In arrivo una vera e propria rivoluzione per i social network. Facebook cambia nome, creando una holding come fatto nel 2015 da Google con Alphabet, mentre molti scommettono sul fatto che la battaglia sulla privacy di Apple, che l'ha vista contrapporsi proprio alla società di Mark Zuckerberg, abbia come fine ultimo l'ingresso nella ricca partita dell'advertising, oggi monopolizzato proprio da Facebook e Google. Ed ecco che in questo movimentato scenario si fa avanti anche PayPal Holdings, secondo Bloomberg in trattativa per acquisire Pinterest. Operazione che per gli analisti potrebbe avere un senso, e aiutare il business del colosso dei pagamenti online.

Rivoluzione nei social. Ecco perché Pinterest potrebbe aiutare PayPal

Pinterest ha segnato un rally del 12,77% mercoledì al Nyse, dopo che Bloomberg ha riportato che la società di San Francisco (creatrice dell'omonimo social network basato sulla ricerca di immagini) sarebbe impegnata in negoziati con PayPal, che avrebbe offerto 70 dollari per azione, pari a un premio del 26% rispetto alla chiusura di martedì e per una valutazione complessiva di circa 39 miliardi di dollari. In apparenza l'ipotesi non piace a Wall Street, visto che PayPal ha invece chiuso con un crollo del 4,91% al Nasdaq, ma per diversi analisti il deal avrebbe un senso. L'ambizione di trasformarsi una Super-App, come Bloomberg riassume la vicenda, potrebbe aiutare il business dell'azienda di San Jose.

PayPal nei social: vuole diventare una Super-App con Pinterest

Come nota MarketWatch, PayPal si è già espansa oltre i pagamenti e in altre aree di servizi finanziari e commercio, rinnovando la sua app per enfatizzare funzionalità come l'acquisto di criptovalute e conti di risparmio. Nel 2019, per esempio, PayPal aveva acquisito Honey Science, azienda creatrice di estensioni per i principali browser che permettono all'utente di ricevere in automatico, coupon, sconti, promozioni e i migliori prezzi disponibili sul Web per lo shopping. Il concetto di Super-App non se l'è inventato Bloomberg ma è già una realtà concreta. Soprattutto in Cina, con WeChat e Alipay che sono diventate dominanti in Asia unendo servizi finanziari a funzionalità come messaggistica, social media e consegna di cibo. E PayPal non è la sola ad avere questo obiettivo: lo perseguono anche Affirm Holdings e Square.

Per gli analisti l'acquisizione di Pinterest potrebbe aiutare PayPal

Secondo Ramsey El-Assal, analista di Barclays citato da MarketWatch, grazie a Pinterest PayPal potrebbe spingere i suoi clienti a spostare i propri cataloghi su quella piattaforma in modo da raggiungere nuovo pubblico. PayPal potrebbe inoltre utilizzare gli "strumenti di acquisto ad alto traffico" di Pinterest per attirare nuovi commercianti. Per Colin Sebastian di Baird l'acquisizione "potrebbe avere un senso strategico" poiché Pinterest ha centinaia di milioni di utenti mensili alla ricerca di prodotti e pronti allo shopping. E questo rappresenta "un'enorme fonte di valore (e dati) che PayPal potrebbe utilizzare per migliorare i servizi sia per i consumatori che per i commercianti". (Raffaele Rovati)