Uno dei capitoli più amati della saga di Super Mario, si intitola "Super Mario Odyssey", ed è una vera e propria manna dal cielo per coloro che hanno amato il design iconico dei capitoli precedenti. L'idraulico più amato della storia, grazie al suo personaggio estremamente riconoscibile in qualsiasi contesto, è riuscito a unire grandi e piccini grazie al suo stile inconfondibile.

E il capitolo uscito sulla gloriosa Nintendo Switch non fa certamente eccezione, considerando quanto si è potuto constatare. Stando a quanto ci suggerisce Wikipedia, Super Mario Odyssey ha fatto la sua comparsa nel lontano 2017, nel pieno boom della generazione passata. La data di distribuzione ufficiale, risale al 27 ottobre 2017, ed è stato diffuso in tutto il mondo per i formati standard.

In ordine cronologico, si tratta del diciottesimo gioco della celebre serie di Super Mario. Come la stessa enciclopedia cita testualmente, i riferimenti ai giochi passati non sono certamente venuti a mancare anche in questa occasione:

Super Mario Odyssey ( スーパーマリオ オデッセイ Sūpā Mario Odessei?) è un videogioco platform del 2017, sviluppato da Nintendo EPD e pubblicato da Nintendo in esclusiva per Nintendo Switch. Diciottesimo capitolo della serie principale di Mario, nonché il settimo capitolo con grafica in 3D, il gioco è uscito in tutto il mondo il 27 ottobre 2017.[1]

Il gioco contiene molti riferimenti a giochi passati, quali Donkey Kong, Super Mario Bros., Super Mario 64, Super Mario Sunshine, Super Mario Galaxy, Super Mario 3D Land e Super Mario 3D World.

Ogni gioco di Super Mario, volutamente o meno, non ha mai fatto mancare nulla ai giocatori, i quali hanno in qualche modo potuto rivivere in ogni capitolo qualche elemento dell'appuntamento precedente. Tra immersioni sott'acqua e livelli letteralmente "infernali", il senso di familiarità è sempre stato un fattore garantito dagli sviluppatori.

Per capire meglio la tipologia di gioco alla quale si fa riferimento, il trailer di presentazione pubblicato dalla casa madre di Nintendo in persona è in grado di fornire un punto di vista piuttosto ampio. Da questo video, infatti, è possibile scorgere numerosi dettagli facilmente riconoscibili, anche solo prestando attenzione allo stile di corsa dell'omino in tuta più amato di tutti i tempi.

Super Mario Odyssey: la trama di gioco

Parlare di trama, per i giochi come Super Mario Odyssey, non è un discorso così facile come può sembrare. Sostanzialmente, la storyline riprende il proprio filone narrativo dalle vicende precedentemente viste nel gioco Super Mario 3d World. La figura centrale del contesto, ovviamente, è l'iconica figura della Principessa Peach.

Come da pronostico, la principessa è stata nuovamente rapita dal burbero Bowser, una vera e propria spina del fianco in qualsiasi gioco facente parte dell'universo di Mario. La piega presa dal gioco, stavolta, appare piuttosto insolita: con l'aiuto di una bizzarra agenzia matrimoniale chiamata Broodais, il cattivo di turno ha inspiegabilmente sposato la principessa, la quale non aspetta altro che venir salvata per l'ennesima volta dal nostro eroe preferito.

In seguito ad una lotta contro il re delle perfide tartarughe appartenenti ai Koopa Troopa, Mario perde il suo amato cappello per mano di Bowser, il quale ha calpestato il berretto come segno di disprezzo e di un amaro trionfo. Successivamente, Mario incontra Cappy dopo aver ripreso conoscenza, il quale racconta all'idraulico coi baffi di essere in cerca di vendetta per via del rapimento di sua sorella Tiara.

Consapevoli di star combattendo per un obiettivo comune, i due avventurieri decidono di collaborare reciprocamente dando inizio ad una strepitosa avventura.

Super Mario Odyssey: i mondi disponibili

Un'altra componente che si riversa nel gioco intitolato Super Mario Odyssey, è quella dei mondi. Infatti, gli ambienti variegati dell'universo di Mario sono sempre stati molto apprezzati dai fan, i quali anche stavolta non sono certamente rimasti delusi. La lista dei "livelli" giocabili è lunga, e come al solito caratterizzata dai classici elementi che hanno contraddistinto i giochi usciti in precedenza.

Di seguito, ecco tutti i mondi di questo capitolo di Super Mario, 17 in totale:

  • Regno dei funghi
  • Regno del cappello
  • Regno delle cascate
  • Regno delle sabbie
  • Regno del lago
  • Regno delle selva
  • Regno dei nembi

Man mano che il tempo passa, col numero crescente di lune raccolte cresce anche il coefficiente di difficoltà di ciascun regno disponibile:

  • Regno dell'oblio
  • Regno della city
  • Regno delle nevi
  • Regno del mare
  • Regno dei fornelli
  • Regno dei ruderi
  • Regno di Bowser
  • Regno della luna
  • Lato oscuro e Lato tetro (bonus)

Ogni regno, come è logico intuire, presenta delle missioni da compiere per poter progredire. Ma l'obiettivo principale, in questo caso specifico, rimane quello di raccogliere il numero di "lune" necessarie per poter sbloccare ogni regno. Per esempio, per l'ultimo mondo si dovranno possedere obbligatoriamente 500 lune, per poter procedere con il livello finale, che sarà ovviamente anche quello più difficile.

Super Mario Odyssey: come trovare i mondi segreti

Un altro elemento sicuramente apprezzato di Super Mario Odyssey, è la presenza dei cosiddetti "mondi segreti". Capita infatti che nella miriade di elementi presenti in ogni gioco, ci siano dei passaggi segreti che conducono improvvisamente ad uno di questi fantastici mondi. Naturalmente, un capitolo così iconico non fa eccezione per quanto riguarda l'elemento esplorativo.

Come si è potuto notare dal paragrafo letto in precedenza, i due regni denominati "Lato oscuro e lato tetro (della luna)", sono affiancati dalla dicitura "bonus". Questo, perché sono a tutti gli effetti considerati dei regni bonus, giocabili solamente svolgendo determinate condizioni nella maniera corretta. I due lati oscuri della luna, dunque, saranno il passaggio finale per poter dire di aver finalmente giocato il giocabile. Come detto in precedenza, serviranno 500 lune per poter proseguire con i livelli.

La via più agevole per raccogliere i frammenti necessari, è quella di spaccare tutti i blocchi visti in precedenza, i quali sprigioneranno tante lune intorno a loro. Una volta arrivati al raggiungimento di tale risultato, non rimane che morire, drasticamente. Nonostante l'atmosfera giocando, infatti, Mario in questi due regni avrà a disposizione una sola vita. Una volta esaurita l'unica vita a disposizione, si dovrà obbligatoriamente ripetere tutta la procedura da capo.

Per i pochi fortunati che riusciranno a proseguire in questa sfida ostica, si potrà giocare Mario in una visione invisibile, probabilmente concepita in questo modo per simboleggiare la fine del gioco effettivo. Il coefficiente di difficoltà presente in ogni regno, è una nota degna di essere citata, considerando che sicuramente una simile atmosfera potrebbe trarre in inganno numerosi giocatori.

Il fatto che un mondo disegnato in 3D sia così colorato e apparentemente allegro, non implica necessariamente che ciò non nasconda delle sfide ostiche al suo interno. Anzi, spesso dinannzi a tali atmosfere non si può quasi mai dormire sogni tranquilli, come si suol dire.

Super Mario Odyssey: l'opinione della critica

A detta di molti, Super Mario Odyssey è una delle migliori avventure dell'intera serie. Per il suo genere di appartenenza, un prodotto simile è indiscutibilmente di pregevole fattura. In effetti, a livello generale la critica ha avuto la stessa e identica opinione.

Stando a quanto riportato anche su Wikipedia, il pubblico e la critica videoludica hanno accolto con positività l'approdo di questo capitolo di Super Mario su Nintendo Switch. Non a caso, il gioco è stato ritenuto a più riprese come una delle sorprese più piacevoli dell'edizione 2017 del celebre evento dell'E3.

D'altronde, un gioco basato totalmente sull'esplorazione che contiene così tanti dettagli a loro volta esplorabili, merita senza indugi una menzione speciale sul suo conto. Vari siti riconosciuti in maniera autorevole nel settore del gaming, hanno dato un punteggio massimo al capitolo di cui si parla.

Un risultato sicuramente eccezionale, considerando che le edizioni old school di Super Mario sono sempre state dichiarate insuperabili, per una serie di motivi tutto sommato legittimi. 

Super Mario Odyssey: conclusioni

I mondi segreti presenti su Super Mario Odyssey, sono una motivazione in più per non sottovalutare un brand di tale portata. Infatti, nonostante la varietà  di generi, la produttrice Nintendo ha saputo mantenere livelli alti in qualsiasi occasione, e il capitolo preso in esame è una vera e propria conferma effettiva.

Design 3D colorato e allegro come al solito, con un indice di difficoltà in grado di mettere a dura prova anche i giocatori solitamente considerati più navigati nel tema. Un vero e proprio mix di giocabilità e grafica eccelsa, che rendono questo capitolo uno dei più apprezzati dell'intera saga, almeno per il momento.

Non si sa cosa ha in serbo l'azienda giapponese, ma sicuramente ci si dovrà aspettare una serie di titoli degni di nota, come ognuno di noi è sempre stato abituato in questi lunghi anni, fin dalla prima apparizione di Mario, che ricordiamo essere avvenuta nel lontano 1981