Ormai dovremmo saperlo, NoiPA è uno strumento fondamentale per chi fa parte della Pubblica Amministrazione per poter avere sotto controllo non solo il proprio stipendio, ma anche l'archivio dei cedolini e il CUD.

Come abbiamo visto in un articolo precedente, ricordare sempre la password per entrare in NoiPA non è sempre semplice, poichè spesso ci viene chiesto di cambiarla per poter mantenere un alto standard di sicurezza.

Cosa fare dunque se non ci si ricorda la password associata al nostro account NoiPA?

Semplice, usare lo SPID!

Lo SPID può sostituire le credenziali di ingresso in NoiPA e farci accedere al cedolino comodamente con un'unica serie di credenziali da ricordare.

Inoltre, la sicurezza che l'utilizzo dello SPID dà non la garantisce nessun servizio di autenticazione, è sicuramente ad oggi uno dei metodi più sicuri per potersi autenticare nei servizi online della Pubblica Amministrazione!

Ma facciamo un passo indietro, ricordiamo cos'è lo SPID, vediamo come usarlo in NoiPA e vediamo una piccola novità che potrebbe interessare ai molti ancora non possessori di credenziali SPID che, come vedremo invece, sono fondamentali per tutti i servizi della Pubblica Amministrazione e non solo.

NoiPA e SPID: tu ce l'hai lo SPID?

Lo SPID o anche conosciuto come Sistema Pubblico di Identità Digitale è una chiave di accesso semplice, veloce e sicura a moltissimi servizi digitali delle Amministrazioni periferiche e centrali.

Lo SPID nasce quindi come l'unificazione sotto un'unica credenziale formata da username e password per rappresentare ogni cittadino, riconosciuto in maniera personalizzata e sicura dalla Pubblica Amministrazione.

Ciò vuol dire che oggi, essere dotati di SPID è fondamentale per poter accedere alla maggior parte dei servizi della Pubblica Amministrazione e non solo!

Per poter attivare lo SPID è necessario avere 18 anni.

La procedura è piuttosto semplice:

  • Prepara i documenti: carta di identità o similare, tessera sanitaria o codice fiscale, un indirizzo mail e un numero di cellulare;
  • Accedi ad uno dei siti di gestori di identità digitali riconosciuti e vigilati da AgID, dopo troverai i più affidabili.
  • Procedi con l'attivazione tramite registrazione e riconoscimento: la modalità di riconoscimento varia a seconda del sito gestore scelto.
  • Nel caso di riconoscimento di Poste Italiane, quello che ti consigliamo,esso può avvenire direttamente in uno degli uffici di Poste Italiane.
  • Tra le modalità di riconoscimento puoi avere di persona, via webcam, con audio-video con bonifico e tramite Carta di Identità Elettronica (CIE), Carta Nazionale dei Servizi (CNS) o con firma digitale.
  • A seconda dei servizi a cui vorrai avere accesso ci saranno diversi livelli di sicurezza (livello 1, livello 2, livello 3).

 Uno dei quesiti più importanti è come scegliere il proprio gestore di identità. Qui elenchiamo i più importanti ed utilizzati:

  • TIMid
  • SpidItaliaRegister.it
  • SIELTEid
  • PosteID
  • NomirialID
  • lepida
  • IntesaId
  • InfoCert
  • aruba.it

Per ulteriori informazioni consultare questo sito di riferimento in cui sono specificate non solo le aree geografiche che il servizio ricopre, ma anche il livello massimo di sicurezza che viene assicurato e le tipologie di riconoscimento che possono essere messe in pratica per ottenere l'Identità Digitale.

Vedremo più avanti che esiste un altro piccolo metodo per ottenere facilmente lo SPID a parte l'accesso diretto ai Provider nominati.

Abbiamo parlato di livelli di sicurezza.

Il sistema SPID è dotato di tre livelli di sicurezza:

  • livello 1: permette di accedere ai servizi online attraverso le credenziali SPID nome utente e password
  • livello 2: è necessario richiedere un grado di sicurezza maggiore e si prevede, dunque, l'utilizzo di un fattore di autenticazione tramite la generazione di un codice temporaneo, come il codice OTP che arriva tramite sms sul cellulare verificato del Titolare.
  • livello 3: prevedere, oltre alle credenziali SPID, l'utilizzo di ulteriori sistemi di autenticazione informatica basati su certificati digitali come la Carta Nazionale dei Servizi o la Smart cart di Firma Digitale.

Vedremo che nel caso di NoiPA non è richiesto un livello specifico di sicurezza ma ci verrà richiesto in un menù a tendina di selezionarlo.

Per chi volesse approfondire l'argomento SPID, lasciamo un video esplicativo sulle maggiori funzionalità dello SPID, presente su Youtube di jbdtube:

NoiPA e SPID: quindi funziona davvero?

Se accediamo alla pagina di autenticazione per entrare in NoiPA, noteremo sicuramente che le credenziali proprie di NoiPA non sono le uniche richieste.

Sotto la scritta "scegli il metodo di autenticazione" avremo ben 4 possibilità:

  • NoiPA,
  • SPID,
  • CNS,
  • CIE.

Cliccando su SPID apparirà la spiegazione di cos'è lo SPID e il precedentemente nominato menù a tendina dove potremo scegliere il livello di SPID che vogliamo utilizzare.

Generalmente non si utilizza oltre il livello 2, il livello 3 è rilasciato da pochi gestori ed è richiesto per pochissime operazioni particolarmente delicate.

Dopo aver scelto il livello di SPID, si dovrò cliccare sul pulsante Entra con SPID e scegliere il tuo Identity Provider dal menù che comparirà e che riporterà uno dei gestori di cui abbiamo già parlato.

Successivamente verranno richiesti il Codice Utente e la Password e dopo aver cliccato su "Entra" avrai avuto accesso alla tua area riservata di NoiPA!

NoiPA e SPID: ma esiste una novità?

Come abbiamo anticipato, in realtà lo SPID non serve solo per avere accesso all'area riservata di NoiPA.

Da poco tempo è online un nuovo servizio in collaborazione tra NoiPA e AgID che consente agli amministrati di ottenere le credenziali SPID direttamente dalla loro area privata!

Quindi, per chi non avesse ancora lo SPID, questo è un ottimo modo per averlo in maniera semplice e veloce!

Infatti, con l'opzione "Ottieni SPID" è NoiPA a fornire un servizio di autenticazione dell'identità generale, utile alla diffusione ulteriore di questo nuovo servizio online.

Il servizio viene così offerto ad oltre due milioni di utenti che potranno avvalersi di un servizio anche più rapido di quelli precedentemente spiegati.

Questo perchè per avere accesso a NoiPA deve già essere avvenuta un'autenticazione dell'identità dell'utente utilizzatore del servizio.

La nuova funzionalità "Ottieni SPID" è disponibile all'interno dell'area riservata del portale NoiPA, in particolare nella scheda  "Self Service" e successivamente cliccando su "Servizi". Per usufruirne bisogna procedere così:

  • Cliccare su "Nuova Richiesta" per iniziare una nuova procedura di richiesta di credenziali SPID.
  • Comparirà dunque una pagina di riepilogo dei propri dati personali, se i dati sono corretti cliccare su "Accetta" accettando l'informativa.
  • Dopo aver cliccato su "Ottieni SPID", verremo indirizzati ad un menù a tendina in cui sarà possibile scegliere sempre uno degli Identity Provider di cui abbiamo parlato.
  • Per confermare l'operazione, è dunque necessaria una chiamata di sicurezza al numero indicato nella procedura.
  • La chiamata è gratuita e terminerà in automatico dopo pochi secondi. Non bisogna riagganciare prima del termine.
  • Al termine della chiamata, sull'indirizzo registrato su NoiPA verrà inviata una mail. La mail notifica l'avvenuta richiesta al provider scelto e contestualmente si verrà reindirizzati automaticamente sul sito web dell'Identity Provider selezionato.
  • Per finalizzare l'operazione è necessario completare la registrazione direttamente sul sito a cui si è reindirizzati.

Il rilascio dell'identità digitale anche in questo caso è gratuito.

Per vedere la guida passo passo rimandiamo ad un video presente sulla pagina Facebook di NoiPASocial.

Abbiamo quindi capito che l'intenzione di AgID e del Ministero dell'Economia e Delle Finanze è quello di far iscrivere quanti più cittadini possibili al servizio di SPID, rendendolo permanentemente gratuito almeno per quanto riguarda i primi due livelli di sicurezza, quelli più comunemente usati per le operazioni dei "privati cittadini", come controllo dei sistemi di Poste Italiane o prenotazioni presso il Servizio Sanitario Nazionale.

Il terzo livello è generalmente più utile alle imprese e quindi per adesso non sembra esserci l'intenzione di renderlo gratuito e fruibile a tutti quanti.

Questa mossa risulta essere fondamentale per creare una digitalizzazione dei sistemi di Pubblica Amministrazione e per facilitare l'accesso alle decine di servizi offerti dalle amministrazioni senza necessariamente doversi recare all'ufficio preposto, risparmiando tempo e risorse, potendo tenere parte del personale in lavoro agile.

Questo, soprattutto in periodo di pandemia da Covid-19, può di gran lunga diminuire l'afflusso di persone negli uffici e gli assembramenti, così sconsigliati dal Governo attuale visto lo stato di emergenza che stiamo vivendo.

Ovviamente, come tutti i servizi online, c'è bisogno di un po' di dimestichezza con i mezzi della tecnologia moderna ma grazie alle guide sempre presenti su Internet, accedere a questi servizi non è impossibile, ci sono su Youtube decine di guide semplici da poter utilizzare!