante quando si vende su Instagram è capire che il profilo deve essere come una vetrina di un negozio: per questo le foto devono essere professionali e far vedere nel dettaglio i prodotti. Ci sono molte pagine che hanno iniziato da zero per poi arrivare a diventare delle vere e proprie attività con centinaia di ordini giornalieri. 

Guadagnare online con Instagram vendendo le foto 

C’è un ultimo modo per guadagnare come influencer attraverso Instagram, ovvero vendere i propri scatti. Per esempio un’azienda potrebbe chiedere una foto con un determinato oggetto da poter caricare nel suo feed.

In questo caso userà la foto scattata dall’influencer ma lo retribuirà per il servizio. Ovviamente questo è un caso più raro perché si deve avere determinate caratteristiche che risultino perfette per il brand in questione.