Tante le novità che riguardano la Legge 104 nel 2022 e l’ultima arriva proprio di recente e riguarda l’entrata in vigore della Disability Card.

Si tratta di una tessera assegnata a disabili e portatori di handicap, con cui poter sfruttare una serie di vantaggi, quali ad esempio le tariffe agevolate per i trasporti e più in generale le agevolazioni che riguardano sport, cultura, attività ricreative.

La carta sarà richiedibile sul sito dell’INPS a partire da aprile 2022, come annunciato in conferenza stampa dall’ente e dagli esponenti governativi.

Ma la grande novità è che tali agevolazioni saranno valide in tutta Europa, perché l’obiettivo è quello di offrire una tracciabilità europea della disabilità, cioè fare in modo che i titolari di Legge 104 vedano molte delle agevolazioni riconosciute anche fuori dai confini nazionali, negli altri Paesi Membri dell’UE.  

Ritornando sul suolo italiano, arrivano altre novità sempre nell’ambito della Legge 104, come conseguenza della proroga allo Stato di Emergenza fino ad aprile 2022. Per esempio, dovrebbero essere rinnovate molte delle agevolazioni lavorative, quali permessi retribuiti e soprattutto i 12 giorni al mese di smart working.

In ultimo, poiché tocca sempre le sfere di tutela della Legge 104, ricordiamo l’attivazione recente di un bonus per i caregiver, cioè il bonus genitori di figli disabili INPS, che assegna ai nuclei con disabili a carico e in difficoltà economiche un contributo mensile variabile per un anno dai 150 ai 500 euro.

Dunque, partendo dalla nuova Disability Card vediamo cosa cambia e quali novità ci sono nel 2022 per i soggetti che ricadono nella sfera di tutela della Legge 104/92.

Arriva la Disability Card per disabili e portatori di handicap con la Legge 104! Che cos’è?

A scoppio piuttosto ritardato l’INPS comunica che ad aprile 2022 sarà finalmente attiva, per chi ricade sotto le sfere d’influenza della Legge 104, la Disability Card. Si tratta di fatto non solo dell’introduzione di una serie di agevolazioni nuove per chi ne usufruisce, ma anche di un modo più facile di gestire le vecchie.

Il progetto Disability Card rientra in una serie di disposizioni che vengono direttamente dall’UE e a cui hanno aderito tutti i Paesi Membri.

Tale misura fu introdotta per la prima volta in Italia dalla Legge di Bilancio 2019, che stabiliva una dotazione da 4,5 miliardi di euro da assegnarsi a questo scopo per il triennio 2019-2021. A bloccarne però l’entrata in vigore, prevista ora per aprile 2022, è stato lo scoppio della pandemia.

Come la gran parte delle agevolazioni previste con la Legge 104, anche la Disability Card sarà gestita dall’INPS e dovrà essere richiesta sul portale web dell’istituto.

Dal punto di vista grafico la Disability Card, se guardiamo al prototipo disponibile sul sito ufficiale, si presenta come una carta plastificata con dati anagrafici e foto sul recto, mentre sul verso un codice QR. Questa carta assegna infatti ad ogni beneficiario un codice QR, valido in tutta Europa, che deve essere scansionato per godere delle agevolazioni dovute.

A quali nuove agevolazioni si ha diritto con la Legge 104 grazie alla Disability Card?

Ad esempio i disabili che ricadono sotto le tutele della Legge 104 nel 2022 avranno diritto, come del resto anche ora, ad una serie di tariffe agevolate come quelle per i trasporti pubblici. Per agevolazioni di questo tipo come per eventuali ingressi gratuiti o scontati in musei ed altri edifici, basterà mostrare la carta disabilità e si otterranno immediatamente i vantaggi spettanti.

Per quanto riguarda il complesso di agevolazioni a cui dà diritto la Disability Card in Italia essi sono in via di definizione. Sulla tempistica non vi sono dubbi poiché l’entrata in vigore ad aprile 2022 è stata annunciata in conferenza stampa dall’INPS e dal governo Draghi.

Il grande passo avanti di questo progetto è che a prescindere dalle agevolazioni previste in Italia dalla Legge 104, disabili e portatori di handicap avranno a disposizione una serie di vantaggi comuni in tutta Europa. Ci sarà insomma un tracciamento europeo della disabilità con la Legge 104 che si amplierà di nuovi vantaggi europei per chi ricade sotto le sue tutele e tali vantaggi saranno validi in tutti i Paesi Membri.

Questo perché quando un disabile o portatore di handicap si reca in un paese straniero non gli sono al momento garantite le stesse agevolazioni dei cittadini del paese di destinazione e neanche di quello di origine, proprio per chi è manca un tracciamento, cioè un modo perché gli altri Stati possano riconoscere che il soggetto è disabile. Tali agevolazioni incluse nella Disability Card investiranno molti settori quali sport, trasporti e cultura.

Ai Paesi Membri spetta il compito di definire quali sono i soggetti beneficiari, che in Italia sono gli stessi che hanno accesso alle tutele della Legge 104, con un tipo di handicap o disabilità medio o grave, così come a coloro che si definiscono invalidi civili o di guerra.

Un quadro completo sul funzionamento e i vantaggi che si possono ottenere con la Disability Card è offerta dal video YouTube di Ability Channel, che vi proponiamo di seguito e di cui vi consigliamo la visione:

  

12 giorni al mese di smart working con la Legge 104, fino ad aprile 2022?

Dunque, con la Disability Card chi ricade sotto le tutele della Legge 104 avrà non solo nuove agevolazioni 2022, ma esse saranno valide in tutta Europa.

Lasciando da parte questo progetto della comunità europea, disabili e portatori di handicap avranno a disposizione anche nuove agevolazioni all’interno dei confini del territorio italiano per effetto della proroga allo Stato di Emergenza.

Rientrando nei confini nazionali infatti, c’è da registrare che con provvedimento già varato lo Stato di Emergenza ha adesso validità fino al 31 marzo 2022.

Si attende quindi anche la proroga della possibilità, fintanto che la situazione emergenziale è in atto, del diritto ai 12 giorni di smart working al mese fino almeno ad aprile 2022.

Nasce il bonus genitori di figli disabili INPS, nuova agevolazione con la Legge 104

Concludiamo la nostra rassegna sulle novità 2022 che riguardano la Legge 104, con l’arrivo di un nuovo bonus INPS.

Viene finalmente attivato il bonus genitori di figli disabili INPS con cui i nuclei con figli a carico affetti da disabilità e in difficoltà economiche possono ottenere un contributo mensile per 12 mesi, che eroga 150 euro al mese se in famiglia è presente 1 figlio disabile; 300 euro al mese con 2 figli disabili; 500 euro al mese con 3 o più figli disabili.

Il bonus INPS sarà attivo fino alla fine del 2023 e possono accedervi i nuclei monoreddito, monoparentali o con genitori disoccupati, il cui ISEE sia comunque non superiore a 3.000 euro all’anno.

Inoltre, per avere accesso a questo bonus INPS è richiesta la condizione aggiuntiva che la disabilità del figlio sia quantificata dall’ASL almeno al 60%, se il soggetto ha la maggiore età. Nel caso di minori, dove non sia possibile il calcolo percentuale del grado di handicap, questi devono essere ritenuti non in grado di svolgere le attività che alla loro età si richiedono, in completa autonomia.

Come tutti i bonus INPS l’invio della domanda di richiesta prevede lo svolgimento procedura telematica online sul portale web dell’istituto.

Ricordiamo poi, come altra novità 2022, che con la Legge 104 sono previste anche maggiorazioni all'Assegno unico per i figli, cioè la misura che entrerà in vigore l’anno prossimo e che assorbirà la gran parte dei bonus famiglia INPS: Anf, bonus bebè, bonus mamme domani, bonus asilo nido.