Bollettini da pagare? Precompilato, bianco o avviso PagoPa... ma come si pagano? E perché pagando on line sul sito di poste italiane qualcuno si riesce a pagare subito e qualcuno no? Certo, andando all'ufficio postale il problema è risolto. Tra l'altro ora, tantissime operazioni possono essere sbrigate in fretta, prenotando il proprio turno da casa e saltando la fila!

Ma le bollette, per chi vuole ottimizzare ancora di più i tempi, possono essere pagate tranquillamente on line dal sito delle poste, tramite computer o smartphone oppure usando le applicazioni apposite scaricate prima sul proprio telefonino. 

Quali problemi si possono riscontrare on line che non ci consentono di pagare? Come si pagano quelli con il logo Pagopa? Ecco cosa c'è da sapere, in che orari si può usare il servizio on line e le tipologie di bollettini pagabili online da app o tramite ATM Postamat. 

Poste italiane: come pagare un bollettino sul web 

Per pagare bollettini online sul sito di poste bisogna essere registrati al sito. Entrando infatti nella sezione Conti e Carte e poi cliccando su Servizi on line, paga bollettino si arriva alla schermata di accesso che prevede l'inserimento dei nostri dati per poter proseguire. 

Una volta effettuato l'accesso in uno dei 3 modi possibili (nel primo riquadro, con username e password create in fase di registrazione al sito, nel secondo riquadro con le app BP o PP per titolari di C/C in posta o carta postepay, nel terzo con lo spid) basta selezionare la tipologia di bollettino da pagare, compilare i vari campi richiesti, che ovviamente variano da bollettino a bollettino, controllare che tutto sia corretto, scegliere lo strumento di pagamento preferito e pagare. 

Ma vanno bene tutti i metodi di pagamento? E quali bollettini si possono pagare dal sito o dalle app? 

Poste italiane: come pagare un bollettino con app

Le app di poste italiane si possono scaricare gratuitamente sul proprio telefonino. Occorre solo un po di spazio per poterle installare e sono compatibili sia per chi ha uno smartphone con sistema operativo Android sia per chi ha iOS e dunque su iPhone, IPad o Mac. 

Le app PT e BP richiedono una versione iOS 11 o successiva e una versione Android 4.4 o superiore. 

L'app PP invece richiede una versione iOS 11 o successiva e una versione Android dalla 5 in su. 

Per chi non è titolare di un c/c bancoposta le app utilizzabili sono PT e PP (per chi usa postepay) Tutte consentono di pagare bollettini nello stesso identico modo e molto velocemente. 

Basta entrare nell'app, cliccare su "paga bollette e avvisi Pagopa" o "bollettini e pagamenti" e scegliere tra queste due soluzioni:

  • pagare cliccando sul pulsante giallo "inquadra codice", una volta cliccato basta inquadrare col telefonino il codice qr presente sul bollettino. Qr sta per Quick Response ossia risposta rapida ed è quel quadrato bianco/nero che di fatto rappresenta un codice ottico contente una serie di informazioni, che vengono lette dallo smartphone 
  • compilare manualmente tutti i campi del bollettino 

Fatto questo e scelto lo strumento di pagamento da usare il gioco è fatto!

In entrambi i casi, tutte le ricevute di pagamento vengono archiviate e conservate digitalmente e saranno sempre consultabili nella sezione pagamenti di poste o nella propria area personale detta myposte. 

Si può anche pagare il bollettino per conto di qualcun altro, inserendo il suo nome nel campo "eseguito da". 

Poste italiane: tipi di bollettini pagabili on line, con app o postamat 

Presso gli uffici postali è possibile pagare qualsiasi tipo di bollettino cosi' come sul sito delle poste, prestando naturalmente attenzione agli orari in cui è attivo il servizio on line. 

Ma questi due non sono gli unici modi per pagare, poiché vi sono anche le applicazioni di poste, da scaricare preventivamente sul proprio smartphone, che possono essere usate per pagare più velocemente un bollettino. Tramite le app PP (Postepay), BP (Bancoposta) e PT(Ufficio Postale) però non si possono pagare proprio tutti i bollettini. Ecco quelli esclusi: 

  • bollettino Rav
  • multe polstrada/Multe carabinieri
  • bollettino Tasi 
  • Tosap
  • imposte sulla pubblicità
  • canone TV
  • Tares

Bollettini bianchi, precompilati, Pa, o bollo auto si possono pagare comodamente invece.

I pagamenti afferenti al Ministero dei Trasporti infine possono essere pagati con le app BP e PP ma non con app ufficio postale. 

Si possono pagare bollettini tramite Postamat o postino? Si, ma solo i precompilati e nel secondo caso, soltanto se il postino è dotato di palmare e abilitato quindi al pagamento bollettini. 

Ecco quindi cosa si può fare tramite app e cosa no. 

Possibili problemi riscontrabili on line sul sito di poste

E' sempre possibile pagare delle bollette sul sito delle poste ma se non funziona? 

E' utile sapere che: 

  • se si presenta un errore nella pagina e non si riesce a navigare, il browser del proprio computer potrebbe non essere aggiornato. Il browser è quello che consente infatti di vedere le pagine internet, per esempio Safari, Firefox, Chrome, Explorer... questi di tanto in tanti andrebbero aggiornati. Come minimo Explorer dovrebbe essere la versione 10 per poter funzionare correttamente
  • ci sono dei piccoli periodi di tempo in cui il servizio online non va e quindi prima di pagare basta ricordarsi che i bollettini e gli F24 si possono pagare sempre, tranne la mezzora che va dalle 23.45 alle 00.15 mentre il bollo auto e il pagamento Sky funziona dalle 6 alle 23
  • le operazioni fatte di notte, vengono prese in carico la mattina, dalla riapertura del servizio entro le ore 12
  • gli strumenti di pagamento validi sono Postepay, conto corrente bancoposta o una carta abilitata al pagamento online facente parte del circuito VISA, VISA ELECTRON, V-PAY, MASTERCARD o MAESTRO. Con Mastercard e Visa però non si possono pagare bollettini bianchi
  • il pagamento del bollettino PA è in tempo reale e se l'ente creditore comunica una variazione dell'importo da pagare, bisogna eliminare il vecchio bollettino dal carrello o dalla sezione "Pagamenti non effettuati" e ricompilarlo
  • potrebbe capitare di avere un avviso PagoPa da pagare dove non è presente il numero del conto corrente. Come fare quindi? Basta selezionare il giusto canale di pagamento una volta entrati nella parte dedicata alla compilazione del bollettino pagopa sul sito di poste. Infatti la parte dove si inserisce il numero del conto corrente sparisce una volta selezionato il canale di pagamento "Banche e altri canali" dal menu a tendina, ossia cliccando sulla freccia in giu sulla destra di questo campo. Al posto di c/c si può cosi' inserire il codice ente creditore, in aggiunta al codice avviso

Poste, PagoPa e altri canali di pagamento

A Dicembre 2021 anche Enel Energia ha aderito al nuovo sistema di pagamento PagoPa. A Milano tantissimi bollettini sono stati inviati e pagati digitalmente, risparmiando i costi della stampa da un lato e le spese di notifica a carico dei cittadini dall'altro. 

Sono molte le banche che supportano il sistema pago Pa ma nel caso in cui la nostra banca non aderisce al sistema si può pagare tramite altri canali. 

Pago pa riguarda i pagamenti verso le pubbliche amministrazioni e gestori di servizi pubblici. 

Si può pagare presso

  • gli esercenti convenzionati come bar, edicole, farmacie, ricevitorie e supermercati 
  • punti di posta privata 
  • poste/banche
  • tramite servizi di home banking, cercando la scritta pagopa
  • sul sito dell'ente creditore
  • tramite app io, nella sezione portafoglio usando il Qr code

Poste italiane: risparmiare pagando oline

Pago Pa garantisce la trasparenza dei costi di commissione che variano a seconda degli istituti di pagamento. 

Con poste italiane la commissione per il pagamento alla sportello è di 2 Euro contro 1 Euro per quello effettuato sul sito delle poste o tramite le app e sui siti degli enti creditori che aderiscono a pagopa. 

Generalmente, i bollettini di conto corrente postale pagati allo sportello hanno una commissione di 1.80 ma vengono sempre 1 euro pagando online. 

In altri casi, ecco le spese.

Bollettini di conto corrente postale: 

  • tramite il servizio a domicilio del postino è di 1.50 Euro
  • allo sportello per persone con più di 70 anni o titolari di carta acquisti è di 1 Euro (tipo di carta richiedibile in posta, solo con determinati requisiti e ricaricata dallo Stato per aiutare le persone in difficoltà nei pagamenti delle bollette della luce, del gas e per la spesa)
  • online sul sito poste o con app Ufficio Postale e con carte di pagamento Visa, Visa Electron, V-Pay Mastercard e Maestro 1 Euro

Bollettini con codice F35: 

  • a sportello 1.93, scontato a 1.13 Euro per chi ha più di 70 anni o possiede una carta acquisti 

Bollettini intestati al Dipartimento Trasporti Terrestri o Banca d'Italia: 1.51

Multe: 

  • multe a sportello 2.29 scontato a 1.49 Euro per chi ha più di 70 anni o posside carta acquisti
  • multe online tramite sito poste 1.49 Euro

Nel caso dell'ENEL invece la commissione per operazione è di 1.30 nei negozi o punti Enel Xpay ma pagando sull'app Enel dedicata o sul sito non ci sono spese! 

Pagare online consente quindi di risparmiare tempo e soldi, basta essere informati su tutto ciò che c'è da sapere per fare una scelta più consapevole.