Alzi la mano a chi è capitato almeno una volta di bloccare un account!

Account per accesso all'homebanking, ai servizi di Pubblica Amministrazione o di Poste Italiane: quasi sempre un account viene bloccato perchè ci si dimentica la password!

Buona norma sarebbe quella di scriverla da qualche parte ben custodita, soprattutto perchè per alcuni particolari servizi, siamo costretti a cambiarla spesso e ricordarla a memoria è impossibile.

Ma cosa succede se vogliamo accedere al cedolino del nostro stipendio su NoiPA e proviamo troppe password? L'account si blocca come misura di sicurezza!

Oggi vediamo brevemente cos'è NoiPA e poi vediamo come sbloccare facilmente l'account se malauguratamente l'abbiamo bloccato.

NoiPA: un servizio per la Pubblica Amministazione

Non tutti hanno accesso a NoiPA.

NoiPA è un servizio nato dal Dipartimento dell'Amministrazione Generale del personale e dei Servizi e dal Ministero dell'Economia e delle Finanze per la gestione degli stipendi di tutto il personale, centrale e periferico, facente parte della Pubblica Amministrazione.

Questo portale ha la fondamentale funzione di far accedere qualsiasi dipendente della Pubblica Amministrazione alla consultazione del proprio cedolino stipendio mensile, oltre a presentare un gran numero di servizi di cui abbiamo già parlato in questo articolo

Come per ogni servizio online, per poter accedere all'area riservata, è necessario inserire delle opportune credenziali, composte dal codice fiscale e da una password.

La password, in particolare, si ottiene tramite la registrazione con un indirizzo di posta elettronica valido.

Se la mail scelta è quella già in possesso all'amministrazione di appartenenza, si otterrà facilmente la password, sennò sarà necessario rivolgersi al Responsabile dell'Identificazione del Dipendente (RID) del proprio ufficio di servizio, a cui sarà necessario comunicare indirizzo di posta elettronica e numero di cellulare.

Una volta ricevuta la mail di conferma, in entrambi i casi, sarà possibile accedere tramite una password provvisoria che andrà modificata al primo accesso.

NoiPA in realtà, chiede di cambiare periodicamente la propria password per evitare che possano esserci accessi non autorizzati, quindi per evitare che qualcuno possa accedere ai nostri dati personali.

Cambiando spesso la password, quindi, può capitare facilmente che ce ne si dimentichi, ricordando magari la password precedente e bloccando il proprio account nel tentativo di provare l'accesso.

Ma non è una tragedia, i metodi per recuperare l'accesso sono molteplici e oggi vediamo come fare in maniera autonoma e con l'aiuto del servizio di assistenza tecnica.

NoiPA: ho dimenticato la password!

Come abbiamo detto, il sistema chiede spesso di cambiare la password, quindi, è comune potersi dimenticare la password di accesso se non la si è appuntata nella propria agenda.

Prima di tutto, non bisogna perdere la calma. 
Se ci si accorge che la password non funziona, è meglio cliccare sul tasto "password dimenticata" e seguire le istruzioni indicate dal sito per il recupero della password. Generalmente viene chiesto di inviare alla mail prescelta una mail in cui viene chiesto di reimpostare da zero la password.

Ogni volta che sbagliamo la password, esce la dicitura "autenticazione non riuscita" che ci avvisa che c'è qualcosa che non va nei dati da noi inseriti.

Ma se hai provato per 5 volte consecutive, convinto di ricordare la password, il tuo account per la tua sicurezza è stato bloccato!

Il blocco, se si tratta di un accesso successivo al primo di attivazione, si disattiva automaticamente dopo un'ora dall'ultimo tentativo errato.

Dopo aver atteso questa ora, è il caso di riprovare a inserire la password solo se si è sicurissimi di star inserendo la password giusta.

Importante è ricordare di inserire tutti i dati in maniera corretta, rispettando maiuscole, minuscole o simboli che compongono la password, poichè in particolare per maiuscole e minuscole, il sistema le riconosce come caratteri differenti.

Se il problema dovesse persistere oltre l'ora di riattivazione, è il caso di chiedere aiuto al servizio di assistenza.

NoiPA: servizio assistenza

Se proprio non abbiamo modo di rientrare nel nostro account e accedere al nostro cedolino, è il caso di contattare il servizio clienti.

La richiesta di aiuto deve essere inviata dal sito di NoiPA direttamente al seguente link

Questa pagina di supporto ci dà la possibilità di chiedere aiuto sotto tanti aspetti dell'utilizzo di NoiPA.

Noi dobbiamo focalizzarci sul modulo di assistenza "Amministrato" dove in sequenza dovranno essere scelte le seguenti opzioni:

  • Area: accesso e gestione utente
  • Tematica: Reset password
  • Tipo di problema: Reset Password;

Per procedere con questa richiesta è necessario allegare un documento di identità valido.

Una volta inviata la richiesta, l'utente presso la mail segnalata per l'iscrizione, riceverà una nuova mail con le indicazioni per confermare la richiesta di assistenza.

Solo dopo la conferma di questa mail, il supporto tecnico potrà effettivamente procedere nel reset della nostra password.

Può a volte capitare che questa mail non arrivi. Cosa bisogna fare in questo caso?

Quando si inseriscono i propri dati anagrafici personali, può sempre capitare un errore, soprattutto se ad inserirli è il Responsabile dell'Identificazione Dipendente (RID).

In questo caso, se si è sbagliato l'inserimento dell'indirizzo della posta elettronica, non sarà possibile ricevere nessuna mail dal supposto di assistenza.

In questo caso è proprio necessario rivolgersi al Responsabile dell'Identificazione Dipendente (RID) che è l'unico autorizzato ad apportare modifiche ai dati anagrafici in caso di errore.

Generalmente il Responsabile dell'Identificazione Dipendente (RID) è il Dirigente o un responsabile di ufficio.

Questa figura preposta dovrà comunicare nuovamente l'indirizzo di posta elettronica esatto e avviare il processo di reset della password.

Ma la mancata ricezione della mail può anche essere legata ad altre motivazioni, apparentemente banali:

  • la casella di posta elettronica non dispone di spazio sufficiente alla ricezione;
  • il server di posta del gestore identifica la mail mittente no-reply.NoiPA@tesoro.it come SPAM e quindi la indirizza nella parte preposta alle mail indesiderate;
  • l'operazione di identificazione non è conclusa correttamente;

Non tutti però vogliono proseguire con una procedura online, quindi il servizio del Ministero dell'Economia e delle Finanze dà la possibilità anche di chiedere maggiori informazioni tramite assistenza telefonica al numero 800 911 990 attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 18.00 da solo telefono fisso.

La chiamata a questo numero di telefono dà la possibilità di gestire ogni problema relativo allo stipendio e quindi anche al recupero del proprio cedolino.

L'account Youtube di NoiPA- servizi PA a Persone PA ha caricato un video molto esplicativo in cui presenta una guida alla richiesta di assistenza tecnica al server NoiPA, mostrando passo passo la procedura da seguire per mandare una richiesta efficace ed efficiente al servizio:

NoiPA: e se non siamo noi il problema?

Come ogni sistema online, qualche bug o problema può sempre capitare e magari non capiamo cosa sta accadendo perchè siamo sicuri dei dati che stiamo inserendo.

La casistica dell'errore di accesso all'utenza è un problema generalmente legato ad un malfunzionamento del sistema che può a volte anche presentarsi con una schermata bianca dopo aver inserito i propri dati in maniera corretta.

A volte, invece, è necessario ricaricare più volte la stessa pagina per riuscire ad accedere al servizio.

Ci sono però anche casi estremi, in cui per mesi un utente non riesce ad entrare nel proprio account e quindi accedere al proprio cedolino poichè la propria utenza risulta inspiegabilmente bloccata.

Riportiamo una testimonianza di una giovane dipendente MIUR di 26 anni:

Sono una dipendente Miur da 26 anni. La mia utenza MEF è bloccata così come si evince dal file allegato (sono anche un operatore scolastico, cioè uso la mia utenza per lavorare nell’ area riservata alle scuole e che, ovviamente, non è fruibile). Sono estremamente stanca delle continue richieste al servizio di assistenza che, ad oggi, non hanno dato esito. Non ho accesso ai miei documenti stipendiali e fiscali, non posso lavorare sugli accessori del comparto scuola. Uso questo servizio nella speranza di giungere ad un risultato.

In questi casi estremi, bisogna direttamente rivolgersi all'assistenza del Ministero preposto per riuscire a risolvere la situazione.

Lo stesso portale denuncia, in alcune circostanze, malfunzionamenti del sistema di autenticazione del portale che non consentono l'accesso all'area privata e quindi al cedolino.

Un portale con così tante funzionalità ci si aspetta funzioni sempre al meglio; purtroppo non è sempre così ed è a volte necessario avere pazienza affinchè i tecnici risolvano i bug presenti o rivolgersi all'assistenza tecnica telefonica.

Nonostante ciò, il servizio online NoiPA è fondamentale per ogni membro della Pubblica Amministrazione vista la moltitudine di servizi che ricopre.