Gli ebook sono i libri in formato digitale. Comodi e versatili, ormai si possono leggere su qualunque dispositivo, dall'e-reader (come ad esempio il Kobo) allo smartphone come ad esempio con l'app di Kindle, scaricabile gratuitamente sia su Google Play che sull'App Store

Un articolo di illibraio.it, spiega come durante la pandemia sono cambiate moltissime delle nostre abitudini tra le quali anche la lettura: se il numero di persone che legge libri cartacei è sceso, è aumentato invece il numero delle persone che legge ebook. 

Bisogna inoltre tenere in considerazione che le vendite online hanno subito un rallentamento e le biblioteche sono rimaste chiuse a lungo. 

Gli ebook non si possono solo comprare ma anche scrivere e vendere.

In quest'articolo vedremo diverse piattaforme online che offrono la possibilità di pubblicare un ebook a costo praticamente zero, l'ideale se da sempre sognate di vedere il vostro libro pubblicato. 

Tra le piattaforme più note di auto-pubblicazione ci sono sicuramente Payhip, Lulu, Amazon Kindle Direct Publishing, Kobo Writing Life e YouCanPrint. 

Queste piattaforme danno la possibilità agli autori di autopubblicare un ebook senza costi aggiuntivi e di fissare liberamente il prezzo. Ogni sito trattiene poi una piccola percentuale da ogni vendita. 

I guadagni chiaramente variano caso per caso. Bisogna infatti tenere sempre in considerazione che non si guadagna mai interamente il prezzo di vendita precedentemente fissato poiché ogni sito trattiene una percentuale.

Chiaramente però mettere in vendita un ebook tramite queste piattaforme consente di vedere il proprio manoscritto pubblicato in pochissimo tempo.

Come vedremo infatti nel corso di quest'articolo, l'auto-pubblicazione di ebook presenta sia dei vantaggi che degli svantaggi. 

Iniziamo spiegando che cosa sono gli ebook. 

Ebook: cosa sono

Gli ebook sono dei libri in formato digitale che si possono leggere su diversi dispositivi quali tablet, PC, cellulare oppure attraverso i cosiddetti supporti e-reader, come ad esempio il Kindle o il Kobo. 

In formato ebook si possono trovare tantissimi libri, dai classici più noti fino ai libri o manuali di autori emergenti che hanno da sempre il sogno di diventare scrittori oppure di diffondere le loro esperienze in merito a un determinato ambito che può essere di interesse collettivo. 

Sono sempre più diffusi infatti ebook di finanza dove imprenditori esperti raccontano la propria esperienza in quest'ambito, spaziando da normali investimenti fino ad arrivare alle criptovalute, argomento molto in voga in quest'ultimo periodo. 

L'aspetto più interessante è che non sempre gli ebook sono a pagamento. In alcuni casi infatti, è possibile trovare anche degli ebook gratuiti, soprattutto su Kindle. 

Come avrete già capito, è possibile scrivere un ebook e venderlo online. Vediamo come! 

Ebook: come venderli online

Esistono diversi siti online che offrono la possibilità di pubblicare il proprio ebook. Ecco i siti suggeriti da fastweb.it:

Payhip è un sito in lingua inglese. Per poter pubblicare il proprio ebook è necessario prima creare un account. Chi sceglie di pubblicare il proprio lavoro con Payhip, ha il controllo sul proprio ebook e può scegliere il prezzo. 

Payhip trattiene solo un 5% dei guadagni. Il resto del denaro è tutto dell'autore. 

Anche Lulu è un'ottima piattaforma per poter vendere i propri ebook senza costi aggiuntivi. L'autore guadagna l'80% dalle pubblicazioni. Il restante 20% lo trattiene Lulu per le spese di gestione del sito. 

Anche Kobo, il noto marchio di e-reader, mette a disposizione un servizio di vendita ebook chiamato "Kobo Writing Life". Basta semplicemente creare un account, pubblicare l'ebook, impostare il prezzo e poi il denaro verrà accreditato sul conto corrente dell'autore. 

Pubblicare invece un testo con YouCanPrint dà la possibilità di vendere il proprio ebook sui principali store online.

Le percentuali di guadagno variano a seconda di dove venga venduto l'ebook:

  • nei bookstore online il guadagno è del 50%
  • su Amazon il guadagno varia dal 20% al 50%
  • su Google Play il guadagno è del 40%
  • sul sito di YouCanPrint il guadagno è del 70%

Per quanto riguarda le vendite, è possibile controllarle in tempo reale dall'account oppure tramite l'applicazione di YouCanPrint. 

Dal momento che esistono diverse piattaforme di auto-pubblicazione, il consiglio è quello di scegliere quello di scegliere chiaramente quella più conveniente. 

Dopo aver spiegato come pubblicare gli ebook con Payhip, Lulu, Kobo Writing Life e YouCanPrint, vediamo adesso come è possibile venderli con Amazon!

Ebook: come vendere gli ebook su Amazon

Tra i moltissimi servizi messi a disposizione da Amazon c'è anche Amazon Kindle Direct Publishing, la piattaforma che permette di pubblicare il proprio ebook gratuitamente e di metterlo in vendita nel più celebre sito e-commerce. 

Pubblicare un ebook con Amazon Kindle Direct Publishing è molto semplice.

Innanzitutto è necessario scrivere una piccola descrizione che riassuma il contenuto del testo. Dopodiché bisogna inserirlo nella categoria più appropriata: gialli, fantascienza ecc. 

Chi sceglie di pubblicare il proprio libro con Amazon può scegliere liberamente il prezzo.

La pubblicazione richiede pochissimi minuti e nel giro di uno o due giorni il testo viene poi inserito nei Kindle Store di tutto il mondo. 

L'autore ha la possibilità di mantenere il controllo sui propri diritti e guadagna il 70% dalle proprie vendite nella valuta scelta.

Naturalmente può anche modificare i suoi libri in qualsiasi momento. 

Il libro può essere pubblicato sia in formato digitale (dunque in ebook) ma anche in formato cartaceo.

Amazon Kindle Direct Publishing dà inoltre la possibilità di controllare le proprie vendite in tempo reale, nonché di creare una pagina personale su Amazon con "Author Central". 

Il modo migliore per indirizzare la ricerca consiste nell'inserire le giuste parole chiave che riguardano l'ambientazione, i tipi di personaggi e i loro ruoli all'interno della storia, la trama e il tono del libro.

Da evitare assolutamente i giudizi soggettivi sul proprio manoscritto e gli errori di ortografia. Usando i dovuti accorgimenti è possibile infatti rendere più visibile il proprio ebook. 

Sul sito di Amazon Kindle Direct Publishing troverete tutte le informazioni necessarie per pubblicare e curare al meglio il vostro ebook!

Dopo aver spiegato come pubblicare i propri ebook con il servizio Amazon Kindle Direct Publishing, vediamo adesso quanto si guadagna più o meno dalla vendita degli ebook online sulle varie piattaforme. 

Ebook: quanto si guadagna

I guadagni chiaramente sono variabili e non esiste un accredito fisso. Il tutto dipende necessariamente dalle vendite e dal prezzo impostato. 

Da ogni ebook infatti non si guadagna quasi mai l'importo totale di vendita scelto ma sempre e solo una percentuale. 

Quindi bisogna sempre considerare che dalla vendita di un ebook viene sempre trattenuta una parte del denaro. 

Dal momento che spesso le persone che scelgono di auto-pubblicare i propri ebook non sono conosciute dal grande pubblico, è consigliabile non impostare un prezzo particolarmente alto sulla propria opera poiché rischia di rimanere invenduta. 

La cosa migliore da fare, almeno all'inizio, è quella di stabilire un prezzo non eccessivo, magari sotto i 10 euro. In questo modo le persone sono più spronate ad acquistare un ebook. Nel caso in cui la vostra opera riscuota un certo successo, si può valutare di alzare il prezzo degli ebook successivi. 

L'importante è sempre farsi due calcoli prima di impostare definitivamente il prezzo del proprio ebook, tenendo conto chiaramente delle percentuali stabilite dalle varie piattaforme. 

Dopo aver spiegato come funzionano i guadagni degli ebook, vediamo adesso quali sono i vantaggi e gli svantaggi dei libri digitali!

Ebook: vantaggi e svantaggi

Gli ebook presentano sia dei vantaggi che degli svantaggi. Sicuramente sono molto comodi e, molto spesso, anche meno costosi rispetto al classico libro cartaceo. Non è ormai più necessario nemmeno essere in possesso di un e-reader per poterli leggere: basta uno smartphone, un tablet oppure un PC. 

Lo svantaggio è che gli ebook, nonostante presentino lo stesso contenuto del libro cartaceo, non sono esteticamente affascinanti allo stesso modo. 

In quest'articolo ci siamo occupati della vendita degli ebook. Dunque è lecito chiedersi:"Quali sono i vantaggi e gli svantaggi nel vendere i propri testi in formato ebook?". 

Il vantaggio principale è che, grazie alla diverse piattaforme presenti online di cui abbiamo parlato, praticamente chiunque oggi può pubblicare a costo zero il proprio manoscritto in formato digitale e in alcuni casi anche cartaceo. 

Procedere con l'autopubblicazione è l'ideale soprattutto se si custodisce un manoscritto da tanto tempo ma è stato rifiutato dagli editori più noti. 

Tuttavia l'auto-pubblicazione ha anche degli svantaggi. Se è vero che non sempre gli editori pubblicano il libro di uno scrittore emergente, è anche vero che, quando succede, i lettori lo acquistino semplicemente perché apprezzano il catalogo di una determinata casa editrice. 

In questo caso, sebbene i costi di produzione siano di gran lunga maggiori e ci vuole anche un po' di fortuna, i guadagni prima o poi arrivano anche se si è scrittori emergenti. Inoltre, si viene conosciuti molto più velocemente e, in caso di successo, la casa editrice potrebbe valutare di curare un secondo manoscritto. 

Nel caso in cui invece si scelga l'auto-pubblicazione e si è sconosciuti al grande pubblico, i guadagni saranno sicuramente più lenti. Questo è il motivo per il quale è consigliabile fissare un prezzo basso dei propri lavori, almeno all'inizio. 

Il modo migliore per far conoscere il proprio ebook è sicuramente quello di parlarne sui social network poiché la diffusione delle informazioni è sicuramente più immediata. 

L'auto-pubblicazione di ebook raramente può trasformarsi in un'attività lavorativa però può diventare una piccola entrata alla fine del mese.