Molti conoscono l'utilità di PayPal per i propri pagamenti, in particolare la potenzialità di questo metodo di pagamento in termini di sicurezza. Questo metodo infatti è molto utile per effettuare diversi tipi di pagamenti, soprattutto online, e limitare il più possibile di incorrere in truffe e illeciti. 

PaiPal si unisce all'applicazione "Io" con l'ultimo aggiornamento dell'app, perché da oggi è possibile pagare tramite questo sistema, in aggiunta ai diversi metodi di pagamento già esistenti per l'applicazione. Come spiega Hdblog.it, la possibilità di pagare con PayPal si aggiunge a tutti i metodi precedenti:

"PayPal si somma ai metodi di pagamento precedentemente supportati da IO quindi in primo luogo carte di credito, debito e prepagate."

Il vantaggio per l'utente è quello di poter collegare il proprio account PayPal all'applicazione "Io", per utilizzare questo metodo di pagamento per saldare imposte e tributi attraverso l'app. Al momento l'applicazione "Io" risulta infatti essere molto utilizzata per diverse funzioni.

Molti la ricordano come l'app del bonus vacanze, perché l'hanno utilizzata per ricevere uno sconto sul pagamento di servizi rivolti ai turisti di diverso tipo. Altri la conoscono per la possibilità di partecipare al cashback di stato, proprio grazie all'app.

Al momento però questo servizio viene scelto da molti anche per il pagamento delle imposte, e per avere un contatto diretto, semplice e veloce con diverse amministrazioni pubbliche rivolte ai cittadini.

Vediamo in questo articolo quali sono le diverse funzionalità per i pagamenti tramite l'app "Io", in particolare come funziona l'ultimo metodo di pagamento aggiunto, con PayPal.

App "Io" e PayPal: nuovo metodo per i pagamenti

La possibilità di utilizzare PayPal per i pagamenti sull'app "Io" è data dall'ultimo aggiornamento dell'applicazione. Questo significa che per chi vuole utilizzare l'ultima funzionalità è consigliato verificare lo stato di aggiornamento della propria app installata sullo smartphone.

Con l'ultimo aggiornamento infatti l'applicazione ha aggiunto per tutti gli utenti la possibilità di collegare il proprio account PayPal per aggiungerlo ai diversi metodi per i pagamenti effettuati online tramite l'applicazione. Questo metodo di pagamento è particolarmente vantaggioso per chi non desidera collegare una carta di credito o di debito all'applicazione, ma desidera comunque effettuare alcuni pagamenti tramite app.

Quello che bisogna fare per utilizzare PayPal è collegare il proprio account all'applicazione ufficiale "Io", confermando il collegamento e inserendo le credenziali specifiche per poter utilizzare questo metodo. Tramite PayPal quindi, utilizzando l'app ufficiale "Io" è possibile provvedere a diversi tipi di pagamenti, in particolare quelli relativi a imposte di tipo fiscale.

Una volta inserito il metodo di pagamento PayPal tra quelli presenti nell'app, in aggiunta a eventuali carte collegate, sarà possibile selezionare questo metodo per procedere quando si desidera ai pagamenti. PayPal rispetto ai normali metodi di pagamento presenta alcune caratteristiche che lo rendono particolarmente vantaggioso, e principalmente sono collegate alla sicurezza delle transazioni.

PayPal anche sull'app "Io": una maggiore sicurezza

Avere PayPal collegato all'app "Io" come metodo di pagamento corrisponde ad una sicurezza aggiuntiva nei pagamenti, per le caratteristiche stesse di questo modo di pagare online. PayPal viene utilizzato molto spesso dai cittadini per provvedere al saldo di pagamenti online.

Di fatto utilizzare PayPal tutela i pagamenti degli utenti proteggendo i passaggi di soldi online da possibili truffe online, hacker e similari. I dati degli utenti sono protetti e sicuri con questo metodo di pagamento. Inoltre questo servizio offre un vantaggio non indifferente: tutela il compratore in caso di controversie.

Nell'ultimo periodo sono aumentati a dismisura gli acquisti effettuati online da parte degli italiani, per prodotti e beni più disparati. Risulta facile immaginare quanti passaggi di soldi avvengono tramite il web e internet. PayPal va a tutelare chi acquista online proponendo anche la restituzione dell'intero importo tramite annullamento dell'acquisto online, se necessario.

Anche per questo motivo si tratta di uno dei metodi di pagamento più sicuri su internet. Utilizzando questo metodo anche sull'applicazione "Io" si ha accesso diretto all'importo desiderato con maggiore sicurezza rispetto al collegamento della carta legata al conto bancario. 

In alternativa, è comunque possibile collegare PayPal direttamente al conto della banca, nel caso in cui si desideri avere sempre fondi disponibili per i diversi pagamenti, anche online.

Un consiglio da non sottovalutare è quello di non cliccare sulle email che arrivano nella casella di posta che sembrano essere firmate PayPal, perché nella maggior parte delle volte non si tratta di una email ufficiale, ma di una email ingannevole, secondo quello che è il fenomeno del phishing.

Cosa pagare con l'app "Io" e PayPal

Una volta aggiornata l'applicazione "Io" è possibile collegare il proprio account PayPal per provvedere ai pagamenti online tramite questo strumento. Ma cosa si può pagare tramite questo metodo? Al momento l'applicazione "Io" garantisce agli utenti tutta una serie di servizi utili al cittadino, soprattutto per il saldo di alcune imposte.

L'applicazione garantisce una serie di promemoria sulle scadenze di pagamento dell'utente, anche se molti italiani la conoscono maggiormente per iniziative come il cashback di stato, oppure il bonus vacanze. L'app è un mezzo di comunicazione diretto con gli utenti, per questo è molto semplice saldare i pagamenti seguendo le scadenze proposte.

Uno dei primi servizi dell'app è quello che riguarda il green pass, che viene notificato attraverso questo sistema appena è disponibile, per esempio a seguito di un ciclo di vaccinazione effettuato. Grazie ad un collegamento diretto con alcune informazioni salienti dell'utente, l'app propone tutte le scadenze in termini fiscali dei pagamenti.

Sull'applicazione, per cui i pagamenti da oggi si possono fare anche attraverso PayPal, è possibile accedere a diversi servizi pubblici, e provvedere per esempio al saldo delle imposte come l'IMU, oppure la TARI. Ma qui è anche possibile provvedere al pagamento di multe, servizi di diversa natura, tra cui quelli scolastici.

Oltre a questo, è anche possibile accedere alle scadenze importanti che riguardano i documenti di identità del cittadino: conoscere il momento in cui è necessario rinnovare per esempio la carta di identità, oppure richiedere documenti specifici, come i pass per poter entrare nella zona ZTL in città.

Da oggi per tutti i pagamenti che derivano da questi servizi è possibile procedere direttamente sull'app tramite PayPal, che risulta un metodo di pagamento più sicuro rispetto a quelli presenti fino ad ora.

App "Io" e PayPal: previsioni future

Quello che si prevede per il futuro è un aumento dell'utilizzo di questi strumenti, in linea con le nuove modalità di accesso a beni, acquisti, attivazione di servizi online. L'evoluzione dell'applicazione "Io" prende parte ad un processo più ampio di digitalizzazione, che in particolar modo coinvolge le amministrazioni pubbliche, che possono essere direttamente messe in contatto con i cittadini.

L'applicazione "Io" è stata introdotta già negli scorsi anni principalmente per la gestione di due iniziative, ovvero del bonus vacanze e il cashback di stato. In entrambi i casi si tratta di misure che al momento non stanno tornando, che si sono esaurite negli scorsi anni.

Tuttavia hanno garantito un risparmio ai cittadini sia nel pagamento delle vacanze, sia sotto forma di rimborso sulle spese di tutti i giorni. L'applicazione "Io" si è fatta strada grazie a queste due iniziative, ma al momento rimane attiva per diversi altri servizi, come visto sopra.

Per il futuro si prospetta che l'applicazione evolverà ulteriormente, per garantire una maggiore semplicità degli adempimenti di natura burocratica dei cittadini, e un collegamento veloce con gli enti pubblici. Come riporta Punto-informatico.it, l'evoluzione dello strumento è garantita da un uso più frequente dell'identità digitale:

"Inoltre si auspicano misure di incentivo per SPID e CIE, affinché l'identità digitale possa costituire davvero una base certa nel rapporto tra cittadino e Stato."

Molti servizi al cittadino ruotano intorno all'identità digitale, ovvero all'utilizzo di particolari metodi di accesso online alle diverse piattaforme messe a disposizione dallo stato e dalle amministrazioni locali.

Identità digitale tra app "Io" e SPID

L'identità digitale si manifesta prevalentemente attraverso l'uso di canali di accesso univoci per ogni cittadini, che permettono allo stesso di monitorare la propria situazione e accedere a diversi servizi di natura fiscale, oppure previdenziale.

Per accedere all'app "Io", ma anche alle diverse piattaforme fornite da enti come l'INPS oppure l'Agenzia delle Entrate, è possibile utilizzare lo SPID, con un metodo di autenticazione univoco, oppure altri due strumenti: la CNS o la CIE.

Nel primo caso si tratta della Carta Nazionale dei Servizi, nel secondo caso della Carta di Identità Elettronica. Con questi sistemi ogni cittadino può verificare la propria posizione fiscale, oppure previdenziale, oppure presentare richiesta di accesso a servizi più disparati e misure mirate.

Per esempio con queste modalità di accesso è possibile in molti casi chiedere alcuni sostegni economici, che sono stati introdotti recentemente dallo stato per garantire un sostegno durante il periodo di emergenza sanitaria. L'identità digitale risulta essere indispensabile per compiere diverse azioni che precedentemente erano svolte solamente presso gli uffici fisici dei diversi enti.

Con la digitalizzazione l'obiettivo è quello di accorciare i tempi per l'attesa agli sportelli dei diversi uffici, e semplificare le procedure il più possibile, per garantire ai cittadini un accesso rapido ad informazioni, misure e servizi. Ci si aspetta quindi nuove evoluzioni dell'applicazione nel futuro, e nuove possibilità per gli utenti.