Gennaio è tradizionalmente il mese dell'Australian Open di tennis. Quella del 2022 si appresta ad essere un'edizione che torna alla tradizione nel calendario dopo quella del 2021 posticipata nel mese di febbraio. Il torneo, primo appuntamento del Grande Slam del 2022, è in programma da lunedì 17 gennaio.

La finale maschile che conclude il torneo è in programma domenica 30 gennaio. Ancora tante le incognite sulle partecipazioni al torneo.

E potrebbe essere un torneo senza le tre star che hanno dominato in questi anni i tornei del Grande Slam.

Al forfait annunciato da tempo di Roger Federer che è alle prese con la riabilitazione dopo l'ennesimo intervento chirurgico potrebbero non essere in campo a Melbourne nemmeno il numero 1 del mondo Novak Djokovic e Rafael Nadal.

Djokovic, Nadal e Federer che hanno vinto tutti 3 tre 20 tornei del Grande slam ciascuno e guidano questa classifica di tutti i tempi per numero di vittorie nei tornei del Grande Slam. Vediamo il punto della situazione. 

Tennis, Australian Open: Nadal in dubbio per via del Covid-19

Rafael Nadal è in forte dubbio per l'Australian Open di tennis, prima prova del Grande Slam del 2022 in programma dal 17 al 30 gennaio sui campi in cemento di Melbourne Park.

Sullo spagnolo la situazione è legata al fatto che dopo la recente esibizione giocata dal 16 al 18 dicembre ad Abu Dhabi, il tennista spagnolo al rientro in patria è stato trovato positivo al Covid-19.

Sono in corso valutazioni da parte del giocatore e del suo staff se partire per l'Australia nel caso le condizioni fisiche e atletiche di Nadal lo consentano oppure saltare la stagione australiana e concentrare direttamente le forze sui mesi successivi quando arriverà la stagione sulla terra battuta tradizionalmente molto più favorevole al tennista.

La decisione verrà presa tenendo conto dell'evoluzione dello stato di salute del giocatore che in Australia ha vinto una sola volta nella sua carriera nel 2009 battendo in finale Roger Federer. Il giocatore farà sapere nei prossimi giorni la sua decisione.

Tennis Australian Open: Roger Federer non ci sarà

Un forfait eccellente all'Australian Open è quello di Roger Federer. Dopo l'ennesimo intervento chirurgico al ginocchio il fuoriclasse svizzero è impegnato nel percorso di riabilitazione. La sua asssenza all'Australian Open è nota da settimane e sta pianificando il suo recupero per potere rientrare in campo nel corso dell'estate.

Il suo sogno e quello dei suoi tanti tifosi sarebbe quello di poterlo rivedere in campo sull'erba di Wimbledon ma non è detto che questo possa accadere.

Perchè lo stesso Federer ha sottolineato come a gennaio potrà ritornare a correre, da marzo-aprile potrà tornare a forzare sul campo da tennis e il rientro nelle competizioni potrebbe avvenire solo nell'estate del 2022.

Il concetto di estate è stato lasciato vago e non è chiaro se potrà avvenire a Wimbledon oppure Federer potrà rientrare solo nell'estate americana nel percorso che porterà allo US Open di fine agosto inizio settembre. L'8 agosto 2022 Federer compie 41 anni. 

Tennis, Australian Open: anche Dominic Thiem è in forte dubbio

Un altro giocatore che è in forte dubbio è l'austriaco Dominic Thiem. Il campione slam dello Us Open 2020 è fuori da tempo dal  circuito per via di un infortunio al polso che gli ha impedito a lungo di essere in campo nella stagione 2021.

Il suo rientro era atteso all'esibizione di Abu Dhabi ma non è poi avvenuto e sui social ha annunciato che non giocherà l'Atp Cup in Australia la prima settimana dell'anno e anche il successivo torneo di Sydney.

Rimangono forti dubbi sul fatto che Thiem decida di affrontare la trasferta australiana rientrando in campo dopo molti mesi di assenza in un torneo a tre set su cinque.

Tennis Australian Open: il caso di Novak Djokovic

E arriviamo ora alla situazione più intricata. Quella legata alla presenza o meno di Novak Djokovic, numero 1 del mondo e che sarebbe testa di serie numero 1 ovviamente agli Australian Open. Un torneo che il giocatore serbo ha vinto per ben nove volte nella sua carriera e le ultime tre edizioni consecutive.

Va fatta una premessa. In Australia, a Melbourne per le leggi attualmente in vigore si può entrare solamente se si è vaccinati o si ha una speciale esenzione medica.

Tutte le persone che entrano in Australia, giocatori, allenatori, staff devono avere questa condizione. In più sedi è stato chiesto da parte dei giornalisti al diretto interessato se Novak Djokovic fosse vaccinato o meno ma il giocatore serbo non ha mai rivelato pubblicamente se sia vaccinato.

Restano molti margini di  dubbio al momento sulla sua presenza con il direttore degli Australian Open Craig Tiley che ha affermato che “Se Djokovic si presenterà al via del torneo di Melbourne o sarà vaccinato oppure avrà una esenzione medica”.

In questo momento si attendono comunicazioni ufficiali da parte dell'entourage di Djokovic che intanto salta l'Atp Cup in programma in Australia dalla prossima settimana. Per lo slam di Melbourne la decisione del giocarore serbo sarà questione di giorni.

Qualche tennista del circuito Atp si è sbilanciato e ha messo in forte dubbio l'arrivo di Djokovic in Australia.

Tennis Australian Open: chi ci sarà, Medvedev tra i primissimi favoriti

Parlato ora delle possibili e certe assenze tra chi ci sarà è avrà un ruolo di primo favorito o di primissimo favorito in caso di assenza di Novak Djokovic è il russo Daniil Medvedev.

Il russo campione in carica dello Us Open 2021, torneo nel quale ha tolto la possibilità di fare il Grande Slam 2021, proprio a Novak Djokovic è già stato finalista lo scorso anno, sconfitto proprio dal serbo, e ha nel cemento la superficie sulla quale si esprime al meglio.

Da monitorare anche il tedesco Alexander Zverev che insegue il sogno di vincere il suo primo slam della carriera dopo che gli è sfuggito per poco l'Us Open 2020 per mano di Thiem.

Non mancano anche gli italiani da top ten. In questi giorni volano in Australia Matteo Berrettini e Jannik Sinner. Berrettini, dopo l'infortunio alle Atp Finals di Torino vuole partire alla grande nella nuova stagione in Australia mentre Sinner entrato come riserva a Torino proprio per l'infortunio di Berrettini a soli 20 anni inizia la stagione con l'intento di confermarsi ai massimi livelli.

Intanto il canadese Denis Shapovalov è sbarcato in Australia ed è stato trovato positivo al Covid. Il giocatore ora  è stato posto in stato di isolamento.

Tennis, presente con una wild card anche Andy Murray

In campo lo si è visto nella recente esibizione di Abu Dhabi. In campo agli Australian Open ci sarà anche Andy Murray. Il giocarore scozzese che dopo diversi interventi chirurgici all'anca aveva praticamente abbandonato il tennis agonistico ha fatto il suo rientro nei mesi scorsi. 

E l'organizzazione degli Australian Open ha deciso di dargli una wild card, un permesso speciale per partecipare al torneo visto che il giocatore è ampiamente sceso sotto la centesima posizione mondiale. 

Murray che ha al suo attivo tre successi nei tornei del Grande Slam (2 Wimbledon e 1 Us Open) ha ha giocato e perso cinque finali all'Australian Open. 

Tennis, sempre più tecnologia sui campi dell'Australian Open

Sempre più tecnologia sui campi dell'Australian Open. Non ci saranno infatti su nessun campo i giudici di linea. Tutti i tornei averanno un controllo elettrronico delle linee. Questo anche per ridurre il numero delle presenze in campo anche legato al Covid-19.

Ricordiamo che il torneo in Italia verrà trasmesso da Discovery attraverso i suoi canali di Eurosport e Eurosport 2 che garantiranno una copertura pressochè completa di tutta la manifestazione.