Arriva il postino di poste italiane per consegnare una raccomandata ma il destinatario è assente. 

Per avvisare del mancato recapito, il fogliettino dell'avviso di giacenza finisce nella cassetta postale. 

Sicuramente sarà capitato a tanti e continua a capitare, si pensa già a quale sarà il contenuto della raccomandata e alla fila da fare all'ufficio postale per ritirarla. 

Ora però esiste un servizio molto comodo di poste italiane che permette di ricevere un messaggio, tramite mail o cellulare ogni volta che ci viene inviata una raccomandata e di visionarne il contenuto. In questo modo, non servirà più recarsi all'ufficio postale per il ritiro. 

Questo servizio, chiamato ritiro digitale, consente appunto di vedere, ritirare e firmare la raccomandata tramite computer, risparmiando cosi' tempo e carta. E' gratuito e molto comodo, bisogna solo attivare prima il servizio sul sito delle poste. Ecco come funziona esattamente, come si abilita il servizio e cosa occorre. 

Poste italiane: cos'è il ritiro digitale e cosa ci occorre

Come già anticipato, il ritiro digitale è quel servizio di poste italiane che consente di vedere il contenuto di una raccomandata on line, evitando cosi' la fila alle poste anche nel caso si abbia ricevuto un avviso di giacenza. 

Il servizio vale solo in Italia per tutte le raccomandate e gli atti giudiziari, è gratuito e si può scegliere se attivarlo o meno. Non è quindi obbligatorio ma può essere utile se si è spesso fuori casa o impossibilitati a ritirare fisicamente una raccomandata. 

Una raccomandata che viene ritirata digitalmente non può più essere ritirata fisicamente, la si considera già ritirata una volta che la si è vista on line.  Se però si ha questo servizio attivo e la si ritira fisicamente dal postino o all'ufficio postale, non sarà più visibile online. 

Tutti possono attivare questo servizio; basta avere un computer e una connessione internet. Ma come funziona esattamente? E come è possibile firmare un documento tramite computer?

 Come funziona il ritiro digitale di Poste italiane 

Per attivare il servizio, basta andare sul sito delle poste, nella sezione corrispondenza e spedizioni, cliccando poi su ritiro digitale.

Nella parte destra dello schermo, vi sono due pulsanti gialli: Attiva e Accedi. Il primo è per abilitare il servizio, il secondo per entrare nella propria area personale e vedere le raccomandate ma questo soltanto dopo che si è attivato il servizio. 

Per abilitare il servizio bisogna essere già registrati al sito delle poste o avere uno spid poste o ancora essere titolari di un conto corrente in posta o avere una postepay. Questo serve per l'identificazione della persona, infatti una volta cliccato su attiva viene chiesto di entrare come utente registrato.

Ad ogni modo, se non si rientra in nessuna di queste categorie, è possibile comunque registrarsi dalla stessa schermata cliccando sulla scritta blu "Registrati" e seguendo la procedura guidata composta da 5 semplici passaggi (dati anagrafici, credenziali, condizioni e privacy, riepilogo e fine).

La procedura per abilitare il servizio è composta da tre fasi: 

  • l'accesso come utente registrato 
  • la richiesta di attivazione della firma digitale remota o FDR 
  • l'installazione nel proprio computer di un programma che consente di utilizzare la firma digitale, firmando cosi' le raccomandate tramite computer

Prima fase abilitazione ritiro digitale di poste

A questo punto, non resta che attivare il servizio. Siamo quindi sul sito delle poste, sezione corrispondenza e spedizioni, corrispondenza, ritiro digitale. Dalla schermata si vede il pulsante giallo "attiva", sulla destra, e con un clic su di esso vediamo l'area per accedere come utente registrato.

Ci sono tre modi per farlo, rappresentati da tre rettangoli bianchi.

Tutti i modi sono validi e sono: 

  • primo rettangolo, accedere con username e password create in fase di registrazione al sito delle poste
  • secondo rettangolo, per chi ha un conto corrente postale o una postepay e quindi ha l'app Bancoposta o Postepay sul proprio telefonino.  Si accede più velocemente inquadrando il qr code che appare sullo schermo usando l'app bancoposta o postepay installata nel proprio smartphone, autorizzando poi l'operazione tramite codice posteid come richiesto
  • accedere inquadrando il qr code sullo schermo usando l'app posteid, cliccando sul pulsante giallo "Accedi con posteid" presente nel terzo rettangolo bianco 

Seconda fase abilitazione ritiro digitale di poste

Ora appare la videata che consente di richiedere a poste l'attivazione della firma digitale semplicemente cliccando sulla scritta blu "richiedi ora". Bisogna poi leggere le condizioni generali di servizio e accettarle mettendo la spunta nei quadratini a fianco ad "accetto". 

Proseguendo, si ricevono due e-mail (all'indirizzo di posta elettronica che è stato comunicato a poste italiane una volta registrati al sito) che contengono la conferma di attivazione della firma digitale remota e il contratto di firma digitale remota detta anche FDR. Queste email vanno conservate poiché contengono informazioni importanti e codici di cui potremmo aver bisogno in futuro.

Terza fase abilitazione ritiro digitale di poste

L'ultimo passaggio consiste nel mettere sul proprio computer il programma che consente di usare la firma digitale remota.

Accedendo con le proprie credenziali nella sezione ritiro digitale appaiono tre scritte: raccomandate/atti giudiziari, scopri di più e impostazioni. 

Lo stato del servizio è visualizzabile nella parte "impostazioni", dunque sarà scritto attivo se la procedura sarà andata a buon fine. 

Nella parte "scopri di più" invece si può scaricare il software firmaok. Non basta infatti abilitare il servizio, occorre anche installare nel proprio computer questo programma gratuito che serve per firmare elettronicamente le raccomandate.

Per poter mettere il software firmaok, occorre il sistema operativo Windows 7 SP2, 8, 10 oppure per chi ha un Mac Os serve High Sierra 10.13, Mojave 10.14 o Catalina 10.15. Una volta selezionato il sistema operativo del proprio pc, basta cliccare sul pulsante e scaricare il progrmma.

Una volta messo questo software nel pc, ogni volta che si visualizza una raccomandata nella parte "raccomandate/atti giudiziari" , viene chiesta la firma digitale e il Pin firma. 

Quanto costa il servizio ritiro digitale di poste

Con firma digitale si intende una procedura informatica che consente di contrassegnare un documento con un numero binario che accerta in maniera univoca che il firmatario coincide con la persona indicata nel documento. Questa procedura consente alla firma digitale di conferire valore legale a qualsiasi documento cui viene apposta.

Il codice dell'amministrazione digitale riporta: 

la firma digitale deve riferirsi in maniera univoca ad un solo soggetto ed al documento o all'insieme dei documenti cui è apposta o associata. L'apposizione di firma digitale integra e sostituisce l'apposizione di siggilli, punzoni, timbri, contrassegni e marchi di qualsiasi genere ad ogni fine previsto dalla normativa vigente.

La firma digitale remota non serve solo per firmare raccomandate ma anche altri tipi di documenti o pratiche della PA. 

Il servizio è gratis per vedere le raccomandate ma a pagamento per le altre cose che non hanno a che fare con poste italiane e viene 37.50 Euro per i professionisti e 45 Euro per i privati.

Il servizio di ritiro digitale quindi è gratis! 

Il numero verde di poste italiane per le raccomandate digitali

Qualora si abbia la necessità di parlare con un operatore di poste italiane per una domanda riguardante il servizio di ritiro digitale delle raccomandate si può fare questo numero gratuito 803.160. 

Infatti poiché i servizi di poste sono tantissimi, ad ogni servizio o prodotto corrisponde un numero verde diverso e questo è quello dedicato alla corrispondenza e al ritiro digitale, attivo dalle 8 alle 20 dal lunedi' al sabato.

Come disattivare il ritiro digitale di poste italiane

Una volta attivato il servizio ritiro digitale di poste italiane questo vale per tre anni e viene solitamente rinnovato automaticamente. E' comunque possibile disattivarlo nel caso non ci interessi più usufruire di questa modalità di ritiro.

Ci sono due opzioni per farlo:

  • cancellare il servizio autonomamente dal sito di poste
  • chiedere la sospensione del servizio compilando un modulo apposito 

Il primo metodo è sicuramente quello più veloce ma bisogna avere il codice pratica, ossia un codice univoco che poste ha associato alla nostra firma digitale nel momento del rilascio e che   si trova nella e-mail ricevuta in quel momento o all'interno del contratto della firma digitale.

Basta poi andare nell'area di gestione firma e sospendere da li' la firma (cliccare qui per la pagina dedicata)

Il secondo metodo consiste nel compilare un foglio e inviarlo a poste assieme alla copia del nostro documento di identità e codice fiscale. Si può inviare tramite:

  • mail di posta certificata o PEC scrivendo a reclamiretail@postecert.it
  • fax al numero 06 98.68.64.15
  • lettera raccomandata alla casella postale 160, 00144 Roma

Generalmente una volta ricevuta la richiesta, il servizio viene disattivato entro 5 giorni lavorativi.