Non è passato ancora un mese da quando Mark Zuckerberg ha annunciato ufficialmente la nuova Facebook, ovvero Meta Platforms, e il nuovo obiettivo: la conquista del metaverso. Tuttavia già in molti sono pronti a salire sul carro dei mondi virtuali, dai private equity, che vedono nel comparto nuove opportunità d'investimento, a un lungo elenco di aziente tecnologiche: Cisco Systems, Advanced Micro Devices (Amd), Broadcom, Taiwan Semiconductor Manufacturing Company (Tsmc, il maggiore produttore al mondo di semiconduttori conto terzi). Anche rivali dirette di Facebook come Alphabet (Google) o colossi della new economy come The Walt Disney Company possono dire la loro ovviamente ma alla fine chi trionferà nella corsa al metaverso?

Chi trionferà nel metaverso di Facebook? Disney e Intel sono in gara

Mentre molti titoli hanno già spiccato il volo a Wall Street in scia all'annuncio di Zuckerberg, Bespoke Investment Group ha dato la sua risposta alla domanda, creando un indice composto da 30 società divise in sette categorie: produzione di contenuti, software per la virtualizzazione, cybersecurity, commercio elettronico, advertising, hardware e data. "Lo sviluppo del metaverso coinvolgerà molti player. Questa Internet di nuova generazione richiederà un'infrastruttura cloud, elaborazione dei dati, creazione di contenuti, sicurezza informatica e molto altro", ha spiegato Bespoke, secondo quanto riporta Barron's.

Nel metaverso di Facebook spazio per Disney e Intel, Cisco e Nvidia

Nel nuovo Metaverse Index di Bespoke c'è spazio per i nomi più ovvi: il primo è quello di Nvidia che, in tempi non sospetti, aveva già lanciato il suo pacchetto di strumenti Omniverse Enterprise (per Nvidia il metaverso è un omniverso). Altri più immediati sono quelli di società attive nei videogiochi (a oggi il settore più vicino al metaverso con i suoi mondi virtuali di gioco), dal gigante Activision Blizzard a creatori di piattaforme e software per lo sviluppo come Roblox e Unity Software. Bespoke considera poi anche Coinbase. "Proprietà e valute digitali avranno probabilmente un valore reale attraverso l'uso dei nonfungible token (NFT)", nota Bespoke. Coinbase per altro ha una sua piattaforma per lo scambio di Nft.

Cupertino fuori dal metaverso di Facebook per puntare sull'Apple Car

E Apple ne rimarrà fuori? Zuckerberg anche nella presentazione della sua idea di metaverso non ha evitato di riferirsi all'accerrima rivale (diventata acerrima a causa della recente disputa sulla pubblicità, il cosiddetto Admageddon), sostenendo che il suo obiettivo è quello di un metaverso aperto, certo non di un giardino privato. Cupertino, che per decenni si è fatta forte proprio della sua piattaforma chiusa diventata un ecosistema senza paragoni grazie al successo dell'iPhone, ha ovviamente tutte le carte in regola per farsi il suo metaverso, anche se oggi, probabilmente ha altro a cui pensare. Forse l'Apple Car? (Raffaele Rovati)