In quest'articolo parleremo di due carte prepagate ovvero Postepay e Hype.

Diciamo due per convenzione poiché, come vedremo, esistono diversi modelli sia di carte Postepay che di carte Hype. 

Postepay è la carta prepagata legata del circuito Poste mentre Hype è la carta prepagata legata al gruppo Banca Sella

Di carte Postepay ne esistono diversi modelli: Postepay Standard, Postepay Evolution, Postepay Evolution Business, Postepay Digital e Postepay Green. 

Hype invece presenta tre modelli: Hype Start, Hype Next e Hype Premium. 

Sia Postepay che Hype presentano vantaggi e svantaggi. In quest'articolo parleremo dei differenti modelli, come richiederli e infine tireremo le somme. 

Iniziamo quest'articolo parlando di Postepay e dei vari modelli esistenti!

Postepay: quale scegliere

Non esiste un'unica carta Postepay ma diverse a seconda delle proprie esigenze, come leggiamo su postenews.it

Il tutto è iniziato con la carta Postepay "Standard" che costa 10 euro. Questa carta non prevede il pagamento di un canone annuale e si rinnova gratuitamente al momento della scadenza.

La si riconosce facilmente poiché è di colore giallo. Questa Postepay viene accettata sia in Italia che all'estero per effettuare pagamenti presso negozi fisici oppure online purché siano convenzionati con il circuito VISA

Esiste poi una Postepay più avanzata ovvero la carta Postepay Evolution che ha un suo codice IBAN e che prevede tutte le funzionalità di un conto corrente.

Si può usare in tutti i punti vendita fisici oppure online collegati al circuito Mastercard.

Questa carta consente di effettuare bonifici, applicare la domiciliazione delle utenze, di ricevere lo stipendio oppure la pensione. Il costo di emissione è pari a 5 euro e, contrariamente alla versione Standard, questa Postepay richiede il pagamento di un canone annuale dal valore di 12 euro. 

Questa carta è disponibile anche in un modello più innovativo che si chiama Postepay Evolution Business: questa carta è pensata principalmente per tutti coloro che sono liberi professionisti. 

Per i minorenni invece è possibile richiedere la Postepay Green, una prepagata realizzata con materiali sostenibili per l'ambiente. Questa carta si rivolge ai ragazzi di età compresa tra i 10 e i 17 anni e sostituisce la precedente Postepay Junior. 

Questa carta è molto utile anche per i genitori poiché consente di tenere sotto controllo le spese effettuate dai loro figli. 

Si può utilizzare Postepay Green in tutti i negozi fisici e online purché siano collegati al circuito VISA. Questa Postepay costa 5 euro al momento dell'emissione ma non prevede il pagamento di un canone annuale. 

Un altro tipo di Postepay, completamente diversa da tutte quelle di cui abbiamo appena parlato, è la Postepay Digital ovvero una carta Postepay completamente digitale che si gestisce tramite l'App Postepay.

Questa carta si può richiedere con un codice IBAN che permette di effettuare bonifici, ricevere lo stipendio e applicare la domiciliazione delle utenze. Se si sceglie la versione con l'IBAN è possibile fare richiesta anche della carta fisica in modo da poter prelevare e pagare nei negozi fisici collegati a Mastercard. 

Per quanto riguarda i costi di questa prepagata, nel caso in cui scegliate la versione digitale non sono previsti costi di emissioni. Se invece fate richiesta per la versione fisica il costo di emissione è di 5 euro ed è previsto anche il pagamento di un canone annuale dal valore di 12 euro.

Per richiedere una di queste prepagate è necessario recarsi presso un qualunque ufficio postale presentando il proprio codice fiscale e un documento d'identità valido.

Per quanto riguarda invece la carta Postepay Digital, sia fisica che virtuale, la richiesta può essere effettuata tramite l'App Postepay. 

La carta Postepay si può ricaricare in questi modi:

  • tramite il sito dedicato e l'App Postepay
  • presso gli uffici postali
  • presso gli ATM delle Poste
  • tramite le carte di altre banche
  • presso le tabaccherie e punti vendita Lottomatica

Ricordiamo che l'applicazione Postepay è scaricabile sia su Google Play che sull'App Store

Dopo aver parlato delle diverse carte Postepay, vediamo adesso quali sono tutti i vantaggi e svantaggi.

Postepay: vantaggi e svantaggi

Le carte Postepay sono molto vantaggiose poiché i costi di emissione sono particolarmente ridotti, così come i canoni annuali. Questi ultimi a volte non sono nemmeno previsti come nel caso della carta Postepay Standard oppure per la Postepay Green.

Quasi chiunque, dunque, può richiedere una di queste prepagate. Inoltre, sono utilizzabili praticamente ovunque, sia negozi fisici che online. 

Un altro aspetto interessante, riguarda la scelta di realizzare una carta Postepay in materiale sostenibile e biodegradabile. Si tratta di una scelta importante poiché di fatto la Postepay Green viene utilizzata per un periodo decisamente limitato dai bambini e dai ragazzi perciò è preferibile utilizzare materiali meno inquinanti per la produzione. 

Gli svantaggi sono quelli generalmente legati alle prepagate: se da un lato i costi sono vantaggiosi, dall'altro lato le funzionalità rispetto ad altre carte sono decisamente ridotte. 

Ad esempio, la carta Postepay standard può contenere fino ad un massimo di 3.000 euro. Si tratta dunque di una carta sconveniente per chi ha uno stipendio fisso mensile sui 1.000 euro ad esempio. Inoltre, consente di prelevare al massimo 250 euro al giorno. 

Dopo aver parlato brevemente dei vantaggi e degli svantaggi di Postepay, parliamo adesso di Hype, la carta prepagata di Banca Sella. 

Hype: che cos’è e come richiederla

Hype è una carta prepagata legata a Banca Sella. Esistono tre versioni di questa carta:

  • Hype Start: si tratta di una carta prepagata che non prevede costi di emissione e il pagamento di un canone mensile oppure annuale. 
  • Hype Next: prevede il pagamento di un canone mensile dal valore di 2,90 euro. Prevede tutte le caratteristiche della carta precedente con qualche vantaggio in più, come ad esempio 10 bonifici istantanei gratuiti al mese e la gestione del proprio conto Hype anche dal PC. 
  • Hype Premium: si tratta della carta Hype più avanzata e prevede un costo di 9,90 euro mensili. Ha tutte le caratteristiche delle due carte precedenti con alcuni vantaggi in più come ad esempio bonifici istantanei gratuiti sempre e senza limiti. 

Per richiedere Hype è necessario registrarsi sul sito dedicato.

La carta viene spedita due giorni dopo la richiesta.

Se avete scelto la carta Start oppure Next è necessario attendere tra i 4 e i 14 giorni lavorativi prima della ricezione.

Se invece avete scelto Hype Premium, quest'ultima arriverà entro 5 giorni lavorativi. 

La comodità di Hype è che è possibile gestire il conto principalmente dall'applicazione scaricabile sia da Google Play che dall'App Store

Ricordiamo inoltre che dal 25/11/2020 Hype Next ha sostituito il vecchio modello Hype Plus. Chi ha ancora Hype Plus può utilizzarla tranquillamente oppure eventualmente richiedere il passaggio a Hype Next. 

Dopo aver presentato i diversi modelli di carta Hype e spiegato come richiederli, vediamo adesso tutti i vantaggi e tutti gli svantaggi.

Hype: vantaggi e svantaggi

Il vantaggio di Hype è la facilità di gestione del proprio conto attraverso l'applicazione.

Per quanto riguarda il massimo saldo disponibile, per Hype Start è di 2.500 euro mentre non ci sono limiti per i modelli Next e Premium. 

Inoltre, non sono previsti costi di emissione e il canone mensile presenta un prezzo molto vantaggioso, soprattutto per quanto riguarda Hype Next. 

Lo svantaggio principale di Hype riguarda il fatto che tutte le carte non vengono rilasciate subito poiché bisogna comunque attendere un paio di giorni lavorativi per la ricezione. 

Inoltre, è una carta dedicata prevalentemente ai giovani. Dal momento che non è possibile richiederla presso un punto fisico di Banca Sella ma solamente per via telematica, restano evidentemente esclusi tutti coloro che non hanno accesso ad una connessione internet perché non possono permettersela.

Un'altra fetta di pubblico esclusa riguarda sicuramente gli anziani, che non sempre sono in grado di destreggiarsi da soli nei nuovi processi tecnologici. 

Dopo aver parlato sia di Postepay che di Hype, cerchiamo di tirare le somme e vedere quale effettivamente conviene di più. 

Postepay e Hype: conclusioni

Postepay e Hype, come abbiamo visto, presentano entrambi dei vantaggi e degli svantaggi. 

Diciamo che ottenere Hype è un processo molto più rapido poiché la richiesta avviene per via telematica e non è necessario prendere un appuntamento presso la filiale.

I costi sono decisamente inferiori rispetto a Postepay. Rispetto a quest'ultima infatti, Hype non prevede alcun costo di emissione. Infatti, se mettiamo a confronto Postepay Standard a Hype Start, da un lato abbiamo 10 euro di emissione e 0 euro di canone mensile mentre dall'altro lato 0 euro sia di emissione che di canone mensile. 

Se facciamo il paragone tra Hype Premium (9,90 euro al mese) e Postepay Evolution (12 euro al mese) ci accorgiamo il canone mensile di Hype Premium conviene decisamente di più. 

Con questo non significa che Postepay sia assolutamente sconveniente: come abbiamo già scritto nel paragrafo precedente, Postepay conviene molto per coloro che vogliono fare le cose alla "vecchia maniera" e che non sono molto abili nel mondo di internet.

Postepay mette infatti a disposizione una versione di prepagata più all'avanguardia, ovvero la Postepay Digital ma ci sono anche tutte le altre versioni che si possono richiedere tranquillamente presso un ufficio postale. 

Ad ogni modo, nel caso in cui abbiate problemi con Hype, sebbene non ci sia un ufficio fisico dedicato, è possibile comunque contattare il call center. 

Un altro aspetto da tenere in conto è che non si può ricevere Hype immediatamente ma bisogna attendere un paio di giorni lavorativi, indipendentemente dal modello scelto.

Per richiedere Postepay è vero che bisogna recarsi presso l'ufficio postale ma, come leggiamo su mycarteprepagate.it, è anche vero che la prepagata viene rilasciata immediatamente.