Sony si lancia nel Metaverso con Mocopi, i sensori che replicano i movimenti

Sony Mocopi è un nuovo sistema di motion capture in tempo reale per la realtà virtuale per il Metaverso.

sony mocopi

Sony ha ufficialmente lanciato sul mercato Mocopi, un nuovi sistema motion capture che facilita le interazioni con la realtà virtuale.

Questo innovativo strumento è in grado di tracciare i movimenti del corpo dell'utente, creando una "copia virtuale" dello stesso. Il software in questione va a rilevare, attraverso appositi sensori, posizione e movimenti degli arti, integrando tali informazioni con una serie di servizi compatibili (come VRChat).

Stando a quanto comunicato dal colosso tecnologico nipponico, Mocopi sarà dapprima commercializzato solo sul territorio giapponese mentre. Per quanto riguarda l'occidente però, le prenotazioni saranno disponibili a partire dal prossimo 15 dicembre.

Cos'è è come funziona Sony Mocopi

Mocopi funziona attraverso algoritmi che, attraverso calcoli complessi, permettono di captare e misurare i movimenti dell'utente. Si parla di un corredo hardware costituito da 6 cinturini dotati di sensori che, una volta collocati in diverse parti del corpo, permettono la registrazione dei movimenti senza limitare la mobilità.

I sensori poi, risultano facilmente collegabili con dispositivi mobile (siano essi Android o iOS). Ciò permette all'utente di gestire Mocopi sotto ogni punto di vista, andando anche a personalizzare il proprio avatar.

Inutile affermare che, in fase di realizzazione, gli sviluppatori di Sony Mocopi abbiano avuto un occhio di riguardo per quanto concerne Metaverso e gaming. In questi ambiti dunque, l'applicazione di questa tecnologia innovativa troverà, con tutta probabilità, ampio utilizzo.

Quanto costa Mocopi

Come è facile intuire, una tecnologia come quella di Sony Mocopi rende tale prodotto non alla portata di tutti.

Per quanto concerne il mercato nipponico, il prezzo complessivo è di 49.500 Yen, ovvero circa 340 euro. Riguardo il costo sul mercato occidentale, Sony non ha ancora rilasciato notizie chiare.

Il prezzo, di fatto, risulta uno dei più grossi dubbi rispetto a questo sistema. A dispetto del costo non accessibile, riuscirà a fare breccia nel cuore dei consumatori? In tal senso, Sony sembra già essersi mossa con decisione, proponendo al pubblico una serie di filmati in cui pubblicizza Mocopi.

Non solo metaverso: le ambizioni di Sony Mocopi

Sebbene, come già accennato, gamer e appassionati del Metaverso possano trovare in questo prodotto un punto di riferimento, Sony non si accontenta di questa fetta di mercato.

Basti pensare alle potenziali applicazioni nel contesto cinematografico e, proprio in questo senso, Sony proporrà a breve un kit di sviluppo software per integrare Mocopi con sistemi motion capture e servizi di VR e realtà aumentata.

Tutto ciò dimostra come l'azienda giapponese creda fortemente in questi sensori e come, nel giro di pochi anni, questi potrebbero diventare molto diffusi anche in occidente.

Per chi è appassionato di VR, consigliamo di dare uno sguardo anche all'articolo in cui parliamo di di PlayStation VR2.