Puoi ancora recuperare le foto cancellate dallo smartphone: prova con questi metodi

Se ti è capitato di cancellare per errore delle foto dal tuo smartphone, o anche se le hai cancellate volutamente ma hai cambiato idea, forse le puoi ancora recuperare con alcuni metodi utili: provali subito tutti.

Recuperare foto cancellate smartphone

Con tutte le immagini e i file che transitano sui nostri smartphone, non c'è da sorprendersi se si commette qualche errore. Ma potrebbe essere grave perdere i tuoi preziosi ricordi se hai eliminato per errore qualche foto.

Che sia così, o che tu l'avessi fatto volutamente e abbia ora cambiato idea, c'è più di una tecnica per provare a recuperare le foto cancellate dallo smartphone, anche senza applicazioni esterne.

I servizi di foto prevengono la cancellazione accidentale: sfruttali

L'eliminazione per errore di file e foto non è un problema così raro, infatti tutti i principali servizi di archiviazione (sia online che offline) hanno una sorta di sistema di prevenzione.

Può apparire banale, si tratta di un banale "cestino" del passato. Oggi però si sfrutta con furbizia: gli sviluppatori di app e sistemi operativi lo mettono separato dal resto, un po' nascosto, di modo che l'utente creda di aver cancellato le foto, ma abbia in realtà, inconsapevolmente, un modo e un tempo per recuperarle.

Quando elimini una foto dalla Galleria del tuo telefono, infatti, non viene cancellata. Viene spostata nel Cestino, e a meno che tu non sia andato a svuotarlo volutamente, ci rimane per 30 giorni prima di sparire definitivamente.

Se sei su Android e usi la Galleria predefinita, aprila e tocca la sezione "Album" nella barra inferiore. Poi scorri verso il basso e tocca "Eliminati di recente". Potrebbe sorprenderti vedere quante foto ci sono! Se non sono passati ancora 30 giorni, ti basta tenere premuto sulla foto che ti interessa recuperare, e poi toccare "Ripristina" in basso.

Se invece adoperi Google Foto per la gestione delle foto, apri l'app e tocca la voce "Raccolta" nella barra in basso. Scegli poi "Cestino" in alto, tieni premuto per selezionare le foto perdute e tocca "Ripristina" per recuperarle. Per gli elementi sottoposti a backup, Google li mantiene nel cestino per ben 60 giorni.

Funziona nel medesimo modo anche su iPhone: apri l'app Foto di Apple, tocca "Album" e poi "Eliminati di recente" (dovrai sbloccare la cartella col volto o con l'impronta). Dopodiché tocca "Seleziona" e scegli le foto desiderate per poi toccare "Recupera foto". Anche qui hai i consueti 30 giorni di tempo.

Verifica i tuoi backup preimpostati di fotografie

Se tra gli eliminati di recente non trovi ciò che cercavi, dovrai procedere con altri tentativi. Il primo è quello di controllare se c'era un backup preimpostato attivo per le tue foto poi cancellate.

Escludendo servizi che avresti installato appositamente, e che quindi sicuramente conosci, su Android il backup "predefinito" è operato da Google Foto. Se lo tenevi attivo (anche inconsapevolmente) e se non avevi finito lo spazio di archiviazione (o se avevi un piano a pagamento Google One), ti potrà salvare.

Entra nell'app Google Foto da smartphone o anche nel sito Google Foto da PC. Scorri la barra di destra fino a raggiungere la data di ciò che cerchi: se la vedi lì, significa che è stata messa al riparo grazie al backup ed è attualmente in salvo. Volendo puoi anche scaricarla di nuovo sul telefono. L'unico difetto è che, a meno di impostazioni apposite, la qualità sarà un po' più bassa dell'originale.

Nel caso di un iPhone, l'eventuale backup è affidato ad iCloud. Potresti quindi aver scattato una foto col backup attivo e poi averla cancellata, ma forse in iCloud è rimasta: per controllare recati subito in Impostazioni, poi tocca il tuo nome e poi iCloud. Da qui scegli "Foto" e attiva "Foto di iCloud", assicurati di stare connesso a internet e ricontrolla da zero la tua libreria fotografica.

Recupera le foto cancellate grazie al trucco Whatsapp

Se nessuna soluzione ha fatto per te, c'è un'ultima possibilità. Si tratta di un trucco unico che sfrutta l'app di Whatsapp, anche se, naturalmente, ha dei limiti.

Il meccanismo è semplicissimo: quando invii una foto in una chat Whatsapp, l'app crea una copia della foto originale (in qualità più ridotta) e la salva all'interno di una delle sue sotto-cartelle. Se non svuoti la chat o le sotto-cartelle di tua iniziativa con le procedure di liberazione memoria, allora la copia resta salvata nel telefono.

Puoi quindi recuperare delle foto cancellate, anche definitivamente, seppur in qualità inferiore; ma solo a patto che le abbia inviate a qualcuno su Whatsapp in passato e non abbia cancellato quella chat.

In tal caso, sia su iPhone che Android, entra nell'app e accedi alla chat con la persona interessata (ma funziona anche con un gruppo). Tocca il nome della persona o gruppo in alto, poi seleziona "Media, link e documenti": alla voce "Media" vedrai una lista delle foto e video scambiate col contatto e che sono ancora in memoria.

Se trovi lì la foto perduta, allora è ancora nel telefono: aprila, tocca il pulsante coi tre pallini e poi scegli "Salva". Così verrà ri-salvata anche nelle gallerie principali dello smartphone.