Microsoft: la piattaforma lancia una nuova app!

Chiunque al sol sentire la parole Microsoft è entusiasta e curioso di venire a conoscenza delle novità che la piattaforma più famosa di sempre ha in serbo per l'anno nuovo. Con gli eventi degli ultimi anni il mondo del digitale è stato fondamentale per portare avanti anche le azioni più semplici, da una riunione di lavoro, allo svolgimento concreto di mansioni di lavoro. Ecco la chicca imperdibile in arrivo!

Image

Se anche tu sei un appassionato di informatica e di tutto ciò che ha a fare con il digitale, sei nel posto giusto! Direttamente dalla Microsoft sono trapelate delle novità e delle informazioni incredibili sulla nuova app studiata dal team di Bill Gates e Paul Gardner Allen. Sei pronto a scoprire di cosa si sta parlando?

La nuova applicazione è funzionale al mondo del lavoro, dato che a causa degli ultimi eventi sulla pandemia di coronavirus che dal 2019 sta devastando il mondo, sembra proprio essere di grande aiuto, ma non solo. 

Si tratta di una valida avversaria di un altro sistema che ha spopolato qualche tempo fa nello smartworking. Ecco tutte le news da non perdere per il 2022!

Microsoft: storia del fenomeno mondiale

Per introdurre l'applicazione non si può non fare un breve riassunto sulla storia del un fenomeno di livello mondiale, quello della nascita della Microsoft! Senza dubbio il nome in questione è correlato a quello dei fondatori William Henry, detto e conosciuto dall'intero pianeta come “Bill” Gates e Paul Gardner Allen.

Entrambi avevano già dato vita ad una società, la Traff-o-Data finalizzata all'esame del traffico urbano dei dati, ma il futuro aveva già in serbo per il duo un piano sensazionale che avrebbe cambiato non solo il loro avvenire, ma quello di tutto il globo.

Per noi esseri viventi nati nel mondo digitale tutto sembra così scontato e naturale, ma in realtà le condizioni che hanno permesso questo sviluppo sono state delle piccole evoluzioni originate da idee sensazionali, o meglio dire geniali! Avere un sistema informatico come quello di Microsoft significa avere uno strumento peculiare che permette di interfacciare l'essere umano nel mondo digitale nel modo più pratico possibile.

Anche adesso, sto digitando le parole di questo pezzo proprio grazie all'ausilio di questo artifizio che conferisce estensione ai miei pensieri, diventando il canale per eccellenza che concretizza le parole, indirizzandole al pubblico del mondo.

Lavorano duramente allo sviluppo di programmi, fino al fatidico 1974 quando nella rivista Popular Electronics si parla del primo "microcomputer kit", cioè il conosciuto prototipo dell'Altair 8800. Questo prodotto emergente nel sistema informatico, è stato creato dalla Micro Instrumentation and Temetry Systems, abbreviata MITS, una società che credeva molto in questo progetto.

La coppia di genia decide di trovare un metodo per semplificare l'utilizzo di questo strumento, che agli inizi era davvero molto poco pratico. Così, assumono Monte Davidoff con il quale studiano lo strumento mancante: un software Basic che permetta di collegare l'unità disco all'Altair, in modo da avere quello che potremmo definire un vero antenato dei programmi dei nostri computer. Non c'è neanche bisogno di dire, che è stato un successo, tanto che altri hanno cercato di imitare l'impresa, ma con risultati scarsi ovviamente.

Da una piccola vittoria, iniziano a sognare in grande. Due talenti imprenditoriali con tanta voglia di fare, vorrebbero fondare un'azienda che coniughi gli elementi "Basic" che gli hanno permesso di sfondare: dall'unione dei termini MICRO-computer e SOFT-ware nasce la MICROSOFT! Queste informazioni trapelano da una lettera scritta da Gates a Allen, e nel 1976 la società tanto sognata, diventa realtà!

L'obiettivo è quello di espandersi nel mercato non solo Americano, ma mondiale. Così, entrano in gioco i primi accordi con l'Apple, tanto che nasce l’Applesoft BASIC, ma la vera vincitrice è la Microsoft che sbanca con le sue campagne pubblicitarie, diventando la leader del settore. Alla fine, nonostante i vari alti e bassi, la storia si conclude a lieto fine, perché il successo è garantito alla fine del decennio successivo, con un'effettiva espansione in Europa, con sede in Belgio e con un profitto che supera gli 2milioni di dollari e 28 dipendenti.

Se vuoi scoprire qualcosa di più, osserva le immagini del video di alexansBROS canale che documenta la storia raccontata con immagini storiche di grande valore!

Microsoft e le funzioni di Office

Insomma, sapere che gli strumenti che utilizziamo nel quotidiano sono nati da uno spirito d'iniziativa tale e dalla tenacia, permette di comprendere quanto a volte le battaglie che all'inizio sembrano perse, in realtà possono rivelarsi vincenti. Bisogna credere nei propri sogni lottando per conquistarli, senza aspettare che qualcuno li possa esaudire. Ad oggi tutti conosciamo il pacchetto Microsoft Office, ma quali sono le sue funzioni?

Si tratta di un gruppo contraddistinto da più applicazioni che permette di avere a disposizione tutte quelle funzionalità utili a svolgere in modo pratico, veloce, diretto e senza interruzioni, attività che concernono il mondo del lavoro, ma non solo.

Anche per progetti che riguardano la creatività o semplici esposizioni, insomma basta avere dimestichezza per creare davvero qualcosa di interessante. Anche per progettare database per la creazione di siti web, la potenza di queste app è immensa proprio per tutto quello che può essere creato.

I nomi delle applicazioni non dovrebbero risultare sconosciuti: Word, Excel, Access, PowerPoint, Outlook e FrontPage. Nel corso del tempo si sono evolute le versioni, perché ogni due anni viene posto in essere nel mercato un progetto ricco di strumenti evoluti da quelli base.

Infatti la condizione principale è quella di mantenere la struttura di base, quella cosiddetta standard, per poi aggiungere delle opzioni che rendono il lavoro più veloce, rapido ed efficiente. Con l'evoluzione tecnologica l'intuitività è la chiave per generare nuove tecniche informatiche. Se dovessimo affrontare la cronologia storica delle versioni succedutesi nel tempo ci sono, Office: 6.5, 95, 97, 2000, 2002, 2003, 2007, 2010 e 2013!

Insomma, un'evoluzione planetaria senza precedenti. Poi è chiaro che ci sono anche edizioni differenti, parlando del pacchetto Office c'è quella denominata Starter che ha Word e Excel gratuiti ma con funzionalità bassissime, o ancora Office Home and Business con i programmi sopra citati con l'aggiunta di PowerPoint, OneNote ed Outlook, stessa cosa per Office Professional che includen anche Access, Publisher e Outlook, ecc.

L'aspetto che decisamente rende il sistema un vero gioiello, è proprio il fatto che seppur tutte le applicazioni in questione abbiano la loro funzione, sono strutturate in un maniera tale da essere facilmente utilizzabili, perché hanno un modo di operare simile.

Da Microsoft Word  che permette di redigere testi di qualsiasi tipologia e nel modo  più opportuno, ad Excel che permette di fare lo stesso ma con dati inerenti calcoli, bilanci finanziari, grafici di tipologia anche molto complessa, si inserisce anche Access il database che consente di salvaguardare una grande mole di dati archiviandola e organizzandola nel modo più pratico possibile.

Perché l'obiettivo è quello di avere a portata di clic tutti gli strumenti che ci tornano utili nel quotidiano, sia che si tratti di lavoro che di svago. 

Ancora non si può non introdurre PowerPoint, il programma che per eccellenza viene sfruttato per fare delle presentazioni o dei video di auguri, ed infine lo stesso Outlook che definisce il quadro in questione con un'efficiente gestione delle informazioni personali. Dalla posta elettronica agli eventi segnati nel calendario, fino alla gestione dei contatti registrati e delle attività da compiere in programma.

Quest'ultimo non è da confondere con Microsoft Outlook Express che è dato da Explorer, perché si tratta solo ed esclusivamente della posta elettronica.

Quindi, sono strumenti utili e progettati in modo da essere efficienti sia tra loro che con il lavoro da svolgere, infatti i fogli delle diverse app si possono incorporare per rendere perfetto il lavoro da svolgere. Ma perché è così importante parlare di Pacchetto Office?

Smartworking e pandemia: la nuova app è il mix perfetto!

Quanti di noi si sono ritrovati un ufficio nel bel mezzo del soggiorno o la camera da letto? Quante volte avete consultato siti per creare un ufficio fai da te in casa con mobili a scomparto? Dal 2019 con la pandemia di coronavirus, il mondo è sottosopra, a causa proprio della crisi umanitaria che si sta sempre più consolidando nel mondo. 

Se prima si pensava ad un ritorno alla normalità, adesso ci si domanda sempre più, quale sia l'effettiva normalità? Con che futuro avremo a che fare? Senza dubbio, per quello che è stato, non possiamo non lodare gli strumenti di Microsoft. Sono stati proprio questi gli alleati che ci hanno accompagnato durante tutto questo periodo, perché non si è tornati alla vita di un tempo, anzi dalle condizioni correnti sembra proprio che ci si dovrà creare una nuova realtà. 

Un mondo nel quale il digitale ha sempre più importanza, una dimensione alternativa a quella da sempre conosciuta, dove un like è parificato ad un'interazione sociale come un abbraccio, e il link di un sito può permettere di fare nuove esperienze virtuali. Diciamolo, senza gli strumenti tecnologici non saremmo andati lontano, ma bisogna anche avere giusti programmi ed efficienti applicazioni. 

Se Zoom è stata un'applicazione molto utilizzata per fare convegni di lavoro, ad oggi però dopo due anni, c'è chi decide di perfezionare gli strumenti a disposizione con un'app ancora più innovativa e funzionale. La batosta di Microsoft arriva come un fulmine a ciel sereno, si sta parando di Microsoft Team Essentials!

Microsoft: arriva la nuova app nel 2022!

Innanzitutto già il nome indica delle caratteristiche peculiari: Team Essentials! Con quest'app si avrà l'essenziale utile. E' fondamentale per chi deve fare delle videochiamate durature e con più persone, soprattutto è ben precisare fin dall'inizio che si tratta di una funzione a parte rispetto al Pacchetto Office. Quindi, entra in gioco un aspetto rilevante: non bisogna acquistare tutto il gruppo Office 365!

Questo perché fino ad ora a fine 2021, sia studenti che lavoratori di qualsiasi tipo, per poter sfruttare Teams per frequentare le lezioni o semplicemente per svolgere la propria occupazione, dovevano comprare tutto il pacchetto, facendo un vero e proprio abbonamento. Senza dubbio, acquistarlo tutto ha portato a dei giovamenti, ma non è una spesa a lungo termine che tutti possono sempre sostenere. 

Si crea quindi un applicazione totalmente autonoma che serve per venire incontro a chi deve solo usare questo sistema senza doversi incatenare ad un abbonamento completo. Ecco che qui la competitività tipica dei fondatori del marchio entra in gioco e si scontra con Zoom, il quale fino a poco tempo fa è stato l'unico sistema capace di garantire questa stessa funzionalità.

Probabilmente il colosso Microsoft avrà agito in un secondo momento per creare un sistema valido e a prova di errori, senza progettare di fretta e furia il nuovo strumento di interazione digitale. Una mossa simile è stata fatta da Google che aveva amplificato la platea per Meet, ma ogni sistema ha le sue peculiarità, e Team Essentials sembra essere un vero colpaccio da maestro.

Perché l'obiettivo di Team Essentials è quello di favorire quella parte della società che più tra tutte si è trovata in difficoltà per l'assenza di mezzi per risollevarsi, anche per quanto concerne l'aspetto economico e di marketing: le piccole e medie imprese! Al costo di €3,4 al mese possono accedervi una quantità illimitata di persone fino a 30 ore nelle riunioni!

Offerte e differenze con office

Insomma, stare al passo con le nuove mode digitali non significa soltanto seguire le tendenze del momento, ma essere pronti a qualsiasi evenienza. Perché le nuove applicazioni servono per fare tantissime operazioni, non soltanto per distrarsi e avere a che fare con i mondo dello svago, significa avere gli strumenti per entrare in qualsiasi parte del mondo con i propri contenuti. 

Grazie a Microsoft si compra un prodotto in autonomia, senza dover procedere con la spesa anche per tutto il pacchetto office. Per quanto sia utile, bisogna anche fare i conti con il fatto che le piccole imprese possono avere altre esigenze, che non competono nell'acquisto di un abbonamento di questa tipologia. 

Inoltre, le persone possono avere 10 GB nel cloud per archiviare i dati con l'aggiunta di Outlook in ausilio e del calendario di Google. Cioè si sta formando piano piano un'agenda digitale a tutti gli effetti, dove non mancano le notifiche per avvisare gli utenti, né c'è la possibilità di essere irraggiungibili. Con i nuovi strumenti tecnologici partecipare ad un evento o a qualsia altro incontro, non sarà un problema, anzi è più facile del previsto.  

 Con Web Office si potranno condividere file, sondaggi, progetti e lavori di qualsiasi tipologia!