Quando si tratta di pagamenti online è diventato ormai molto difficile capire quali sono i siti affidabili e quelli invece più pericolosi che potrebbero in qualche modo rubare i dati delle carte e successivamente prelevare denaro.

Per questo motivo milioni di persone si stanno informandi su Paypal come sito di pagamento per i propri acquisti online.

Gli acquisti su siti di e-commerce sono esplosi principalmente nell’ultimo decennio, da prima solo in quella fetta di persone che si sentono più confortevoli con i movimenti di denaro online e successivamente sempre più persone hanno intuito le opportunità che si celano dietro agli acquisti effettuati da pc.

Paypal è un’ottima opportunità di pagamento su siti di e-commerce, con la pandemia il numero degli acquisti online e degli utenti Paypal è esploso vista l’impossibilità di recarsi presso i negozi fisicamente.

I più sospettosi però hanno timore che, comprando online, i dati dei propri metodi di pagamento possano essere rubati e che di conseguenza si possa essere derubati del proprio denaro.

Ma creare il proprio utente e conto su Paypal però non è solo una possibilità con la quale fare acquisti online (di cui c’è più timore), Paypal apre la possibilità anche a una moltitudine di modalità di scambio di denaro differenti dal mero pagamento a siti di e-commerce.

Proprio per questo motivo, durante l’articolo, andremo a spiegare nel dettaglio quali sono le caratteristiche di Paypal e anche quali sono le opportunità e gli utilizzi di questo tipo di conto, per far sì che anche i più diffidenti abbiano la possibilità di comprenderne il funzionamento.

Vogliamo inoltre segnalare anche un video del canale Youtube TechPrincess in cui si mostra un tutorial visivo di come aprire un conto Paypal e di come funziona questo servizio.

Cos'è paypal?

Paypal può essere considerato alla pari di un vero e proprio conto corrente virtuale che non prevede l’utilizzo di carte di credito o bancomat, sostituiti dalle credenziali di accesso (username e password).

Paypal può essere utilizzato da computer, tablet, smartphone e più in generale da ogni tipo di device che abbia un accesso a internet, perchè è semplicemente un sito a cui accedere.

Aprire un conto corrente di Paypal per i privati è totalmente gratuito.

Con Paypal si possono inviare pagamenti online e anche ricevere denaro da altri utenti Paypal inserendo semplicemente le proprie credenziali e confermando l’operazione con un secondo passaggio di conferma (per via delle nuove regole sui pagamenti online).

Nonostante Paypal possa essere considerato un vero e proprio conto corrente, non è quasi mai possibile pagare attraverso questo portale nei negozi fisici.

Nonostante il sito ne dia la possibilità, solo pochi commercianti hanno deciso di accettare questa modalità di pagamento anche nel proprio negozio fisico.

Una volta fatta l’iscrizione sul sito di Paypal, sarà possibile collegare il proprio utente a carte di credito, carte prepagate (come anche postepay) e anche direttamente il nostro conto corrente (inserendo il nostro codice IBAN).

Collegando tutte queste modalità di pagamento, nel momento in cui si effettua un acquisto online sarà possibile decidere con quale metodo di pagamento pagare e, di conseguenza, da quale di questi sarà scalato il denaro.

Proprio questa sua caratteristica che prevede che si possano collegare diversi metodi di pagamento, tra i quali anche le carte di credito o i conti correnti, le persone più diffidenti temono che Paypal non sia un sito sicuro nel quale inserire i propri dati.

In realtà Paypal è stato costruito proprio per rendere il più sicuri possibile i pagamenti online.

Infatti, generalmente nella fase finale di un acquisto su un sito di e-commerce viene richiesta la modalità di pagamento e (quando si tratta di carte di credito) è necessario inserire i dati della propria carta per far sì che il commerciante possa prelevare i soldi.

In quel preciso momento, chi effettua l’acquisto sta comunicando i dati della propria carta al sito che potenzialmente in futuro li potrebbe utilizzare per commettere furti su quello stesso metodo di pagamento.

Per questo motivo chi acquista online senza essere titolare di un conto Paypal, solitamente utilizza carte di credito prepagate e ricaricabili invece che la propria carta di credito collegata al conto corrente: in questo modo si può ricaricare la carta con un budget simile al prezzo da pagare per l’acquisto.

Con Paypal questo non è più necessario.

Sul sito ufficiale di Paypal infatti, la descrizione del servizio recita proprio “PayPal è il servizio che ti consente di pagare, inviare denaro e accettare pagamenti in modo più rapido, semplice e sicuro, senza dover immettere ogni volta i tuoi dati finanziari.”

La caratteristica che rende sicuri i pagamenti online utilizzando Paypal è proprio quella descritta sul sito: non si richiede di inserire i propri dati finanziari direttamente sui siti, è solo Paypal a possederli, quindi i gli e-commerce su cui si effettuano gli acquisti non potranno accedere successivamente ai dati di pagamenti per commettere eventuali furti.

Ovviamente non è detto che gli e-commerce utilizzeranno i dati finanziari per derubare gli utenti, ma con Paypal si previene qualsiasi rischio di questo genere.

Andando avanti nel tempo poi, i proprietari di Paypal hanno capito che lo scambio di denaro sarebbe potuto avvenire non soltanto tra commercianti e clienti, ma anche tra utenti Paypal privati.

Infatti è presente anche la possibilità di ricevere denaro sul proprio conto Paypal, è sufficiente che la persona che ci vuole trasferire il denaro sia iscritta al sito e sia in possesso del nostro nome utente univoco (o QR code personale o indirizzo email con cui siamo iscritti al portale) in modo da evitare di inviare denaro alla persona sbagliata.

Per quanto riguarda gli scambi di denaro tra privati, Paypal non è l’unico portale che fornisce questo servizio, negli ultimi anni infatti sono nate altre applicazioni che svolgono mettono a disposizione questa possibilità, uno di questi è ad esempio Satispay.

Cosa e dove si può pagare con paypal?

Il portale di Paypal mette a disposizione quindi la possibilità di pagare o ricevere denaro da altri utenti Paypal oppure di pagare sui siti di e-commerce.

Non è obbligatorio che un e-commerce metta a disposizione tra le sue modalità di pagamento Paypal (come per esempio Amazon, che ha creato la sua forma di pagamento elettronico con Amazon Pay), ma la maggior parte dei siti che fanno vendita online mette a disposizione anche Paypal.

Questo capita perchè Paypal è molto diffuso tra gli utenti che sono abituati ad acquistare online (per il suo fattore sicurezza) e quindi sarebbe controproducente non dare questa possibilità di pagamento sul proprio sito.

La motivazione per la quale un sito di vendita online potrebbe non mettere a disposizione questa modalità di pagamento si trova semplicemente nei costi.

Perchè se la creazione di un utente Paypal è totalmente gratuita per i privati, invece per le aziende il trasferimento del denaro dal proprio saldo Paypal al conto corrente ha un costo.

La sezione del sito di Paypal riservata alle aziende (chiamata Paypal Business) spiega dettagliatamente quali sono i passaggi da completare per ricevere i pagamenti tramite il sito e anche quali sono le possibilità di ricezione del denaro (non solo pagamenti per la vendita di prodotti, ma per esempio anche donazioni verso associazioni).

Chi può fare paypal e cosa serve per iscriversi?

Come abbiamo visto, Paypal è un servizio a disposizione sia di privati che di aziende.

Per quanto riguarda gli utenti personali dei privati, gli elementi indispensabili per aprire un conto Paypal sono un indirizzo email, un numero cellulare e un metodo di pagamento da collegare (che può essere un conto corrente con codice IBAN, una carta di credito, una carta di debito o anche una carta prepagata ricaricabile).

Per gli utenti business sono richiesti alcuni parametri aggiuntivi che vengono sepcificati quando si contatta il servizio clienti business direttamente dal sito.

Come funziona Paypal?

Dopo aver creato il proprio utente sul sito di Paypal con username e password e confermato l’operazione con l’email di conferma (per questo motivo è necessario un indirizzo email attivo e accessibile) il passo successivo è collegare il metodo o i metodi di pagamento.

Quando sono stati completati questi passaggi è già possibile iniziare ad effettuare i pagamenti con Paypal.

A questo punto, per effettuare pagamenti con Paypal, basta solamente scegliere “paypal” come modalità di pagamento dei propri acquisti online, sarà automaticamente il sito in questione che reindirizzerà al sito di Paypal in cui si richiedono username e password.

Quando si è confermata la propria identità con l’inserimento di username e password ci sarà un'ulteriore richiesta di conferma del pagamento (prima di scalare i soldi), confermata la volontà di acquistare sarà necessario solo utilizzare un codice temporaneo ricevuto sul numero di telefono e il pagamento sarà effettuato.

La conferma di pagamento con il codice temporaneo (codice OTP) è stata inserita solo nell’ultimo anno perchè per legge (per sventare il più possibile i furti)tutti i movimenti di denaro necessitano di questa ulteriore conferma.

In definitiva quindi i passaggi per pagare con Paypal su un e-commerce sono quattro:

  • scegliere Paypal come metodo di pagamento,
  • inserire username e password per accedere al proprio utente paypal,
  • confermare l’operazione cliccando sul pulsante “paga”,
  • inserire la conferma dell’identità attraverso codice OTP (con messaggio sul cellulare, chiamata o tramite app di Paypal).

Pagare con paypal è sicuro?

Attraverso il metodo di inserimento dei propri dati su Paypal e con la richiesta di legge dell’identificazione a due fattori (con l’inserimento del codice OTP obbligatorio) è possibile dichiarare che Paypal è un metodo di pagamento virtuale sicuro.

Non è possibile prevedere ogni tipo di truffa online e quindi non c’è possibilità di certezza senza eccezioni, però Paypal è un metodo di pagamento considerato sicuro.

Proprio come si legge sul portale stesso, creando il proprio utente su Paypal non è più richiesto l’inserimento dei propri dati di pagamento (come codici di carte di credito o simili) su siti di e-commerce sconosciuti.

L’unico portale che ha a disposizione i nostri dati finanziari è proprio Paypal, nel caso in cui si intercettino attività sospette nei nostri movimenti finanziari ci si potrà rivolgere direttamente a Paypal invece che pensare a quale sito possa aver prelevato senza permesso il nostro denaro.

In un'epoca come quella che stiamo vivendo adesso, in cui la vita online assume lo stesso peso di quella offline, e in cui la pandemia limita fortemente la circolazione libera in negozi e store, Paypal è un’interessante opportunità di tenere al sicuro i nostri dati finanziari.