Negli ultimi due anni, abbiamo assistito ad un cambiamento nel modo in cui i marchi promuovono i loro prodotti o servizi sui social media. L’utilizzo dei social media continua a crescere e di conseguenza il pubblico da convertire in clienti; le aziende nei paesi globalizzati, si stanno chiedendo come aumentare l’engagement di un pubblico così vasto.

Inoltre oggi è fondamentale comprendere le nuove tendenze dei social media in un panorama in continua evoluzione. Lo spiega bene italiaonline.it/ :

"Nei prossimi mesi ci saranno tante novità che è importante conoscere e affrontare, in modo da gestire al meglio i propri piani di marketing e comunicazione aziendali. Ecco le principali previsioni per il mondo dei social media 2022."

Social Media Trend 2022: come cambiano i contenuti social

Negli ultimi mesi sono state realizzate migliaia di interviste da parte di professionisti del marketing per scoprire quali tendenze le aziende B2B e B2C sfrutteranno nel 2022 e per stilare conseguentemente le linee guida strategiche per implementare le vendite.

In questo ambiente è fondamentale porre sotto la lente d’ingrandimento il ‘Social Media Marketer’ che lavora esclusivamente per trovare tutte le persone che probabilmente acquisteranno i servizi o prodotti della tua azienda su un determinato social network.

Notiamo bene però che non si puo’ vendere in egual modo su tutti i social network, un singolo post non puo’ avere la stessa efficacia su due social network diversi.

"E’ proprio qui che si evidenzierà la bravura di un Social Media Marketer il quale saprà riconoscere la differenza del Social Media e le esigenze di mercato diverse a seconda del canale di comunicazione." Veronica Gentilini

Tendenze e punti di messa a fuoco

Di seguito riporto una lista di 5 punti focus di tendenze che i social media marketer dovranno osservare nel 2022 per rendere il più proficuo possibile, un profilo aziendale.

I trend del 2022

1.TikTok domina su tutto

Oltre 2,5 miliardi di installazioni. Gli utenti di TikTok hanno la possibilità di sviluppare video, visionare quelli degli altri profili con la sola regola di rispettare le tempistiche restrittive di 15 secondi; basta usere un cellulare qualsiasi e tutti gli utenti al disopra della maggiore età potranno farne accesso.

I video possono essere modificati in maniera autonoma integrando musica ed audio. La qualità di Tiktok è quella di avere un alto livello di coinvolgimento degli utenti e per la tua estrema facilità nell’utilizzo.

Infatti anche utenti dilettanti possono facilmente girare i mini-video e applicarne filtri, audio e adesivi qualsiasi. Altrettanto facile è creare video in collaborazione con altri utenti, dunque condividere lo schermo con un altro TiokToker, il quale pur trovandosi in un luogo diverso, puo’ partecipare e condividere nello stesso istante, insieme a te qualsiasi contenuto.

Tiktok è stato creato nel 2017 da in Cina da Alex Zhu e Luyu Yang che avevano l’obiettivo di colpire un mercato che non era ancora stato considerato come utente per un social network. Il mercato comprendeva tutti gli adolescenti dai 13 anni ai 23, riuscendo a stupire questa fascia con una novità intrattenente che non avevano mai conosciuto prima.

Tiktok punta alla borsa

La app è stata sin da subito vincente, proponendo ai suoi utenti un infinito intrattenimento coinvolgente e “veloce”. Con la crescita di tiktok anche i marchi e le società marketing hanno notato il grande potenziale e appena oggi si apre questo nuovo modo di fare business tramite un social network.

"Quello che è interessante nel caso del nostro paese non è solo l’aumento vertiginoso degli utenti, ma il fatto che questo incremento interessi anche la fascia degli over 35, che vedono un'impennata del 201% secondo la società di ricerca Comscore. Chi l'ha detto infatti che "TikTok non è un paese per vecchi" Margaret Jen

L’obiettivo è quello di creare video pubblicitari incentivando l’acquisto di prodotti tramite contenuti così divertenti tanto da creare un numero spropositato di click. Una tip fondamentale da avere ben salda prima di addentrarsi in questa app è quella di creare contenuti divertenti, con musiche di tendenza e l’obiettivo è quello di creare un contenuto virale.

Tiktok e il successo di massa

Cerchiamo di capire cosa fare per ricevere un clik: prima di tutto il tuo pubblico deve avere meno di 30 anni. L’azienda deve essere munita di molteplici contenuti video da condividere e bisogna avere una visione in linea con i tiktoker attuali.

Come già detto, le campagne pubblicitarie sono nuove su tik tok e dunque anche molto costose. Bisogna quindi considerare bene l’investimento prima di inziare. Elenco in seguito alcune delle migliori campagne pubblicitarie create da aziende multinazionali:

PRADA: ha creato una challenge (#PradaBucketChallenge) sfidando gli utenti a mostrare il proprio stile sul social network coinvolgendo alcuni tra i personaggi più famosi al mondo. Ad. Es Bella Poarch, Just Maiko. Questa challenge ha portato alla visualizzazione di un video, in cui veniva indossato un capo Prada, di 7 miliardi di visualizzazioni.

SEAT: in collaborazione con Rafael Nistor hanno realizzato un video unendo la cucina alla velocità e praticità delle proprie auto. Hanno raggiunto 18,7 milioni di utenti utilizzando Spark Ads, strumento che lavora in concomitanza unendo sposorizzazioni e post con contenuti organici.

Ray-Ban Elevator Dance: ha creato una challenge riunendo i TikToker più noti spingendoli a realizzare delle coreografie divertenti. Risultato: 14 miliardi di visualizzazioni.

UnipolSai: in collaborazione del creatore di contenuti Mattia Stanga ha creato un video per incentivare gli utenti a creare delle polize assicurative, il post ha raggiunto 49 milioni di impressions.

Oppo riscopri il colore: ha creato una colonna sonora dedicata permettendo agli utenti di inserire l’audio sopra i loro video, chiaramente ha collaborato con alcuni creatori di contenuti importanti su Tiktok. Risultato: 277 milioni di visualizzazioni.

Valentino: per annunciare la sua entrata su TikTok ha creato un video divertente avvalendosi della notorietà di Luna Lionne. 22 miliardi di visualizzazioni.

Il lessico di Tiktok

Il linguaggio di TikTok è diverso da qualsiasi altra piattaforma, ha democratizzato il lusso e questo è il motivo per cui milioni di utenti si collegano sulla app e perché la connessione tra Tiktok e il mondo della moda sta crescendo sempre di più.

"Per riassumere, Tiktok deve creare contenuti brevi, divertenti, di attualità e deve conquistare il pubblico tramite alcuni creatori di contenuto di successo. L’investimento porta a visualizzazioni con l’obiettivo di convertite l’utente in cliente." Adriano Accardo

2. Raggiungere un nuovo pubblico diventerà l'obiettivo numero uno dei social media per le aziende.

Uno degli obiettivi principali di un SMM è quello di: pubblicizzare prodotti/servizi (35%); aumentare la consapevolezza del marchio/raggiungere nuovi segmenti di utenti (34%) aumentare le conversioni di utenti in vendite (34%). Ma non solo, in questi ultimi mesi del 2022 una delle mete principali per chi ha un’azienda e vende i propri prodotti online, è quella di rafforzare il rapporto virtuale con i clienti e incrementare la fedeltà del cliente verso il proprio marchio (33%).

In più non è proprio da sottovalutare l’aumento della migliore qualità del servizio clienti e la fidelizzazione di quest’ultimo (32%). Questi accorgimenti derivano dal fatto che proprio durante la pandemia COVID-19, gran numero di utenti è stato incentivato (o meglio obbligato) a comprare per la prima volta online alcuni prodotti che fino a pochi mesi prima era usuale comprare di persona.

I sensi principali dell’uomo in questo caso sono apparsi inutili, infatti un consumatore non poteva più procedere all’acquisto avvalendosi del tatto, olfatto e quant’altro ma doveva acquistare utilizzando altre qualità per valutare l’apparenza soggettiva del prodotto.

Dall’altra parte, quella di un’azienda che inizia a vendere online, c’è stato un grosso incremento di investimenti sulle analisi del mercato e in particolare di quel segmento interessato ai determinati prodotti venduti. Dunque oggi è fondamentale sviluppare delle relazioni con il proprio cliente attraverso i social media e accrescere quello già ottenuto con il cliente fidelizzato in passato.

Per conquistare un cliente online è necessario aumentare la propria presenza e rimanere sempre disponibile per l’utente, quindi dimostrare interesse a domande e reazioni ad un proprio post oppure a possibili domande poste sotto di esso.

E’ fondamentale seguire le tendenze del momento e essere il più creativo possibile per non cadere nella sindrome del profilo noioso e ripetitivo. Un aspetto importante è quello di scambiare rapporti con il cliente e dunque portarlo in una situazione accattivante e stimolante in cui l’utente viene diretto alla risposta di una serie di domande derivanti da un sondaggio o da un video interattivo.

3. Le aziende effettueranno assunzioni di social media manager più specifiche.

Per assumere la persona perfetta per gestire una community di utenti che seguono i canali social aziendali, c’è bisogno di considerare un esperto social media e essere al corrente di dover procedere con un micro investimento.

Prima di tutto bisogna valutare se l’azienda ha veramente bisogno di assumere un Social Media Manager esterno oppure se è possibile utilizzare una risorsa interna, magari che conosce già appieno i prodotti e servizi dell’azienda stessa.

I paramenti su cui fare affidamento per prendere questo tipo di decisione sono due: possibilità di nuove assunzioni da parte dell’azienda e il numero di personale. Solitamente sono proprio le start up o le PMI piccole medio imprese che autogestiscono i propri canali social.

Un altro aspetto importante è quello di chiarire sin dalla prima iscrizione su un social, la meta aziendale: si è iscritti per un profitto a livello economico e quindi a una vendita online, con rimando ad un possibile e-commerce, oppure è a puro scopo pubblicitario e creazione di leads con il fine di ottenere un incremento di clienti all’interno dell’azienda.

Prima di assumere personale per gestire determinati canali social, bisogna chiarire come l’azienda stessa vede i social media. Uno degli obiettivi aziendali puo’ essere quello di usare il canale social per tenere traccia di tutti i passaggi utenti e conoscere il ritorno dell’investimento per ciascuna delle piattaforme.

Un altro obiettivo puo’ essere quello di essere più incentivati a creare un account social per essere presenti online senza scopi approfonditi. Nel secondo caso è chiaro che viene consigliato di utilizzare risorse interne essere un lavoro molto basico che non richiede un dispendio elevato di energie e tempo.

D’altro lato, nel primo caso è necessaria l’assunzione di una persona che abbia della conoscenza a livello universitario o quanto meno aggiornate nei mesi. Ma l’osservazione da fare fondamentale è quella di lavorare in sinergia con il dipartimento finanziario.

L’obiettivo finale è quindi quello di avere identificare gli obiettivi che si vogliono raggiungere tramite le piattaforme online e impostare un budget. Solo a quel punto si puo’ procedere con una possibile assunzione o meno di un Social Media Manager e gestire il più efficientemente possibile i propri canali di comunicazione online.