La Tessera sanitaria è un documento fondamentale. L’utilizzo che se ne può compiere è svariato. Il cittadino italiano ne fa uso non solo nel trovarsi dal suo medico curante, ma anche, ad esempio, quando acquista un determinato medicinale in farmacia.

Non solo: la tessera sanitaria viene utilizzata ancora per le prenotazioni e per determinate visite specialistiche.

Ci si soffermerà in dettaglio su tutti gli usi della Tessera sanitaria durante i vari paragrafi di questa disamina. Al momento occorre tenere in considerazione che i servizi sanitari offerti sono davvero molteplici.

Tra l'altro, l'utilizzo della Tessera sanitaria permette di godere di diritti che non raramente travalicano i confini nazionali, riguardando tutti i paesi facenti parte dell'Unione Europea.

In merito a quest'ultima affermazione, può bastare anche soltanto riportare quanto si legge sul sito dell’Agenzia delle Entrate:

«La tessera, che è strettamente personale, permette di ottenere servizi sanitari anche nei paesi dell’Unione europea. Viene rilasciata a tutti i cittadini che hanno diritto all'assistenza sanitaria da parte del Servizio Sanitario Nazionale».

Volendo anticipare al lettore uno dei numerosi utilizzi della Tessera sanitaria, si pensi anche soltanto al bisogno di inserire il codice presente sul retro del documento per effettuare in maniera corretta la prenotazione alla somministrazione del vaccino Anti Covid-19.

È un tema caldo che, per ovvie ragioni, ha interessato moltissimi italiani. Del resto, anche una volta ricevuto il messaggio di avvenuta vaccinazione, la persona provvista di Tessera sanitaria potrà richiedere sul sito governativo la Certificazione verde in pochissimo tempo.

È possibile richiederla anche avvalendosi dell'auto di un operatore sanitario. Basta spostarsi nello spazio relativo sul sito ufficiale della Certificazione verde COVID-19 per comprendere come anche in questo caso il ruolo centrale svolto dal Codice fiscale e dalla Tessera sanitaria:

«Medici, pediatri, farmacisti e professionisti sanitari e laboratori pubblici e privati, accedendo con le proprie credenziali al Sistema Tessera Sanitaria, potranno recuperare la tua Certificazione verde COVID-19. Serviranno il tuo codice fiscale e i dati della Tessera Sanitaria».

È un aspetto specifico, richiamato in questo contesto solo per aiutare a far comprendere in maniera quasi intuitiva come la Tessera sanitaria risulti essere uno strumento indispensabile per qualsiasi cittadino.

Dunque, risulta necessario comprendere in maniera efficace i modi attraverso cui richiedere un nuovo documento qualora quello in possesso fosse stato smarrito.

Non solo smarrimento: i casi potrebbero essere molteplici. Si può parlare anche di deterioramente o di furto.

I passaggi da seguire non sono complicati, ma devono essere compiuti in maniera certosina affinché si possa ottenere in breve tempo una nuova tessera sanitaria.

Quello che risulta opportuno segnalare marcatamente nel resto di questa disamina è la possibilità di richiedere online il nuovo documento. È un servizio che rende indubbiamente più semplice la possibilità di ricevere in tempi più rapidi il duplicato della Tessera sanitaria.

Che cos’è la Tessera Sanitaria

Si sarà già compreso anche dalle informazioni offerte fino a questo momento come la Tessera sanitaria sia un documento fondamentale.

Oltre agli utilizzi di cui si è discusso in apertura, occorre sicuramente aggiungere che la Tessera sanitaria risulta indispensabile tutte le volte che il cittadino si trova a certificare il proprio codice fiscale.

Brevemente, in merito, occorre chiarire che il Codice fiscale, presente ben in vista sulla tessera sanitaria, permette di identificare le persone fisiche con semplicità.

È un codice composto da sedici cifre che presenta diverse caratteristiche ed è attribuito a ogni cittadino italiano dal primo momento di vita. Anche i cittadini stranieri che hanno la residenza in Italia possono richiedere il codice fiscale.

Una volta che il Servizio Sanitario Nazionale (SSN) rilascia la Tessera Sanitaria al cittadino che ha diritto a godere dell’assistenza, si può facilmente osservare come il proprio documento contenga in bella vista anche il codice fiscale.

Un video riassuntivo degli argomenti passati in rassegna fino a questo momento, nonché di alcuni dei temi che presto saranno affrontati in dettaglio, si può incontrare sul canale YouTube Come Faccio A.

Se ne consiglia la visione in modo da sciogliere tempestivamente molti dubbi riguardanti anche gli utilizzi della Tessera sanitaria:

Le caratteristiche principali della Tessera Sanitaria

Sulla Tessera sanitaria si può leggere una sequenza di sedici caratteri. In dettaglio, si noterà come sia formata da nove lettere e da sette numeri. Si tratta del Codice fiscale, di cui si è fatto cenno poc’anzi.

Insieme al nome e al cognome risulta essere una delle informazioni fondamentali che compone l’identikit di un cittadino.

In precedenza (a partire dal 1973), il Codice fiscale si trovava impresso su un tesserino plastificato di colore bianco o verde.

Soltanto nei periodi più recenti il tesserino è stato sostituito dalla Tessera sanitaria. Così facendo, quest’ultima non solo rappresenta a tutti gli effetti un codice fiscale, ma consente di tener d’occhio la spesa sanitaria riguardante ogni singola Regione italiana.

Il Codice fiscale è riportato sulla Tessera sanitaria in doppia modalità. Si può leggere nella parte anteriore, ma anche in codice a barre sul resto del documento.

Prima di passare in rassegna tutte le possibilità di ottenere un duplicato della Tessera sanitaria qualora quest'ultima fosse stata smarrita occorre chiarire qualche altro aspetto estremamente interessante.

Intanto, la Tessera sanitaria ha una dimensione pari a quella di una normale carta bancomat e sulle facciate sono riportate una serie di informazioni.

In dettaglio, a essere impressi sono i dati anagrafici che riguardano l'assistito; il Codice fiscale, come si è avuto modo di chiarire in dettaglio; la data di scadenza del documento e alcuni caratteri braille.

Se questi ultimi, come sarà facilmente intuibile, offrono la possibilità di comprendere i contenuti alle persone non vedenti, la data di scadenza che viene riportata sul documento è valida solo per ciò che concerne l'assistenza sanitaria.

Il retro della Tessera sanitaria è la Tessera Europea di Assicurazione Malattia (Team) che contiene altri tre elementi fondamentali.

Il primo è proprio il Codice fiscale, questa volta in codice a barre; segue la banda magnetica e una dicitura che riguarda l'assicurazione malattia e l'identificazione dello Stato che ha provveduto a rilasciare la tessera.

Cosa fare in caso di smarrimento, furto o deterioramento

Dato che gli utilizzi della Tessera sanitaria sono molteplici e che, per questo motivo, il cittadino la porta con sé in ogni momento della giornata, può capitare che il documento possa risultare smarrito.

Per fronteggiare questa sgradevole evenienza, come riporta il sito dell’Agenzia delle Entrate, ci sono determinati iter da seguire, alcuni dei quali permettono in poco tempo di avanzare la richiesta per far sì che si possa ricevere un nuovo documento.

Intanto, bisogna distinguere tra furto, smarrimento o deterioramento. Infatti, qualora il cittadino che sta per compiere la richiesta per ottenere una nuova Tessera sanitaria si trovasse in uno dei primi due casi, risulterebbe necessaria la denuncia.

Sta di fatto che per richiedere una nuova Tessera sanitaria si può optare per procedure differenti in grado di soddisfare le esigenze del singolo cittadino.

Prima di analizzare in dettaglio le modalità più immediate, cioè quelle online o via mail occorre riferire che è possibile farne richiesta anche in un ufficio dell’Agenzia delle entrate.

In tal caso, il cittadino interessato non dovrà far altro che recersi in uno qualunque degli uffici presenti sul territorio italiano e far presente l’inconvenienza capitata.

Ancora, è possibile avanzare la richiesta nei pressi della propria Asl. Anche in questo caso, al cittadino verrà prontamente indicata la procedura più efficace per avere in poco tempo nuovamente la Tessera sanitaria.

Come richiedere online la nuova Tessera Sanitaria

Come anticipato nei paragrafi precedenti, nel caso in cui un cittadino dovesse smarrire la propria Tessera sanitaria potrebbe richiedere l’emissione di un nuovo documento anche seguendo una procedura completamente online.

In questo caso, per ovvie ragioni, la procedura risulta essere semplificata di molto. Infatti, il cittadino non dovrà recersi in nessun ufficio, come accaduto in precedenza, ma potrà svolgere l'iter necessario in qualsiasi luogo.

Quanto dovrà fare è spostarsi sul sito dell’Agenzia delle Entrare. Lo strumento di cui dovrà disporre è semplicemente una connessione internet.

Nel sito, l’utente non dovrà fare altro che ricercare la voce nel menù riguardante la possibilità di ottenere un duplicato del suo documento.

In alternativa, potrà digitare le parole essenziali, come “Duplicato Tessera sanitaria” o “Tessera sanitaria smarrita” nello spazio preposto così da essere indirizzato facilmente alla pagina riguardante la procedura da compiere.

Una volta che l’utente si troverà sulla pagina interessata non dovrà far altro che compilare le informazioni richieste.

A quel punto, con una procedura compiuta completamente su internet, la richiesta per ottenere il nuovo documento sarà inoltrata.

Una piccola limitazione, ome si legge sul sito Sistema Tessera Sanitaria, riguarda soltanto la possibilità di richiedere una sola volta all'anno il duplicato in modalità online:

«È possibile effettuare on-line una sola richiesta di duplicato per la stessa persona nel medesimo anno solare. Il duplicato verrà recapitato all'indirizzo registrato in Anagrafe Tributaria».

Quanto costa rifare la Tessera Sanitaria

È quasi inevitabile che un cittadino che si trova a dover fare i conti con una Tessera sanitaria smarrita, deteriorata o, peggio ancora, rubata, si chieda non solo come avanzare la richiesta di un nuovo documento, ma anche il prezzo di tale procedura.

Assodato che la procedura da compiere si possa fare in diversi modi, compresi quelli online, bisogna riferire che avanzare la richiesta di ottenimento di una nuova Tessera sanitaria, nonché la consegna effettiva del nuovo documnto, non ha alcun costo.

Infatti, la Tessera sanitaria è un documento ogni cittadino possiede in maniera del tutto gratuita e, in linea generale, ha una validità di sei anni, scaduti i quali il Ministero dell’Economia e delle Finanze spedirà ai cittadini il nuovo documento.

Dunque, sia nel caso il cittadino abbia smarrito la Tessera sanitaria, sia che quest’ultima si sia rotta o deteriorata, sia ancora che abbia subito un furto, la richiesta del duplicato non comporta alcuna spesa.