Con l'avvento di Internet, il flusso di denaro ha sempre più perso la tangibilità delle banconote e delle monete approdando nel mondo digitale, delle sue sequenze di zero e uno. Nel corso degli ultimi venti anni, tra i tanti servizi disponibili, una piattaforma si è imposta nel mondo dei pagamenti online, rivoluzionando tutto il settore e in generale il modo in cui paghiamo e trasferiamo denaro online.

Come scrive Wired, oggi PayPal è diventato sinonimo di pagamenti online. Opera in più di duecento Paesi e permette ai suoi utenti di spedire, ricevere e trattenere denaro appartenente a venticinque valute differenti, oltre a consentire il trasferimento da e verso persone che non usufruiscono di questa piattaforma. PayPal semplifica di fatto i pagamenti online, a costo zero e senza vincoli.

Per tutti questi motivi è interessante sapere come funziona e quali sono i vantaggi effettivi di crearsi un conto PayPal. Tra quello che viene riportato sul sito ufficiale e suoi vari siti di informazione, c'è bisogno di fare ordine. Per questo motivo abbiamo creato una comoda guida, da utilizzare per orientarci e conoscere di più su PayPal: la sua storia, il suo funzionamento, i vantaggi e le possibilità offerte.

La storia di PayPal: la fusione tra due idee di due grandi geni

PayPal nasce da due strade che si incontrano. La prima è percorda da Peter Thiel, imprenditore statunitense nato nella Germania Ovest da genitori tedeschi. Cresce cambiando diverse scuole fino ad approdare in California; studente molto brillante, si laurea a Stanford nel 1989 e, dopo anni di gavetta nel settore finanziario, ritorna in California nel bel mezzo dello sviluppo nella zona dell'industria dei computer e di internet.

Nel 1998, insieme a Max Levchin e Luke Nosek, fonda Confinity Inc. Come scrive Marketing Studio:

La società si chiama così da un intelligente fusione tra infinito e fiducia [...] Confinity permetteva ai propri clienti di scambiare denaro in tutta sicurezza e in massima velocità appoggiandosi ad un particolare hardware (il PalmPilot). Ma ben presto capirono che, in realtà, non ne avevano bisogno.

Nel frattempo Thiel aveva già conosciuto il secondo protagonista di questa genesi, Elon Musk. Più o meno nello stesso periodo, il giovane e lanciatissimo Musk fonda X.com, una banca online che raccoglie clienti grazie all'offerta di dare 13 euro, da incassare in qualunque bancomat, a chi si iscriveva.

All'inizio del nuovo millennio, Thiel e Musk capiscono di star lavorando alla stessa idea e che uniti possono essere più forti che divisi. Confinity acquisisce X.com e nasce così PayPal, una piattaforma che punta a immagazzinare il denaro e le operazioni monetarie in un unico posto, a portata di tutti.

Thiel e Musk vendono l'azienda due anni dopo a eBay, per circa 1.5 miliardi di dollari. Con la sua parte, Musk inizia la costruzione del suo impero economico; Thiel decide di investire in nuovi progetti, il primo dei quali diventa Facebook. All'interno di eBay, PayPal cresce fino a raggiungere un miliardo e sette nel 2007. Nel 2015 l'azienda viene scorporata da eBay e PayPal Holding Ltd. diventa una realtà indipendente. Con eBay firma un accordo di graduale distacco che si concretizza nel 2020.

Oggi PayPal conta 300 milioni di utenti registrati e il suo fatturato è di 10 miliardi.

Come funziona PayPal

PayPal è oggi una piattaforma digitale con app proprietaria che di fatto permette la creazione di un conto virtuale. Con questo conto virtuale si possono fare acquisti online, ricevere denaro, fare pagamenti sia su siti esterni selezionando l'opzione PayPal sia all'interno della piattaforma attraverso l'opzione "Invia Denaro", e altre operazioni combinate.

Per funzionare, il conto payPal viene associato al conto corrente o alle carte di credito/debito del suo utente. In questo modo, al momento del pagamento, non bisognerà inserire tutti i dati sensibili e personali richiesti (nome titolare, numero carta, scadenza e CVV) ma semplicemente la mail e la password. PayPal funziona e permette di muovere denaro in 25 valute in oltre duecento Paesi, e la conversione in caso di valuta straniera viene effettuata istantaneamente dalla piattaforma.

Come creare un account PayPal

Registrarsi su PayPal e utilizzare il conto è facile e intuitivo. Prima di tutto bisogna selezionare, nella homepage del sito, la voce Registrati. PayPal chiede di scegliere tra due conti: personale e business. Il sito aranzulla.it spiega le differenze:

un account di tipo Personale è destinato agli utenti privati e consente di usufruire di tutte le funzioni base per effettuare e richiedere pagamenti online; un account di tipo Business è destinato alle aziende, può essere gestito da un numero massimo di 20 utenti e prevede funzioni avanzate

Dopo aver scelto il tipo di conto bisogna compilare il modulo inserendo specifici dati: Paese di provenienza, indirizzo mail e password. Cliccato su Continua, bisogna inserie i dati personali e poi accettare le condizioni d'uso. Prima di associare il conto PayPal alla carta di credito conviene eseguire due operazioni.

La prima è confermare la mail, semplicemente andando sulla posta mail precedentemente specificata e fare clic sul link di conferma all'interno della mail inviata da PayPal. Per confermare il numero di cellulare bisogna andare sulla pagina principale dell'account PayPal, cliccare su Conferma numero di cellulare, ricevere il codice di conferma che arriva via SMS da digitare nello spazio previsto.

Creare un conto PayPal è facilissimo, ma in caso ci siano problemi o insicurezze consigliamo la visione del video di Eduard Simoni, molto esaustiva e comprensibile.

Come associare un conto Paypal a carte e conti bancari

Adesso bisogna collegare il conto PayPal con una carta o un conto bancario. L'operazione è semplice ma va fatta con assoluta precisione; è un passaggio fondamentale, perchè espone ai dati personali e a quelli della propria carta/conto. Inoltre, serve a rimuovere i precedenti limiti di prelievo/versamento.

Iniziamo descrivendo l'associazione PayPal - carta o prepagata. Andare sul proprio account, cliccare su Portafoglio e successivamente sul pulsante Collega una carta. Adesso bisogna compilare il modulo che si apre con i dati personali, selezionare il circuito di appartenenza della carta da associare a PayPal e inserirne i dati (numero di carta, data di scadenza e codice di sicurezza o CVV). Dopo aver cliccato su Salva, nella pagina principale su Notifica si aprirà il modulo per confermare questa operazione.

Sull'estratto conto arriverà un debito temporaneo di 1,50 euro e un codice di quattro cifre preceduto da PAYPAL o PP. Bisogna andare di nuovo su Portafoglio, selezionare la carta registrata, inserire il codice di quattro cifre e confermare. Entro 24 ore l'importo viene rimborsato e fin dalla conferma il conto PayPal è attivo e connesso alla carta utilizzata.

Ora descriviamo l'associazione PayPal - conto bancario. L'operazione è simile: andare sul proprio account, cliccare su Portafoglio e successivamente sul pulsante Collega un conto bancario. Adesso bisogna compilare il modulo che si apre con i dati personali e immettere il codice IBAN.

Sul conto corrente verranno depositati due acconti di valore compreso tra 0.01 e 0.99 euro; dopo aver controllato l'estratto conto e trovato i due accrediti, bisogna andare di nuovo su Portafoglio, selezionare l'icona del conto, selezionare la voce di conferma del conto corrente e inserire i due importi.

Come scrive quifinanza, il conto può essere ricaricato dai conti correnti associati. Basta andare su Portafoglio, trovare la voce Trasferisci denaro e cliccare su Ricarica il tuo saldo. Dopo aver selezionato l'importo, basterà cliccare su Conferma.

I vantaggi di PayPal

Come abbiamo visto, PayPal è semplice da utilizzare e registrarsi e collegare il conto con le carte o i conti correnti è altrettanto facile. Oltre a questi vantaggi, PayPal prevede altri motivi per cui conviene usare la sua piattaforma.

La prima motivazione è la protezione degli acquisti. E' una garanzia che supporta e tutela i consumatori in caso ci siano problemi con la consegna dei prodotti acquistati (articolo non consegnato, articolo rotto...). PayPal riconosce, in questi casi, il rimborso all'acquirente di un importo pari al prezzo totale del prodotto acquistato e, nei casi previsti, anche delle spese di spedizione.

Questa opzione è sempre valida, anche in caso di acquisto di servizi; l'importante è che il conto PayPal sia valido e che la richiesta venga fatta entro 180 giorni dalla data dell'acquisto.

Lo scudo protettivo di PayPal si estende anche sul conto e sulle transazioni. Queste ultime sono criptate, e le prime sono continuamente monitorate in modo da evitare casi di frodi, furti di identità o mail di phising, al cui significato rimandiamo al sito della Polizia Postale. Nel caso raro di tentativi di truffa che eludono le maglie della sicurezza, l'utente deve solo contattare dalla pagina del proprio account il Servizio Clienti, che rapidamente esegue i dovuti controlli.

PayPal offre inoltre la sua carta prepagata, per effettuare acquisti in Italia e all'estero; una modalità pratica per chi non dispone di conti o carte. La carta prepagata PayPal appartiene al circuito internazionale MasterCard, è collegabile all'account PayPal ed è dotata di codice IBAN, permettendo di ricevere ed effettuare bonifici. Si può ordinarla direttamente online sul sito di Lottomatica e riceverla a casa oppure richiederla presso un punto vendita del circuito Lottomatica.

PayPal e criptovalute

PayPal è nata dall'incontro tra due innovatori e ha sempre messo la tecnologia e la sicurezza al primo posto. Era solo questione di tempo prima che incrociasse la strada con il mondo dei bitcoin. IlSole24Ore segnala che, momentaneamente solo in America, PayPal accetta i pagamenti anche in bitcoin, ether e litcoin, trasformandoli in valute senza rischi di cambio.

Il sistema prevede una fee fissa di 0.50 dollari per ogni transazione sotto i 25 dollari. Sopra questo tetto, si va a scalare con le commissioni dal 2,3% fino a raggiungere 1,5% per transazioni sopra i mille dollari.