La postepay è la carta prepagata ricaricabile di Poste Italiane più utilizzata dagli italiani.

La carta prepagata postepay esiste in diversi formati, la più comune (quella generalmente definita semplicemente come “postepay”) è la carta postepay standard, ossia una carta ricaricabile il cui saldo, ricarica ed eventuale pagamento può essere gestito dal portale online sul sito di Poste Italiane dedicato alla carta oppure direttamenta dall'apposita applicazione per smartphone tablet.

La postepay è così diffusa in Italia perchè racchiude una serie di caratteristiche molto interessanti per i cittadini e viene utilizzata soprattutto per gli acquisti online.

La postepay, in quanto carta di credito, è fornita delle tipiche sedici cifre identificative, della data di scadenza e del cvc (codice di verifica della carta) e quindi può essere utilizzata sia come carta di pagamento con codice pin nei negozi fisici che per gli acquisti negli e-commerce online.

Inoltre la postepay può anche essere collegata al conto Paypal come metodo di pagamento valido.

Può essere richiesta da chiunque, purchè maggiorenne, e inoltre non è necessario avere sottoscritto un conto presso Poste Italiane per farne richiesta.

La carta prepagata postepay è un metodo di pagamento molto diffuso in Italia, utile anche perchè può essere utilizzata agli sportelli poste o negli ATM (sportelli bancomat) abilitati dai quali si può anche ritirare denaro contante.

Sono previsti alcuni aggiornamenti e novità per il 2022, durante l’articolo andremo ad esaminare quali sono le caratteristiche principali della carta postepay e quali saranno le modifiche in arrivo in modo che tutti possano capire se questo metodo di pagamento possa essere interessante per le proprie esigenze.

Prima di iniziare la nostra analisi però vi consigliamo la visione di questo video del canale Youtube NikyRipy in cui si spiega con un tutorial come attivare per la prima volta la carta prepagata postepay una volta che si è ricevuta per posta.

Postepay: cos'è?

La postepay non è altro che una carta prepagata ricaricabile di cui si può facilmente gestire il saldo e l’importo da ricaricare molto utilizzata per gli acquisti online oppure per le compravendite tra privati.

La postepay standard (la versione più richiesta e utilizzata) può essere utilizzata per il pagamento online, ma non solo, perchè si può scegliere come metodo di pagamento anche per i negozi fisici, purchè questi accettino pagamenti con carte che utilizzano il circuito VISA.

Il circuito VISA è il più diffuso, quindi è molto raro incontrare negozi fisici che non accettino il pagamento con la postepay.

Come spiegato poche righe sopra, la postepay è molto utilizzata anche per la compravendita tra privati perchè per ricaricarla è sufficiente recarsi presso una tabaccheria che effettua questo genere di ricariche e pagare direttamente al tabaccaio l’importo che si vuole ricaricare.

Quindi quando si tratta di effettuare scambi di merci tra privati come per esempio oggetti di seconda mano che comportano la spedizione di un pacco (nell’ultimo anno per esempio è esplosa l’applicazione Vinted in cui si vendono oggetti di seconda mano) oppure tramite i siti più noti come il Marketiplace di Facebook o Subito.it è molto frequente trovare tra le modalità di pagamento anche la ricarica della postepay.

La postepay standard è una carta ricaricabile, questo significa che non è collegata a un conto corrente ma possiede invece un saldo che si può gestire direttamente dall’app o dal sito di Poste Italiane.

In quanto carta ricaricabile è quindi possibile decidere il budget da ricaricare all’interno della carta, anche con piccole cifre utili solo per determinate spese.

Inoltre, la postepay è molto amata dagli italiani non solo perchè è molto facile ricaricarla, ma perchè è altrettanto semplice togliere i soldi del budget così, in caso di furti, c’è la possibilità di ridurre al minimo gli importi sottratti.

La carta postepay infatti è stata inventata proprio per evitare le preoccupazioni di furti di denaro sui siti di e-commerce o all’estero (se per caso venisse clonata la carta).

Il sito di Poste Italiane, nella sezione dedicata alla postepay, la descrive proprio in questi termini:

“Le carte ricaricabili per te che vuoi evitare il contante o fare acquisti online.”

Inoltre è possibile utilizzare proprio la carta postepay come metodo di pagamento di paypal, in questo caso il livello di sicurezza che permette di ridurre il rischio di eventuali furti si riduce ulteriormente.

Paypal è già un portale che riduce i rischi degli acquisti online che evita alle persone di inserire i dati specifici della carta su siti di e-commerce sconosciuti, collegando la postepay ricaricabile (con la possibilità di gestire il budget togliendo il denaro fino anche a svuotarla del tutto) si possono effettuare gli acquisti online con la quasi totale sicurezza.

Quali tipi di postepay esistono?

Esistono diverse tipologie di carta postepay, in base alle singole esigenze delle persone che ne fanno richiesta.

Ognuna di queste ha caratteristiche e costi diversi in base ai servizi collegati alla particolare tipologia di postepay che vengono messi a disposizione.

La postepay standard è la versione più classica e diffusa della carta ricaricabile postepay.

Può essere utilizzata per acquisti online oppure in negozi fisici che accettino il circuito VISA e inoltre può essere utilizzata per prelevare denaro dagli sportelli ATM abilitati al servizio.

La postepay standard non ha costi di gestione annuali.

La postepay evolution invece è una carta più evoluta rispetto alla sua versione standard.

Con la postepay evolution infatti non si riceve solo una carta con tutte le caratteristiche tipiche della carta di credito (sedici cifre identificative, data di scadenza e cvc) ma anche un codice IBAN collegato da utilizzare esattamente come un conto corrente.

Il codice IBAN collegato alla postepay evolution può essere utilizzato per accreditare lo stipendio o addebitare le bollette oppure per disporre dei bonifici.

Questo tipo di postepay non è molto utilizzata per gli acquisti online perchè di fatto perde la sua caratteristica di gestione del budget ed ha un costo annuo di 12 euro.

Richiedendo il servizio di postepay connect si può ricevere una carta postepay evolution (con tutte le caratteristiche sopra elencate) insieme ad una sim PosteMobile con 100 GB di internet al mese.

Per i più avvezzi alla tecnologia, poste ha creato anche la postepay digital.

La postepay digital è la versione digitale della carta prepagata postepay standard, questo significa che non sarà spedita nessuna carta di credito fisica ma che si possiedono solo i codici della carta e il PIN per utilizzarla per i pagamenti.

In questo caso per i pagamenti online non cambia nulla rispetto alla postepay standard, ma per pagare nei negozi fisici è necessario collegare la postepay digital a uno dei servizi di pagamento tipo Apple Pay, Google Pay o Codice Postepay.

Fino al 31 dicembre 2022 la postepay digital non prevede nessun costo di gestione annuo.

Esiste anche una carta postepay green, che non è altro che una classica carta postepay ma fatta con materiale ecosostenibile, dedicata ai minorenni dai 10 ai 17 anni che vogliano rispettare l’ambiente in ogni ambito della propria vita.

Infine è possibile richiedere anche la postepay IoStudio, pensata per gli studenti delle scuole secondarie di II grado statali e paritarie. La postepay IoStudio conferma lo status di studente dell’intestatario in Italia e all’estero mettendo a disposizione tutti gli sconti previsti per gli studenti senza ulteriori documenti di controllo.

Come fare la postepay?

Richiedere una carta postepay, indipendentemente dalla tipologia, è molto semplice.

Infatti è sufficiente recarsi presso un ufficio postale ed effettuare la richiesta, oppure se si vogliono evitare file o attese, la postepay può essere richiesta anche direttamente dal sito di Poste Italiane nella sezione dedicata alla carta che si desidera o dall’app ufficiale di Poste.

Una volta fatta la richiesta e presentato tutti i documenti necessari per l’attivazione (ed eventualmente pagato il costo di attivazione della carta se presente) basta aspettare di ricevere la carta al proprio indirizzo.

All’interno della busta con cui si riceve la carta sono presenti tutte le informazioni utili per attivare la postepay direttamente online.

Una volta attivata la carta è possibile ricaricarla e iniziare ad utilizzarla per i pagamenti.

Come funziona la postepay?

Come abbiamo visto, la postepay è da utilizzare come una normalissima carta di credito/debito.

Escludendo la sua versione digital (per cui è necessario il passaggio di collegamento con un metodo di pagamento digitale) la carta avrà le caratteristiche tipiche di una carta di credito con la differenza che, una volta creato il proprio utente sul sito di poste, sarà possibile effettuare ricariche o ritirare denaro.

Le ricariche possono essere effettuate dal sito di Poste Italiane, dall’app di Poste, nelle tabaccherie, negli uffici postali e nei punti vendita convenzionati, sul sito è possibile trovare una lista completa dei punti di ricarica.

Chi può fare postepay?

Le versioni della carta postepay sopra elencate sono esclusivamente dedicate ai maggiorenni come intestatari della carta.

Molti genitori però decidono di richiedere una carta prepagata postepay intestata a loro e poi di metterla a disposizione dei figli minorenni, in modo da gestire le sue finanze (in viaggio o nella vita di tutti i giorni) e anche versare una eventuale paghetta settimanale.

La postepay green e la postepay IoStudio possono essere intestate a un minorenne, nel caso della IoStudio purchè frequenti le scuole secondarie.

Visto che la postepay IoStudio può essere intestata anche a minorenni, sono stati inibiti i pagamenti a particolari esercenti appartenenti a categorie merceologiche (MCC) come gioco d’azzardo, servizi per adulti, vendita liquori o distributori di sigarette.

Cosa succederà nel 2022 a chi ha la postepay?

Il 2022 per gli intestatari di postepay sono previste alcune novità: saranno messi a disposizioni quattro nuovi servizi.

Il primo che vogliamo segnalare è già stato testato alla fine del 2021, ma sarà completamente a disposizione da quest’anno: sarà messa a disposizione una nuova modalità di ricarica.

Sarà infatti possibile ricaricare la propria postepay non solo dai punti elencati nelle righe precedenti, ma anche da conti correnti di altre banche.

Basterà collegare il proprio conto (anche di una banca diversa da Banco Posta) alla postepay e sarà possibile ricaricare la carta anche dal nostro conto.

Questa è una novità molto interessante perchè in questo modo, la postepay sarà ricaricabile anche con tutti i fondi a nostra disposizione, sarà nostra discrezione decidere quali.

Il secondo nuovo servizio prevede la possibilità di effettuare bonifici SEPA istantanei che permettono di diminuire considerevolmente il tempo dello spostamento di denaro da un conto all’altro. Solitamente si impiegano dalle 24 alle 48 ore per un normale bonifico, con il bonifico istantaneo sarà possibile accreditare il denaro in pochi minuti.

Per chi ha bisogno di inviare denaro in tutto il mondo, la postepay mette a disposizione il nuovo servizio di ricarica presso uno sportello Western Union (con limiti fissati a 1.000 euro al giorno e fino a 3.000 euro al mese).

Con questo nuovo servizio gli intestatari di postepay potranno inviare il denaro in tutto il mondo in una sede Western Union e il destinatario del denaro potrà ricevere semplicemente i contanti andandoli a ritirare nella sede di zona dell’azienda.

Infine, l’ultima novità per chi possiede postepay, riguarda il servizio di domiciliazione dei pagamenti.

Si potranno indirizzare i pagamenti di bollette o utenze direttamente sulla carta postepay e sarà possibile pagare in pochi click.

La carta postepay in tutte le sue versioni può essere un’ottima alternativa di utilizzo di carte di credito, molto utile anche per i pagamenti online, inoltre con i nuovi servizi messi a disposizione da questo 2022, gli italiani potranno sfruttare al massimo le potenzialità della propria postepay.