La felpa dell'invisibilità che fa impazzire il riconoscimento facciale

Tecnologia e moda è possibile? Un capo speciale sembrerebbe essere la risposta: parliamo di una felpa dell'invisibilità, che manderebbe in tilt il riconoscimento facciale. Scopriamo di cosa si tratta.

la felpa dell'invisibilità che manda in tilt il riconoscimento facciale

Ormai la nostra realtà sembra avvicinarsi a un vero e proprio Grande Fratello, con i suoi sistemi di riconoscimento facciale sempre più diffusi. Di fronte a questa esposizione, spesso ci chiediamo se sia possibile ingannare la videosorveglianza, soprattutto di fronte all'inarrestabile sviluppo della tecnologia. E se la risposta fosse proprio la moda?

A quanto pare, ci sarebbe una felpa che funzionerebbe quasi come un mantello dell'invisibilità, mandando in tilt i sistemi di riconoscimento facciale. Ma di che si tratta?

Il sistema di riconoscimento facciale: che cos'è l'occhio della tecnologia

La tecnologia è in costante sviluppo e i sistemi di riconoscimento facciale ne sono la prova: fedele ammiratrice, la videosorveglianza segue registrando i lineamenti, rendendo possibile risalire a un soggetto in qualunque momento. Quasi come in un romanzo distopico di Orwell, quest'occhio non sembra arrestare il suo campo visivo, tanto che ci si chiede fino a dove arriverà la sua diffusione. Molti ritengono che si tratti solamente di una tecnica per scopi di sicurezza oppure per monitorare i cittadini nei regimi dittatoriali. Tuttavia, c'è molto altro, tant'è che spesso è uno strumento utilizzato per fini commerciali. Ma di che cosa si tratta?

Il riconoscimento facciale è una tecnica biometrica volta ad identificare una persona sulla base di modelli a sua volta fondati sui suoi contorni facciali. In particolare, sono i valori misurati rispetto alla variabile associata ai punti del volto di un soggetto a consentirne l'identificazione, effettuata anche dalle applicazioni mediante la stessa tecnica.

La felpa che rende invisibili: manda in tilt il riconoscimento ufficiale

I sistemi di videosorveglianza con riconoscimento facciale sono uno strumento il cui uso non sembra volersi arrestare. Di fronte a una realtà in cui tali risorse pullulano sempre di più, sorge spontaneo chiedersi se sia possibile anche solo ''sospendere'' il loro utilizzo. A quanto pare sì, ed è proprio un gruppo di ricercatori dell'Università del Maryland a fornirci la risposta. Infatti, essi hanno realizzato una felpa particolare, dallo scopo non convenzionale che, attraverso la sua grafica decorativa, farebbe impazzire le intelligenze artificiali.

In particolare, il Dipartimento di Informatica dell'Università dichiara:

"Questo elegante maglione è un ottimo modo per stare al caldo quest'inverno. È dotato di una fodera in micropile impermeabile, un taglio moderno e pattern anti-IA, che aiuteranno a nascondersi dai rilevatori".

A proposito del test, si è utilizzato YOLOv2, uno dei sistemi di rilevazione in tempo reale più diffusi, allo scopo di creare una specie di collage di immagini e colori per mandare in tilt le intelligenze artificiali. Innanzitutto, è bene ricordare che i sistemi di rilevamento utilizzano database di immagini e dettagli, per riscontrare la loro presenza nell'inquadratura. Per confondere questo meccanismo, è stato necessario generare un pattern opposto a quello di ricerca e identificazione.

Detto questo, non cantate vittoria, in quanto il sistema ha un tasso di successo di circa il 50%; tuttavia, di fronte a una tecnologia in costante evoluzione, possiamo ben sperare in un aumento di questa percentuale.

Leggi anche: Intel lancia FakeCatcher: riconosce i DeepFake analizzando il flusso sanguigno