E' ormai risaputo come lo Spid sia necessario per poter accedere ai servizi on line, da quelli di poste ai servizi del comune, all'Inps, all'Agenzia delle Entrate, al fascicolo sanitario elettronico o altri servizi ancora. Tutti si sono uniformati al sistema pubblico di identità digitale. 

Spesso non avere lo spid significa avere un intoppo e allungare significativamente i tempi per risolvere una questione. Per citare un esempio, da un paio di mesi, Inps non accetta più il vecchio Pin dispositivo per entrare nel sito ma soltanto lo spid, o in alternativa (cosi' come altri) la carta di identità elettronica, che però non tutti ancora hanno. 

Per fare l'identità digitale ci sono diversi modi e uno di questi è quello di rivolgersi alle poste. Ultimamente ci sono state molte polemiche per la piccola cifra da pagare per ottenere lo Spid poste rivolgendosi allo sportello ma questa non è l'unica soluzione. Gratis o no, ecco come ottenerlo tramite poste, che resta il fornitore più gettonato nonostante non sia l'unico. Solo l'anno scorso poste italiane affermava di aver attivato otto milioni di spid

Spid poste: cos'è e a cosa serve

Come detto, per fare lo spid bisogna rivolgersi a un gestore (detto identity provider) e poste è uno di questi. Si può visualizzare qui l'elenco gestori da cui scegliere, tenendo conto che per ottenere lo Spid poste ora l'identificazione in presenza presso uno sportello dell'ufficio postale non è più gratis ma costa 12 Euro. 

L'identità digitale è un sistema d'identificazione della persona che consente tramite un'unica credenziale di accedere a diversi siti che offrono servizi on line tramite Spid.

Cosi' mentre una volta ci si doveva ricordare di mille password, ognuna associata a un sito diverso (una per l'Inps, una per l'Agenzia delle Entrate, una per il Miur....) finalmente adesso ne basta una sola! Un vantaggio per tutti, con un notevole risparmio di tempo, costi e memoria!

Con lo spid si può accedere quindi a più servizi, si può usare per accedere al bonus cultura, alla carta del docente, consente di svolgere diverse pratiche comodamente da casa ed effettuare operazioni sul sito delle poste come inviare una raccomandata o pagare bollettini. 

Come si richiede lo Spid poste

Per richiedere lo Spid poste ci sono diversi modi: 

  • facendo una pre-registrazione sul sito di poste italiane e recandosi poi allo sportello per completare la procedura (metodo più utilizzato).

Come funziona? Basta andare sul sito delle poste, nella sezione posteid e poi registrarsi scegliendo l'identificazione di persona. Bisogna compilare tutti i dati anagrafici richiesti, compresi mail e numero di cellulare che vanno poi confermati seguendo i passaggi richiesti.

Si può scegliere poi se inviare una scansione del proprio documento di identità o far fare la copia successivamente in posta. Una volta completata la procedura on line, completamente guidata, basta accettare le condizioni di servizio, attendere la mail di conferma e poi prenotare il ticket da casa per completare l'operazione in ufficio postale. 

Per far questo, occorre scaricare sul proprio smartphone l'app PT o andare sul sito poste italiane, scegliere dalla pagina dedicata l'ufficio postale più vicino, la data, l'orario e confermare la prenotazione del ticket. Presentandosi poi allo sportello a tal data e ora con i documenti richiesti, si potrà completare l'identificazione pagando 12 Euro per l'attivazione dello Spid che viene poi inviato tramite e-mail.

Per i seguenti metodi invece non serve recarsi all'ufficio postale. 

  • tramite passaporto; l'attivazione spid costa 10 Euro e servono un documento di riconoscimento, la tessera sanitaria, l'app posteID e alcune foto+un video audio da inviare seguendo i passaggi richiesti
  • con carta d'identità elettronica con pin associato (gratis) occorre sempre quanto scritto sopra
  • tramite tessera sanitaria; serve il lettore di smart card da collegare al pc. Non tutti lo hanno ma è una delle soluzioni più veloci. Basta il lettore, la tessera sanitaria, il pin, una e-mail, il proprio documento di identità e il numero di cellulare
  • con SMS sul cellulare; se si possiede un conto corrente in posta o si ha una carta Postepay si è avvantaggiati perché ottenere lo spid sarà più veloce. L'identificazione in questo caso avviene sempre on line, tramite credenziali di cui si è già in possesso, ossia nome utente e password, e-mail e cellulare
  • con la firma digitale, se la si ha basta inserire i dati richiesti nella schermata che appare dalla sezione dedicata del sito poste che vanno poi convalidati con la firma digitale. Per usare questa procedura, servono sempre una e-mail, un documento di riconoscimento, il numero di cellulare e la tessera sanitaria
  • col bonifico; la procedura è sempre da casa e costa 10 Euro per l'identificazione+1 Euro di bonifico, che viene poi restituito, eseguito dalla persona che deve fare lo spid. In questo caso è necessario avere un conto corrente, un documento, la tessera sanitaria, l'app PosteID e alcune foto+video audio da inviare seguendo le istruzioni.L'app poste ID è scaricabile da Google Play Store o App Store sul proprio smartphone

Poichè tutte le procedure richiedono un po di dimestichezza con la tecnologia, molti preferiscono usare il primo canale. 

Login con Spid poste

Una volta ottenute le credenziali di accesso Spid poste è possibile accedere ai servizi della Pubblica Amministrazione senza recarsi agli sportelli ma da casa, ovunque ci si trovi tramite computer, smartphone e tablet. 

Si entra nel sito interessato e si procede all'autenticazione scegliendo il gestore che si è scelto per lo spid tra quelli che vengono mostrati. Ad esempio, se si vuole visualizzare un'informazione sul sito Inps, si entra nella pagina principale del sito, clic su entra in MyInps, spid ed infine si sceglie dall'elenco che appare il gestore usato per ottenere l'identità digitale (se Poste, si sceglie PosteID). 

Fatto ciò, occorre soltanto inserire nome utente e password ottenute dall'attivazione dello Spid. La procedura è similare anche per gli altri siti, si entra sempre nell'area personale dalla homepage del sito e si mettono le credenziali.

Cosi' se si vuole inviare una raccomandata o pagare un bollettino postale basta accedere al sito poste con lo Spid (in alternativa si può accedere inquadrando col proprio cellulare il Qr code che appare sullo schermo, fattibile soltanto usando le App BancoPosta o PostePay). 

Ciò che contraddistingue lo Spid poste rispetto ad altri gestori, anche se non tutti, è il livello di sicurezza. Infatti permette l'accesso ai servizi attraverso tre livelli di sicurezza (Tim e InfoCert ne hanno solo 2):

  • SPID1: accesso ai servizi che richiedono autenticazione solo con nome utente e password
  • SPID2: accesso ai servizi che richiedono nome utente+password+App (nel caso di poste è PosteID) o un codice OTP che viene inviato via messaggio sul proprio numero di cellulare
  • SPID3: accesso a servizi tramite utente+password+altre soluzioni di sicurezza che variano da gestore a gestore. Per Poste italiane l'App PosteID+PIN Spid3.

Più alto è il livello di sicurezza più è complicata la procedura!

Certificati on line e Spid poste

Tra i vari servizi di cui si può usufruire una volta fatto lo Spid poste, vi sono i certificati anagrafici che da circa un mesetto si possono scaricare gratuitamente dalla piattaforma del Ministero dell'Interno ANPR o Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente, cui aderiscono e continuano ad aderire diversi comuni.

I certificati si possono scaricare anche per conto di un famigliare e sono: 

  • di nascita
  • di matrimonio
  • di cittadinanza
  • di residenza
  • di esistenza in vita
  • dello stato civile
  • dello stato di famiglia
  • dello stato di famiglia e civile
  • dello stato libero
  • anagrafico di unione civile
  • contratto di convivenza
  • dello stato di famiglia Aire
  • dello stato di famiglia con rapporti di parentela

Senza le credenziali della nostra identità digitale non si possono scaricare. 

Il numero verde per lo Spid poste

Non è da escludere che si possa avere un intoppo durante la procedura di attivazione dello Spid effettuata autonomamente tramite i canali on line. 

Potrebbe capitare di non ricevere il codice OTP sul cellulare, una mail, un messaggio o qualsiasi altra cosa che non è possibile risolvere da soli. E se lo Spid non funziona?

Il numero verde dedicato allo Spid poste è 800.007.777 attivo dal lunedi' al sabato dalle ore 8 alle ore 20. E' possibile anche chattare su whatsapp al numero 371.500.37.15 oppure sempre tramite assistente digitale sul sito poste raggiungibile dalla sezione assistenza, entra in chat.

Si tratta di un sistema di intelligenza artificiale, per cui dietro non c'è una persona ma un robot che risponde alle domande in modo automatico. E' tuttavia possibile parlare con una persona che interviene in caso di reale necessità e solo se ad un orario di servizio. 

Poste spiega che dal suo lancio ad oggi

l'Assistente Digitale ha già indirizzato più di 15 milioni di contatti via telefono, web e Whatsapp, interagendo in linguaggio naturale sia verbale che scritto, contribuendo a migliorare la qualità dell'assistenza clienti di Poste Italiane. 

Spid poste sta riscuotendo molto successo cosi' come altri servizi o prodotti come ad esempio Postepay. Questo perchè, nonostante la grande accelerazione verso la digitalizzazione, avere la possibilità di potersi recare presso il vecchio sportello postale per attivare Spid poste, è un grande vantaggio soprattutto per la popolazione più anziana.

L'app di poste per lo Spid

Si tratta dell'App PosteID, scaricabile da smartphone tramite Playstore o AppStore, che consente di accedere ai servizi digitali di poste e della Pa ma anche di ottenere l'identità digitale o spid più velocemente.

Infatti, nel caso si provveda ad attivare lo spid con passaporto, CIE, o bonifico quest'app è indispensabile e snellisce di molto la procedura anche grazie all'uso del Qr Code o delle nostre impronte digitali. 

Il futuro sarà sempre più digital! Essere informati è sempre una buona cosa, soprattutto se si vogliono sbrigare faccende burocratiche senza perdere troppo tempo. Ma per dedicarsi a tutte queste app ci sarà abbastanza tempo?!