Perché è così importante creare un portfolio online dei tuoi lavori e creazioni, per trovare un lavoro? Perché è ciò che datori di lavoro o clienti (dipende se ti candidi per una posizione in azienda oppure se lavori come freelance) chiedono. Ancor prima di sapere chi sei, di vederti o conoscerti. 

Il portfolio è tra gli strumenti sul podio, insieme a curriculum e lettera di presentazione, per trovare lavoro, soprattutto se si tratta di professioni creative o legate a espressioni grafiche, come quelle di fotografi, architetti, cake designer. 

Come spiega lo staff di www.startpreventivi.it, quando i clienti stanno per investire del denaro, vogliono sapere se si stanno realmente rivolgendo a un professionista e cosa è capace di fare. 

In genere tutti i freelancer riconoscono nella presentazione dei lavori o portfolio, una marcia in più per attirare l’interesse e conquistare la fiducia di nuovi clienti. Ma anche i candidati, che invece aspirano a un colloquio in azienda, per un ruolo da dipendente, è bene che oggigiorno adottino una forma mentis centrata sulla creatività e sull’innovazione come punto di forza per differenziarsi. 

Ormai infatti è indispensabile, oltre a possedere le competenze tecniche legate alla propria professione, mostrare di saper comunicare tramite immagini, utilizzando gli strumenti digitali e le risorse del web, come approfondisce questo articolo di www.humanmadetechnology.it .

Portfolio significato 

Il termine è inglese e sta a indicare un “portafoglio” ovvero una cartella con materiale illustrativo che serve per mostrare, a scopo promozionale, un nuovo prodotto o iniziativa. Da qui l’utilizzo che se ne fa oggigiorno per mostrare i propri lavori migliori, quelli che meglio mettono in evidenza il proprio valore di professionista nonché progetti di cui si va particolarmente fieri, magari in collaborazione con personaggi noti o grandi multinazionali. 

Per definizione dunque, il portfolio è la presentazione dei propri lavori con lo scopo di promuoversi al meglio e ottenere un nuovo lavoro o un incarico come freelance. 

Come creare portfolio online 

Nel momento in cui ci si presenta di persona a un colloquio per un nuovo lavoro, è senza dubbio utile stampare il portfolio e mostrare dunque una copia cartacea delle proprie realizzazioni. Ma ciò che oggi riveste l’importanza maggiore è avere un portfolio online.

Questo per due motivi principali

  • Incontrarsi di persona con clienti o datori di lavoro potenziali è meno frequente che sul web 
  • In ogni caso, il portfolio online rappresenta sempre il primo step. Si allega alla e-mail di presentazione o si condivide con un link e, solo se si otterrà il colloquio, si avrà la necessità di stamparlo. 

Quindi dotarsi di un portfolio online è essenziale e, per tale motivo, è necessario imparare a crearlo. Non è una impresa impossibile ma richiede un po’ di tempo e impegno per portarla a termine. 

Per iniziare ad avere un’idea, si può optare per una versione basica, così da creare il portfolio online in un’ora

In seguito, sarà possibile affinare la tecnica, la grafica e “l’occhio” per creare man mano un portfolio online sempre più ricercato e ad alto impatto. 

Vediamo come. 

Cosa si scrive in un portfolio 

Un portfolio online è efficace se attira l’attenzione di chi sta valutando l’eventualità di collaborare con noi. Interessante sì ma non appariscente: è importante farsi notare, ma rimanendo pur sempre nella raffinatezza delle immagini e nella sobrietà del copywriting. 

Il “copy” riguarda il testo da inserire nel portfolio, i titoli, le caption. Per quanto le immagini restino protagoniste, è ovvio che il portfolio debba includere anche delle parti testuali. 

Cosa scrivere nel portfolio online?

Tutto ciò che riguarda la propria carriera lavorativa, prestando attenzione a evitare ridondanze o, al contrario, a saltare passaggi essenziali! 

Ogni immagine deve presentare una breve descrizione: il lavoro dietro le quinte, i risultati raggiunti, un aneddoto particolare o un nuovo progetto in corso d’opera. 

Quanti lavori mettere in un portfolio 

La tentazione di mettere tutta la propria esperienza tra le pagine di un portfolio online è davvero tanta. Ma man mano che gli anni passano, è doveroso sfoltire un po’ e lasciare solo i progetti più significativi. 

Se dunque si è alle prime armi, allora il portfolio online può rappresentare senza problemi la raccolta in toto dei lavori fino a quel momento svolti, nessuno escluso. Dopo dieci anni di esperienza però, questo non sarà più possibile! Ecco allora che il portfolio online diventa una selezione, un’antologia dei lavori migliori e di cui siamo più orgogliosi. 

E se si cerca lavoro per la prima volta e non si ha ancora un’esperienza diretta sul campo?  

È possibile realizzare comunque un portfolio online

La risposta è sì. In questo video di Lorenzo Miglietta, fondatore di Grafigata, blog molto noto tra gli addetti ai lavori, trovi interessanti spunti per creare progetti da inserire nel portfolio online senza aver ancora lavorato, come grafico ad esempio.

Gli stessi consigli possono servirti anche nel caso in cui ti proponga come copywriter ad esempio. Il primo passo è senza dubbio creare un tuo blog personale, con una serie di articoli scritti da te, da presentare ai potenziali clienti per mostrare cosa sai fare. 

Dove creare un portfolio online

Il web rappresenta senza dubbio una miniera di risorse preziose, da scoprire e utilizzare a proprio vantaggio. Per creare un portfolio online efficace e d’impatto, esistono tool davvero validi, sia in italiano che in lingua inglese, sia per creare un portfolio online gratis sia a pagamento, con funzioni dedicate ai professionisti più esigenti. 

Qui di seguito, una selezione degli strumenti migliori da utilizzare

Come creare un portfolio online gratis 

  • DeviantArt: è realizzato in lingua inglese ma per chi non ha problemi di comprensione, la creazione del portfolio è davvero semplice e veloce  
  • Behance: senza dubbio tra i più noti e utilizzati per creare e caricare un portfolio online, si tratta di uno strumento Adobe, per professionisti. Infatti è possibile anche accedere a un network nel quale trovare colleghi con lo stesso profilo così come potenziali clienti e datori di lavoro. 
  • Carbonmade: tra le piattaforme online più famose e utilizzate, affermare che serva solo per il portfolio online è riduttivo. Infatti consente di creare un sito web su dominio di terzo livello, con il proprio nome nell’estensione della URL. 
  • Krop: permette di creare un portfolio online free ma solo per due settimane. Trascorso questo periodo di tempo, il tool ha un costo di 8,25 dollari al mese, mettendo a disposizione dei sottoscrittori molti template facilmente personalizzabili, senza la necessità di conoscere alcun codice di programmazione.  

Infine, probabilmente non tutti sanno che il terzo social media al mondo (per preferenze e utilizzo da parte degli utenti) ovvero Pinterest, rappresenta un ottimo strumento anche per la creazione di un portfolio online e in maniera gratuita. 

La pagina con i propri pin diventa dunque una vera e propria bacheca in cui esporre i propri lavori, le creazioni più belle, le fotografie migliori o i disegni realizzati a mano. 

Portfolio online pdf o sito web? 

Come si intuisce, ci sono diversi modi di realizzare un portfolio online, su piattaforme dedicate ad esempio oppure da scaricare in formato pdf, pronto da allegare a una email per un potenziale cliente. 

Si può realizzare il portfolio online su un social media come Pinterest o ancora integrarlo nel proprio sito web

Qual è il posto migliore per presentare il portfolio sul tuo sito personale?  

Sicuramente la pagina About -ovvero Chi sono- è un’ottima scelta. Ma nulla vieta di creare una pagina apposita, da aggiornare in maniera costante, man mano che si realizzano i vari lavori commissionati.