Guadagnare soldi veri online è il sogno di tanti, ma non è semplice: in un modo o nell'altro, richiede comunque tempo, energie, pazienza, a volte un investimento economico iniziale. Insomma, è un lavoro vero e proprio. Nel precedente articolo abbiamo visto alcune possibilità per guadagnare soldi veri con le app. Qui vediamo, più in generale, alcuni modi per guadagnare soldi veri online sfruttando Internet. Come fa Finaldesign, che propone ben 17 possibilità, nonché la loro combinazione. Oppure Finaria.it, che indica anche tra le possibilità i bitcoin o l'investimento in Borsa.

Questa volta non avremo a che fare con un elenco di prodotti, piuttosto con alcune tipologie di attività, senza far mancare qualche esempio concreto. 

Vendite e sondaggi online

Alcune attività – e anche alcune aziende - sono le stesse che abbiamo già visto con le applicazioni per smartphone e tablet: si tratta in particolare dei siti più noti per vendere oggetti personali, come Subito.it, Kijiji, Ebay.
Analogamente, come ci sono le app, così ci sono i siti web dedicati ai sondaggi, rispondendo ai quali si guadagnano piccole cifre. Il fatto è che in alcuni casi – come quello di Alta Opinione – il compenso consiste in buoni acquisto per catene convenzionate, tra cui Amazon, Zalando, Coin, Carrefour.

Ci sono però anche siti di sondaggi che pagano soldi veri: uno è American Cosumer Opinion, e paga in dollari su PayPal: per incassare bisogna raggiungere almeno 10 Euro, corrispondenti a 1000 punti. Se si pensa che con un sondaggio breve, come quello di benvenuto con cui si comincia, si accumulano 5 punti, è facile capire che con soluzioni di questo tipo per raggiungere guadagni apprezzabili il tempo non è poco. 

Scrittura online

Uno dei modi tutto sommato semplici, anche se non estremamente remunerativi, per guadagnare soldi veri online è quello di scrivere su commissione: o collaborando a un singolo sito (per esempio diventando un redattore di Trendonline...) oppure offrendo la propria competenza a vari clienti e per vari tipi di testi: articoli di notizie, ma anche recensioni e schede prodotto, traduzioni, perfino sbobinature di video. 

Un sito famoso in questo senso è Melascrivi (dove naturalmente nel logo compare una mela...). Il compenso è calcolato a parole, e il valore di una parola varia a seconda della qualità del testo, e quindi di fatto del redattore, espressa in stelle. Si va da 8 millesimi di Euro a parola, per cui con 1000 parole si guadagnano 8 Euro, per chi ha attribuita una stella (che è la base di partenza per tutti) fino a 1,5 Euro a parola per chi ha raggiunto il livello di qualità massimo, che è di 4 stelle (per cui con 1000 parole si guadagnano 1500 Euro. Si paga una commissione di 0,70 Euro ad articolo e si viene pagati alla soglia minima dei 25 Euro.

Accenniamo soltanto, qui a un altro modo per guadagnare con Internet scrivendo: gli e-Book. Se siamo esperti di un argomento, possiamo scrivere, per esempio, delle guide e metterle in vendita. 

Vendere online per guadagnare di più

Vendere oggetti online, scrivere articoli o rispondere a sondaggi sono soluzioni per guadagnare online arrotondando lo stipendio. Il web offre anche strumenti per guadagnare veri e propri stipendi. Ma appunto, per guadagnare uno stipendio bisogna lavorare, e quindi anche l'attività che avviamo sul web dobbiamo considerarla un lavoro. Con la differenza che per avere le prime entrate significative dovremo aspettare ben più della classica fine del mese. Ma le opportunità non mancano.

Le inserzioni pubblicitarie

Il modo più immediato per guadagnare online con i contenuti e in proprio (cioè non lavorando su commissione per altri) è la pubblicità. E per averla occorre realizzare contenuti di qualità, conoscere le tecniche SEO per ottenere migliori posizionamenti nei motori di ricerca, farsi conoscere. Obiettivo: raggiungere un numero significativo di visualizzazioni tali da rendere il nostro spazio sul web appetibile per gli inserzionisti. 

Due canali per guadagnare online in questo senso sono creare un blog e caricare video, principalmente su YouTube perché è la piattaforma di gran lunga più frequentata (anche se ne esistono altre, come Vimeo e DailyMotion). 

Crearsi un blog

In entrambi i casi il modo più veloce per iniziare a guadagnare soldi veri online è inserire dei banner pubblicitari (o meglio, permettere alle aziende di farlo). Per quanto riguarda il blog, il servizio più popolare in questo senso è Google AdSense: naturalmente più alte sono le visualizzazioni dei propri contenuti, maggiori saranno i guadagni.

Un altro modo sono i programmi di affiliazione, cioè usare il proprio spazio come tramite per gli affari di un'altra azienda. Il sistema è quello dei link sponsorizzati, per esempio da Amazon: se l'operazione di acquisto è passata dal link presente sul nostro blog, avremo una percentuale sulla transazione. Quando poi si diventa noti tramite la propria “vetrina” si può guadagnare tramite corsi o eventi anche offline, invitati magari dagli inserzionisti.

I video su YouTube

Il discorso di “monetizzare i contatti web” vale naturalmente anche per i video: YouTube ha pronto un pulsante “Monetizzazione del canale”, ma solo per chi raggiunge una soglia minima di accessi annuali. Quando si raggiungono 1000 iscritti al canale e 4000 ore di visualizzazione in un anno, si può diventare partner di YouTube e quindi guadagnare soldi veri con la visualizzazione dei propri contenuti. 
Altro modo per guadagnare con i video, è vendere i propri contenuti (corsi, lezioni). Ma prima bisognerà acquisire una certa autorevolezza e notorietà.

Il commercio elettronico

Un altro modo di guadagnare soldi veri con Internet, forse anche un po' più semplice del blog e dei video, è farsi intermediari tra venditore e acquirente del commercio elettronico. 

Un modo è partecipare ad Amazon FBA (la sigla sta per “Fullfillment by Amazon”, cioè “gestito interamente da Amazon) per cui se abbiamo da vendere del nostro lo mandiamo ad Amazon, mentre le schede di accompagnamento si preparano online, e il marketplace gestirà la vendita e la consegna  “con i suoi potenti mezzi”, in cambio di un costo di 39 Euroi al mese. L'account gratuito costa € 1 per ogni articolo. La pagina italiana è Logistica di Amazon.

Se ce la sentiamo di rischiare qualcosa in più, possiamo fare da tramite, acquistando la merce all'ingrosso e poi rivendendola su Amazon, ma naturalmente il rischio aumenta perché non è detto che riusciamo a rivendere il prodotto acquistato o a farlo a un prezzo che ci fa quadrare i conti. 

Il dropshipping

Altra possibilità non troppo diversa da Amazon FBA è il Dropshipping: si tratta di aprire un negozio virtuale e poi acquistare da terzi i prodotti che il pubblico richiede e rivenderli al cliente finale (che riceverà l'articolo direttamente dal nostro fornitore) guadagnando sulla differenza tra acquisto e vendita. Ci sono già piattaforme telematiche predisposte allo scopo, per esempio Shopify.

Il video che riportiamo di seguito, a cura di Scuola Ecommerce, spiega  bene come funziona il dropshippung e anche i suoi pro e contro. Il sistema ha il vantaggio di costi bassi, soprattutto in partenza perché non occorre acquistare prodotti o gestire un proprio magazzino e le relative spedizioni. 

Il contro è lo scarso controllo e possibilità di personalizzazione praticamente nulla sui prodotti stessi e sulla fase di spedizione (che sarebbe importante per la fidelizzazione del cliente) e di conseguenza la maggiore difficoltà di crearsi un brand e quindi di risultare riconoscibili e visibili su Internet, dove la concorrenza è molto alta. Si tratta infine di scegliere fornitori onesti e affidabili (anche il fornitore infatti ha il suo vantaggio dal sistema) e che non pratichino a noi prezzi troppo alti, riducendo il margine di guadagno sulla vendita al cliente finale.



Altre possibilità di guadagnare soldi veri online

Abbiamo visto alcuni dei modi “classici” di sfruttare Intenet per guadaganare soldi veri online. Ci sono ancora altre possibilità di guadagnare soldi veri online: la principale è la vendita, che può essere di domini (i nomi dei siti), di oggetti fatti a mano, di fotografie/ video, di e-book o anche, se si è abbastanza conosciuti, della propria notorietà, inserendo pubblicità sul proprio sito o collaborando con aziende per promuovere il loro brand sui nostri canali. C'è poi l'investimento in borsa,(il famoso trading online) o l'acquisto delle criptovalute, dove però il fattore di rischio è più alto e abbiamo meno controllo sulle operazioni e sui risultati.