La pandemia ha cambiato non solo le abitudini degli italiani, e più in generale di tutti i cittadini del mondo, ma ha anche radicalmente modificato il mondo del lavoro. Se da un lato la crisi che è seguita alla pandemia ha creato enormi disagi economici e grandi sacche di disoccupazione, dall’altro lato è altrettanto vero che è diventato più facile guadagnare online. Così, se si ha a disposizione una buona (o anche soltanto una discreta) connessione internet e un computer o un tablet, è possibile ottenere guadagni in modo semplice e sicuro.

Ovviamente, questo ha alimentato anche il mercato delle occasioni di guadagno ad alto rischio. Quando non addirittura il proliferare di vere e proprie truffe che promettono soldi facili con poco o pochissimo impegno.

Per districarsi dunque tra le moltissime attività che permettono di guadagnare online occorre allora muoversi con circospezione e scegliere con attenzione le più sicure, per non rischiare di sperperare il proprio tempo in imprese inutili. O, peggio, di sperperare il proprio denaro in investimenti sconvenienti.

La redazione di Trend-Online ha pertanto selezionato i 10 metodi più sicuri per guadagnare online. Scopriamoli più nel dettaglio.

1. Guadagnare online con la vendita di prodotti usati

Vendere prodotti usati è uno dei metodi più sicuri e veloci per guadagnare online. Gli strumenti digitali hanno infatti reso questa attività ancora più semplice e a portata di tutti. 

Tuttavia, quando si sceglie di guadagnare online vendendo prodotti usati, è bene ricordarsi che occorrerà sempre trattare con i potenziali compratori sul prezzo di vendita. E dunque, è opportuno fissare un prezzo iniziale un po’ più alto rispetto a quello al quale si punta a vendere.

Le migliori piattaforme per vendere online in Italia sono le seguenti:

Subito.it;

eBay;

Kijiji.it;

Marketplace di Facebook.

Nel video sottostante, il canale Youtube di Gian's Tech elenca quelle che secondo l'autore sono le migliori strategie per guadagnare online in modo sicuro.

2. Guadagnare online con i sondaggi

Un’altra strategia per guadagnare online in modo sicuro è quella di partecipare ai sondaggi che vengono promossi da alcuni portali dedicati. Molte aziende, infatti, svolgono infatti ricerche di mercato al fine organizzare le proprie strategie commerciali. Un tempo queste ricerche erano svolte da operatori addestrati che contattavano telefonicamente un campione di soggetti ai quali rivolgevano una serie di domande mirate. Oggi, con l’avvento di internet, c’è la possibilità di semplificare questo processo, eliminando i costi di intermediazione (ossia il salario dell’operatore), remunerando direttamente i soggetti intervistati.

Da qui il proliferare di una molteplicità di piattaforme grazie alle quali poter guadagnare piccole (ma sicure) somme di denaro in cambio della compilazione di alcuni questionari.

Essere interpellati e iniziare a guadagnare online in questo modo è estremamente facile. Occorre semplicemente iscriversi presso le piattaforme che organizzano questi sondaggi, compilando un questionario che permette di elaborare il proprio profilo, e attendere. Quando saranno pubblicati sondaggi che potrebbero interessarci, le piattaforme lo comunicheranno ai soggetti che si sono resi disponibili, i quali sceglieranno se partecipare o meno.

Le migliori piattaforme per guadagnare online partecipando ai sondaggi sono le seguenti:

Google Opinion Rewards;

Centro di Opinione;

Toluna;

American Consumer Opinion;

Nielsen Panel & Computer Mobile.

3. Guadagnare online con Youtube

Uno dei metodi per guadagnare online che viene offerto dal web è l’apertura di un canale Youtube. Per farlo occorre naturalmente avere una certa dimestichezza con il montaggio video e con il web marketing. E, soprattutto, occorre molto tempo e molta pazienza.

Se però si riescono a produrre contenuti interessanti, informativi, di qualità, che riescono a cogliere l’attenzione dello sterminato pubblico del web, allora è effettivamente possibile cominciare a guadagnare online.

Come comunicato da Youtube, affinché diventi possibile monetizzare le proprie visualizzazioni sono necessari alcuni requisiti.

Per entrare a far parte del Programma partner di YouTube — il quale consente appunto di guadagnare denaro grazie alle inserzioni pubblicitarie presenti sui propri video — il canale deve aver raggiunto almeno 4 mila ore di visualizzazione negli ultimi 12 mesi e almeno 1000 iscritti al canale. Inoltre, occorrerà rispettare alcune norme sui contenuti e sul copyright, la cui osservazione verrà verificata dallo staff di Youtube non appena saranno raggiunti i requisiti di cui sopra.

4. Guadagnare online gestendo un blog

Anche la gestione di un blog può diventare una attività redditizia che può consentire di guadagnare online. Di nuovo, siamo di fronte a una attività che richiede un dispendio di energie e di tempo notevole. Oltre che doti di scrittura e nozioni di web marketing, grazie alle quali soltanto sarà possibile intercettare l’interesse dei potenziali lettori.

Fondamentali, in questo caso, saranno le nozioni che si posseggono in ambito SEO (Search Engine Optimization), vale a dire la capacità di scrivere contenuti i quali saranno indicizzati dai motori di ricerca, i quali proporranno a propria volta gli articoli a lettori interessati. Inoltre, occorrerà disporre di una buona dimestichezza per ciò che riguarda la gestione di un sito dal punto di vista strettamente tecnico. I blog, infatti, spesso si avvalgono di piattaforme (la più famosa è Wordpress) le quali, pur semplificando l’amministrazione del sito e limitando l’inserimento di complessi codici di programmazione, necessitano comunque di una certa familiarità.

Ciò detto, una volta acquisite tali nozioni, è possibile iniziare a guadagnare online monetizzando il traffico sul proprio blog. Per far ciò, è possibile inserire programmi di affiliazione a pagamento, abbonamenti, prodotti acquistabili come t-shirt o e-book, oppure monetizzando semplicemente le visualizzazioni con programmi come Google AdSense.

5. Guadagnare online con l’e-commerce

Un altro metodo per guadagnare online la vendita di prodotti o servizi online. Se si è già titolari di un’attività, questo diventa molto più facile e immediato. È infatti sufficiente aprire un sito web (o aggiornare quello già esistente) e inserire all’interno di esso una piattaforma e-commerce.

Questa può risultare una operazione molto complicata se non si hanno le competenze tecniche per farlo, e piuttosto costosa se ci rivolge a una web agency. Se invece si ha una certa dimestichezza con Wordpress, è possibile scaricare il plugin gratuito WooCommerce, grazie al quale è possibile aggiungere in modo semplice e rapido una piattaforma e-commerce al proprio sito e iniziare a guadagnare online vendendo in tutto il mondo i propri prodotti.

6. Guadagnare online con gli e-book

Ma è possibile guadagnare online anche scrivendo. In particolare, la vendita di e-book è diventata una attività sempre più diffusa, grazie alla quale opere di narrativa, di saggistica, e manuali di ogni genere possono essere venduti senza l’intermediazione delle case editrici, le quali spesso assorbono la maggior parte dei guadagni derivanti dalla pubblicazione di un testo.

Per far ciò, occorre evidentemente una buona padronanza nella scrittura, ma anche nella grafica poiché se si vuole creare un prodotto vendibile e di qualità è necessario anche provvedere all’impaginazione, e al design della copertina.

7. Guadagnare online vendendo fotografie

Anche la vendita di fotografie può diventare una attività redditizia. I fotografi possono infatti guadagnare online vendendo i diritti delle proprie opere a molte piattaforme (ad esempio Shutterstock) che a propria volta rivenderanno tali immagini, che diventeranno immediatamente utilizzabili per qualsiasi scopo.

8. Guadagnare online vendendo la propria attività come freelance

In ogni caso, qualsiasi professionista può mettere in vendita le proprie prestazioni per guadagnare online. Copywriter, grafici, musicisti, traduttori, web developer, e così via, possono avvalersi di piattaforme come Fiver per pubblicizzare la propria attività e ottenere incarichi da tutto il mondo.

9. Guadagnare online creando temi o plugin

Se si è dei programmatori web preparati e fantasiosi, è inoltre possibile guadagnare online creando e vendendo temi e plugin per tutti i maggiori CMS che vengono utilizzati per creare siti web (come, ad esempio, Wordpress). Una delle migliori piattaforme sulle quali poter vendere i propri progetti è Envato Market.

10. Guadagnare vendendo corsi online

Un’altra attività che può diventare redditizia è la vendita di videocorsi online. Se si padroneggia una materia, e si ritiene di poterla insegnare in modo efficace, è possibile così creare video e contenuti i quali possono essere diffusi (e monetizzati) tramite piattaforme come Teachable, Thinkific, Udemy e così via.