Migliore smartphone per fotocamera, un super confronto!

Se è vero che capire quale sia uno smartphone davvero valido dal punto di vista delle prestazioni fotografiche sia divenuto alquanto difficile, gli esperti di tecnologia vengono in nostro soccorso, fornendo il loro giudizio critico. Ecco il migliore smartphone per fotocamera secondo gli esperti di DXOMARK.

Image

La fotocamera è, senza ombra di dubbio, uno dei principali aspetti che i consumatori tendono a valutare quando devono acquistare un nuovo smartphone. 

Lo smartphone, infatti, è riuscito a trasformare un settore così chiuso e per molti versi difficile, come quello della fotografia, appunto, in un qualcosa di più accessibile, sia dal punto di vista economico che da quello delle competenze personali. Come osservato anche dai colleghi di TuttoAndroid, infatti:

“Negli ultimi anni i produttori si sono concentrati sempre più sulle qualità fotografiche degli smartphone, che sono in grado di sostituire senza problemi la maggior parte delle fotocamere compatte, tanto da mandarle quasi in pensione. Con l’aumentare del numero di sensori impiegati negli smartphone, la crescita delle dimensioni dei sensori e il costante incremento della loro risoluzione, diventa sempre più complesso capire quali siano gli smartphone davvero validi per la fotografia, non solo amatoriale ma anche semi-professionale.”

Per scattare una bella foto con lo smartphone, infatti, non sono richieste delle particolari abilità e competenze teoriche. Tutto è ridotto ad un più semplice “punta e clicca”, spesso potenziato da sofisticati algoritmi di intelligenza artificiale che, analizzando la scena inquadrata, riescono a ottimizzare automaticamente le impostazioni di scatto per garantire il migliore risultato possibile

Per gli utenti più esperti, invece, molti smartphone (soprattutto quelli del segmento Premium del mercato) offrono una modalità “Pro” grazie alla quale è possibile intervenire manualmente su alcune impostazioni come saturazione, contrasto e bilanciamento del bianco, giusto per citarne alcune. 

Insomma, che si tratti di uno smartphone super costoso o di un più umile dispositivo, i produttori hanno capito quanto sia importante per i consumatori poter contare su di un dispositivo tascabile e “user friendly” con il quale poter immortalare i migliori momenti della giornata e che garantisca loro dei buoni risultati. Come riportato anche da AltroConsumo, tuttavia:

La qualità dell'immagine ottenuta dipende da molti criteri: dimensione del sensore, definizione, luminosità, riproduzione dei colori, il bilanciamento del bianco, contrasto, flash, autofocus, stabilizzatore di immagine, rilevamento di volti, etc. Troppi megapixel non sempre equivalgono a una buona riuscita: oltre i 12 megapixel, ad esempio, si parla per lo più di marketing, non di un vero e proprio vantaggio.”

E se è vero che capire quale sia uno smartphone davvero valido dal punto di vista delle prestazioni fotografiche sia divenuto alquanto difficile, gli esperti di tecnologia vengono in nostro soccorso, fornendo il loro giudizio critico.

Particolarmente attivi e apprezzati sono gli esperti di DXOMARK, una società francese specializzata nella misurazione della qualità della fotocamera, dell’audio, dei display e della batteria di tutti i tipi di dispositivi elettronici di consumo. Lo staff di DXOMARK comprende oltre cento esperti internazionali tra scienziati, ingegneri e tecnici qualificati. 

Migliore smartphone per fotocamera, quattro dispositivi a confronto

DXOMARK realizza spesso classifiche relative ai migliori smartphone per fotocamera. Tuttavia, come ci si potrebbe anche facilmente aspettare, le prime posizioni delle classifiche sono sempre occupate da smartphone del segmento Ultra-Premium, quelli con i prezzi al dettaglio più alti. Questi dispositivi tendono a utilizzare componenti hardware per la fotocamera di fascia alta, così da ottenere le massime prestazioni in tutte le aree di imaging. 

Se si abbassa un po’ l’asticella del prezzo si arriva al segmento Premium, in cui le cose sembrano essere leggermente diverse. Per contenere i prezzi, infatti, i produttori sono costretti ad accettare qualche compromesso e non sempre uno smartphone di questo tipo riesce ad eccellere in tutte le aree di imaging. Alcuni dispositivi mostrano risultati migliori per alcune modalità di scatto, mentre altri smartphone in altre

In un recente confronto realizzato dagli esperti di DXOMARK, dunque, sono stati messi alla dura prova quattro degli smartphone più popolari e amati del segmento Premium: iPhone 12 di Apple, Mi 11 di Xiaomi, Pixel 5 di Google e Galaxy S21 5G di Samsung

Tutti i dispositivi sono alimentati da processori diversi. Apple e Samsung, ad esempio, utilizzano delle tecnologie proprietarie, mentre Google e Xiaomi si affidano a un fornitore di terze parti, Qualcomm. Così, mentre Xiaomi Mi 11 è alimentato dal processore top di gamma Qualcomm Snapdragon 888, il Pixel 5 utilizza un SoC di livello inferiore, ovvero lo Snapdragon 765G, ma considerando quanto sia apprezzato il software di Google per la fotocamera, ciò non significa necessariamente una qualità dell'immagine inferiore.

Alcune differenze possono essere notate anche nel comparto fotografico stesso. Samsung Galaxy S21 5G, ad esempio, è l’unico smartphone (tra quelli confrontati) a essere dotato di un teleobiettivo dedicato, mentre gli altri dispositivi utilizzano tecnologie digitali per fornire la funzione di zoom. Allo stesso modo, Xiaomi Mi 11 è l’unico smartphone dotato di una fotocamera macro, mentre iPhone 12 e Pixel 5 puntano tutto sulla fotocamera principale e la grandangolare. 

Migliore smartphone per fotocamera, modalità ritratto

La maggior parte delle persone utilizza lo smartphone per scattare foto ad amici, parenti e altre persone, per cui la modalità “Ritratto” è tra le più utilizzate. Una buona fotocamera per la modalità Ritratto dovrebbe fare in modo che il soggetto sia esposto bene, che i colori e il tono della pelle conservino un aspetto naturale e che la trama venga resa bene.

Dagli scatti realizzati dal team di esperti di DXOMARK (disponibili a questa pagina Web), pare evidente che iPhone 12 e Samsung Galaxy S21 5G lavorino meglio dal punto di vista dell’esposizione, offrendo toni della pelle più luminosi rispetto ai risultati ottenuti con gli altri smartphone. 

Nonostante tutti gli smartphone si siano comportati bene dal punto di vista della messa a fuoco, alcuni dispositivi offrono tecnologie più sofisticate che possono essere maggiormente apprezzate. iPhone 12, Pixel 5 e Mi 11, infatti, sono dotati della tecnologia Zero Shutter Lag che offre la possibilità di catturare l'immagine esattamente nello stesso momento in cui si preme il pulsante di scatto, senza alcun ritardo.

Inoltre, i soggetti in secondo piano vengono resi meglio su iPhone 12 e Pixel 5, che offrono più dettagli e nitidezza rispetto agli altri dispositivi. 

Insomma, lo smartphone che gli esperti di DXOMARK hanno maggiormente apprezzato per la modalità Ritratto è l’iPhone 12. Questo offre una buona esposizione del viso, anche in condizioni difficili, piacevoli tonalità della belle e messa a fuoco ottima. 

Migliore smartphone per fotocamera, paesaggi e natura

L’Italia sta riaprendo e l’estate sta per cominciare. Ciò significa che presto ritorneremo a scattare immagini di paesaggi emozionanti e natura lussureggiante.

Dal momento in cui la maggior parte degli scatti di paesaggi e natura vengono catturati durante il giorno, una buona fotocamera dovrebbe offrire un’ampia gamma dinamica e dei colori belli vivaci. Dal punto di vista hardware, le dimensioni e la risoluzione del sensore di immagine sono entrambi fattori importanti per ottenere una buona qualità dell'immagine, poiché contribuiscono a una buona resa dei dettagli e delle texture, nonché a un'ampia gamma dinamica.

Negli scatti realizzati da DXOMARK, è Xiaomi Mi 11 lo smartphone che è riuscito a catturare i più alti livelli di dettaglio e ad offrire un rendering delle texture più naturale senza ricorrere all'eccessiva nitidezza. Insieme al Pixel 5, questo è lo smartphone che mostra anche i migliori dettagli nelle aree in ombra della cornice.

Con la sua alta risoluzione, dunque, Xiaomi Mi 11 offre le immagini più nitide e i migliori dettagli ed è quindi il migliore smartphone per chi ama fotografare paesaggi e natura, nonostante la sua gamma dinamica sia leggermente limitata.

Migliore smartphone per fotocamera, zoom

Quello dello zoom è un’area in cui i produttori stanno investendo mondo, per cercare di offrire nuovi strumenti attraverso i quai espandere le possibilità creative della fotografia da mobile. 

Samsung Galaxy S21 5G e iPhone 12 dispongono dei campi visivi più ampi. Entrambi misurano 14 mm, ma grazie - in parte - al suo sensore più grande, lo smartphone di casa Samsung offre una qualità complessiva dell'immagine superiore, con una migliore resa dei dettagli e una gamma dinamica più ampia. Inoltre, il Samsung Galaxy S21 5G cattura più dettagli rispetto ai concorrenti con impostazioni di zoom sia a corto che a medio raggio e su tutti i livelli di luce, dalla scarsa illuminazione alla luce diurna intensa.

Dunque, Samsung Galaxy S21 5G è il migliore smartphone per questa categoria. 

Migliore smartphone per fotocamera, scatti notturni

Questa è l’ultima modalità di scatto presa in analisi dagli esperti di DXOMARK. Una modalità, tra l’altro, che rappresenta ancora una grande sfida per i produttori di smartphone, che si stanno impegnando al fine di offrire i migliori risultati possibili anche in condizioni di scarsa luminosità. 

Per uno scatto notturno di alta qualità, la fotocamera deve riuscire a sfruttare al massimo a poca luce che può raccogliere e trovare un buon compromesso tra conservazione dei dettagli e riduzione del rumore, oltre che rendere i colori in modo naturale. 

Dal punto di vista hardware, un sensore grande consente di catturare più luce rispetto a uno più piccolo, ma anche il processore del segnale di immagine (ISP) e l' elaborazione delle immagini in generale hanno un enorme impatto sulla qualità degli scatti in condizioni di scarsa illuminazione. Questa spesso richiede tempi di posa lunghi per ottenere una buona esposizione, quindi un sistema di stabilizzazione ottica dell'immagine (OIS) è molto utile per evitare sfocature dovute al movimento della fotocamera.

Nel confronto realizzato dagli esperti di DXOMARK, l’iPhone 12 è riuscito a fornire buone esposizioni in condizioni di luce molto scarsa, colori naturali e una messa a fuoco molto precisa anche in condizioni difficili. Xiaomi Mi 11 è stato apprezzato per la qualità della trama e i bassi livelli di rumore, ma l’esposizione è stata spesso imprecisa e il sistema di messa a fuoco non è stato particolarmente performante in condizioni di scarsa illuminazione. 

Dunque, iPhone 12 offre le migliori prestazioni complessive per gli scatti notturni.

Qual è il migliore smartphone per fotocamera?

Tirando le somme, qual è il migliore smartphone per fotocamera secondo gli esperti di DXOMARK? Nonostante la mancanza di un teleobiettivo e la presenza di un sensore più piccolo per la fotocamera principale, iPhone 12 ha ottenuto il punteggio complessivo più alto ed è stato eletto dagli esperti come migliore smartphone Premium per fotocamera.

L’amato melafonino ha raggiunto un punteggio pari a 122 punti ed è seguito da Xiaomi Mi 11 e Google Pixel 5, entrambi con un totale di 120 punti. Lo smartphone meno apprezzato è stato il Samsung Galaxy S21 5G, che ha totalizzato 116 punti. 

Ricordiamo, infine, che tutti gli scatti di confronto possono essere consultati sul sito ufficiale di DXOMARK