Passiamo sempre più tempo su internet e social network, e, soprattutto, utilizziamo queste piattaforme per ricercare qualsiasi bene, servizio o informazione di cui abbiamo bisogno. Nell’ultimo anno, inoltre, a causa della pandemia da COVID-19 che ha colpito tuto il mondo, si è riscontrato un’aumento vertiginoso del tempo passato online. Conferma wearesocial.com:

“Come già visto nei nostri Statshot di Aprile e Luglio, il tempo speso su internet dagli utenti nel corso del 2020 è cresciuto significativamente, in parte in virtù delle nuove abitudini già citate. Il tempo medio speso online si avvicina fortemente alle 7 ore, un incremento di quasi un quarto d'ora rispetto a solo tre mesi fa.

Ecco che il web diventa un luogo in cui incontrare miliardi di utenti, e le aziende non possono perdersi questa occasione. C'è tantissima concorrenza online, e per farsi notare sono necessarie oggi delle strategie di marketing e comunicazione ben studiate, anche a fronte delle innumerevoli e frequenti innovazioni tecnologiche.

I motori di ricerca alla base di internet

Nel momento stesso in cui insorge una necessità si tenta di soddisfarla il prima possibile, e oggi, con internet disponibile da smartphone, tablet e pc abbiamo un luogo virtuale di ricerca in cui è possibile trovare di tutto. Ecco spiegata l’importanza dei motori di ricerca secondo host-academy.it:

“Innanzitutto per la centralità dei motori di ricerca nell'attività degli internauti, e ormai nella vita quotidiana di ognuno. Per cercare informazioni di qualsiasi tipo, notizie, prodotti, servizi, una quota maggioritaria degli utenti passa da Google, in Italia in modo ancora più marcato che a livello internazionale.”

Per riuscire a far approdare l’utente online sulla tua pagina internet è fondamentale che il tuo link venga proposto nella pagina dei risultati o anche “Search Engine Results Page” o ancora “SERP”. Conferma studiosamo.it:

“Quando cerchiamo qualcosa sui motori di ricerca, ci aspettiamo di trovare per primi i risultati migliori, cioè quelli più pertinenti con la nostra ricerca.”

Non solo è importante comparire nella SERP ma anche posizionarsi tra risultati iniziali. Prima verrà adocchiato il tuo link più probabilità ci saranno che l’utente online lo clicchi.

A questo punto è doveroso citare un’altra variabile in gioco: gli algoritmi dei motori di ricerca. Nel momento in cui un utente digita una parola o una frase nell’apposito campo per poi cliccare il tasto “Cerca”, ecco che si avvia un algoritmo, ovvero un procedimento o programma di ricerca che elabora una lista di risultati da proporre sulla SERP. Spiega sos-wp.it:

“In questo programma sono stabilite le regole per individuare i contenuti più pertinenti con la ricerca effettuata dall’utente.”

Cos’è la SEO e a cosa serve

Dopo tutte queste premesse, inizia a delinearsi una necessità: comprendere il funzionamento degli algoritmi di elaborazione della SERP dei motori di ricerca al fine di produrre dei contenuti multimediali che possano soddisfare tutti i requisiti essenziali per posizionarsi al meglio nella pagina dei risultati. Nel dettaglio, SEO sta per “Search Engine Optimization” che tradotto indica l’ottimizzazione per i motori di ricerca di un contenuto digitale sia esso un sito internet, una pagina web o un'articolo online. Conferma sos-wp.it:

“L’ottimizzazione consiste nel rendere i propri contenuti il più possibile in linea con le regole stabilite dall’algoritmo. Più regole riuscirai a rispettare, maggiore è la possibilità che il tuo sito appaia nelle prime posizioni della lista.”

Il concetto di SEO, declinato poi in “strategie SEO”, “fare SEO”, “ottimizzazione SEO”, sta ad indicare una serie di pratiche, azioni o attività che hanno appunto l’obiettivo di migliorare la visibilità di un contenuto online.

SEO: marketing e comunicazione

Le varie tecniche di SEO elaborate negli anni si sono, ovviamente, modificate ed implementate seguendo le evoluzioni dei motori di ricerca che si sono fatti sempre più precisi nel soddisfare le richieste degli utenti online. Questo è il loro obiettivo come lo è anche quello di una qualsiasi attività imprenditoriale.

Proprio in un’ottica aziendalistica, il settore che si occupa della comunicazione esterna di brand e prodotto è l’ufficio marketing. Anch’esso si è dovuto evolvere nella scia della rivoluzione tecnologica e digitale per garantire competitività alla propria impresa sfruttando le grandi opportunità che internet ha messo a disposizione. Si è approdati al "digital marketing".

Ecco perché, host-academy.it definisce in questo modo la SEO:

“La SEO è una branca del Web Marketing che si occupa dell'ottimizzazione di un sito web per i motori di ricerca.”

Infatti, se studiate e programmate attentamente, le strategie di SEO hanno proprio l’obiettivo di agevolare e favorire la conoscenza della tua azienda e del tuo prodotto, servizio o informazione nel web aumentando la tua reputazione e autorevolezza in quel campo. Possiamo considerarla una pubblicità gratuita, conferma sempre host-academy.it:

“Essere ben posizionati sulle pagine dei risultati dei motori di ricerca, soprattutto su Google, ci garantisce quindi un traffico più o meno elevato di utenti, e il tutto senza costi di pubblicità.”

Come fare SEO in breve

Riassume benissimo Simone Momo tutti i concetti base della “Search Engine Optimization” nel suo video YouTube “SEO: cos’è e come funziona il posizionamento su Google”.

Simone Momo fornisce una panoramica completa del concetto di "Search Engine Optimization" e spiega brevemente le attività, strategie e tecniche SEO più efficaci ed efficienti. Si parte con la distinzione tra indicizzazione, che è semplicemente “esistere” online, e posizionamento, che consiste nel migliore la visibilità del contenuto multimediale il questione nella rete. 

Tra i vari presupposti per il miglioramento della popolarità di un sito internet o una pagina web all’interno della SERP troviamo: anzianità del sito, utilizzo intelligente delle keyword, specificità degli argomenti, qualità del contenuto, soddisfacimento dell’interesse dell’utente, autorevolezza delle fonti, backlink di supporto da altri siti, velocità di caricamento, visualizzazione mobile friendly, e tanto altro ancora.

È un argomento molto vasto e complesso, nonché in continua evoluzione. Esistono oggi numerose strategie che prevedono operatività direttamente sul sito o contenuto, ovvero le tecniche On-Site o On-Page, e strategie che prevedono operatività esterne, ovvero le tecniche Off-Site o Off-Page. Entrambe categorie sono utili e importanti in ottica SEO, la distinzione è in base all'oggetto su cui si opera: se si lavora direttamente sulla struttura o sostanza del contenuto, oppure se si lavora sulla popolarità del contenuto con azioni al di fuori di esso.

Conferma sos-wp.it che differenzia:

"La SEO on-site è l’insieme delle pratiche che riguardano l’ottimizzazione del sito nei suoi aspetti generali, validi cioè per qualsiasi pagina."

Indicando con "On-Page", la SEO votata per l'ottimizzazione delle singole pagine o articoli all'interno di un sito internet. E ancora sempre sos-wp.it:

"Infine, la SEO off-site si riferisce a tutte le attività svolte al di fuori del sito web, come nei social o nei blog che trattano argomenti simili al tuo. Il suo scopo è quello di attirare visitatori dall’esterno e guadagnare popolarità e autorevolezza sul web."