Snap e Pinterest in rally a Wall Street dopo solide trimestrali che, in scia a quanto evidenziato in precedenza da Facebook, mostrano come la domanda di pubblicità online sia stata particolarmente solida nel periodo delle festività natalizie. L'azienda californiana creatrice della piattaforma di messaggistica Snapchat, anche in questo caso come fatto dal social network di Mark Zuckerberg, ha però fornito un outlook prudente, attribuendo l'incertezza per il suo business alle modifiche introdotte da Apple al suo iOS (il sistema operativo di iPhone e iPad) che di fatto inibiscono il targeted advertising, mettendo a rischio una delle principali fonti di ricavi. Timori che nell'ultima seduta di settimana scorsa avevano inizialmente innescato le vendite sul titolo di Snap.

Per Snap rimbalzo dei ricavi del 62% annuo nel trimestre

Alla fine, però, Snap ha chiuso con un rally del 9,14% al Nyse dopo avere comunicato per il quarto trimestre la crescita del 22% annuo degli utenti attivi giornalieri a 265 milioni, contro i 258 milioni del consensus di FactSet. Nei tre mesi allo scorso 31 dicembre Snap ha registrato un rimbalzo dei ricavi del 62% annuo a 911 milioni, contro gli 852 milioni stimati dagli analisti. Nota negativa il fatto che Snap abbia perso 8 centesimi per azione, contro i 7 centesimi del consensus di FactSet ma gli investitori non si sono lasciati spaventare dal rosso della società di Santa Monica, che continua a essere apprezzata dal mercato: secondo Barron's sono infatti oltre 20 gli analisti che hanno alzato il target price sul titolo Snap.

Crescita del 37% a 459 milioni per gli utenti di Pinterest 

Più lineare l'andamento a Wall Street di Pinterest, che rimane molto apprezzata dal mercato. Almeno dieci analisti hanno migliorato il prezzo obiettivo sul titolo della società di San Francisco (creatrice dell'omonimo social network basato sulla ricerca di immagini) e, sempre secondo Barron's, il 62% dei giudizi sono buy (a fronte di nessuno sell). Secondo Colin Sebastian di Baird la trimestrale di Pinterest segna "una delle storie di recupero più impressionanti dell'anno", grazie ai miglioramenti per la piattaforma di advertising e alla crescita nell'e-commerce. Nel quarto trimestre Pinterest ha messo a segno un balzo del 37% annuo per gli utenti attivi mensili, a quota 459 milioni, e addirittura del 76% per i ricavi, saliti a 705,6 milioni di dollari, contro i 645,7 milioni del consensus di FactSet. Abbastanza per spingere in rally del 5,19% il titolo venerdì al Nyse.

(Raffaele Rovati)