Bitcoin è una delle principali valute digitali o criptovalute. A differenza del dollaro, dell'euro, della sterlina, dello yen, del peso e di altre valute sostenute dal governo, le criptovalute non sono ufficialmente supportate da alcuna banca centrale o governo. La valuta virtuale è stata tradizionalmente scambiata in un mercato aperto simile al mercato azionario, dove acquirenti e venditori possono scambiare i loro soldi locali con Bitcoin o viceversa.

Come afferma Wired:

Satosthi Nakamoto (l'inventore del Bitcoin, nome d'arte dietro cui potrebbe celarsi anche una pluralità di persone, ndr) avvertiva l’esigenza di costruire un sistema al riparo dai rischi di censura e corruzione e che, pur in assenza di entità centrali, sia nel contempo altrettanto sicuro e resiliente.

Bitcoin è oggi la moneta virtuale con la maggior capitalizzazione di mercato, pari a ben oltre 859.000.000.000 di euro. Molti governi si stanno iniziando a muovere verso una sua regolamentazione, come la Svizzera che si sta muovendo verso un referendum per l’inserimento di Bitcoin nella sua costituzione.

Mentre alcuni exchange di criptovalute ospitano piattaforme di trading con lievi variazioni di prezzo, il prezzo di mercato complessivo del Bitcoin è l'ultimo prezzo a cui si è verificata una transazione.

Scopriamo di più su che cos’è Bitcoin, come viene impostato il suo prezzo e come interpretarne il valore.

Che cos'è Bitcoin e come funziona?

Bitcoin è una moneta virtuale decentralizzata, il che significa che non opera sotto il controllo di un governo centrale, come ad esempio le banche o gli Stati. Si basa, invece, su software e crittografia peer-to-peer.

Un registro pubblico memorizza tutte le transazioni Bitcoin e le copie sono conservate su server dislocati in tutto il mondo. Chiunque disponga di un computer di riserva può configurare uno di questi server, noto come nodo. Il consenso su chi possiede quali monete viene raggiunto crittograficamente attraverso questi nodi piuttosto che fare affidamento su una fonte centrale di fiducia come una banca.

Ogni transazione viene trasmessa pubblicamente alla rete e condivisa attraverso ogni nodo. A cadenza di dieci minuti circa queste transazioni vengono raccolte insieme dai minatori in un gruppo chiamato blocco e aggiunte in modo permanente alla blockchain. Questo è il libro dei conti definitivo che mantiene in memoria tutte le transazioni avvenute in Bitcoin.

Allo stesso modo in cui terresti le monete tradizionali in un portafoglio fisico, le valute virtuali sono conservate all’interno di portafogli digitali accessibili tramite software client o da una gamma di strumenti online e dispositivi fisici.

I Bitcoin attualmente possono essere sulla base di sette cifre decimali: un millesimo di Bitcoin è noto come satoshi.

Ciò che è indispensabile per poter operare delle transazioni in Bitcoin è la chiave privata del proprio portafoglio all’interno delle quale sono conservate le valute virtuali in tuo possesso. Questa chiave privata dimostra la proprietà dei fondi alla rete nel momento in cui si effettua la transazione. Non è necessario avere a portata altri dettagli per poter recuperare e spendere il proprio denaro virtuale.

Il mining è il processo che mantiene la rete Bitcoin e anche il modo in cui vengono create nuove monete.

Tutte le transazioni vengono trasmesse pubblicamente sulla rete e i minatori raggruppano grandi raccolte di transazioni in blocchi completando un calcolo crittografico estremamente difficile da generare, ma molto facile da verificare. Il primo miner che risolve il blocco successivo lo trasmette alla rete e, se si dimostra corretto, viene aggiunto alla blockchain. Quel minatore viene quindi ricompensato con una determinata quantità della moneta Bitcoin appena creata.

Da considerare che vi è una limitazione per quanto riguarda il numero di monete Bitcoin che possono essere coniate. Questo limite è fissato a 21 milioni e si stima che tale valore verrà raggiunto entro il 2140.

Circa ogni quattro anni il software rende due volte più difficile estrarre Bitcoin riducendo la dimensione dei premi.

Quando il Bitcoin è stato lanciato per la prima volta, era possibile estrarre quasi istantaneamente una moneta usando anche un computer di base. Ora richiede stanze piene di attrezzature potenti, spesso schede grafiche di fascia alta che sono abili a risolvere i calcoli (anche quelli decisamente complessi), che se combinate con un prezzo volatile di Bitcoin a volte possono rendere il mining più costoso di quanto si viene ricompensati a seguito dell’estrazione di una moneta.

Chi stabilisce il valore di Bitcoin?

Il valore di Bitcoin è determinato dalle stesse forze di mercato che influenzano il valore di qualsiasi altro bene o servizio. Se più persone vogliono acquistare rispetto a vendere, è molto probabile che i prezzi aumenteranno. Se ci sono più venditori, il prezzo tende a scendere. Questo meccanismo è molto simile al mercato azionario, immobiliare e alla maggior parte degli altri mercati aperti.

Bitcoin prevede una fornitura massima fissa di 21 milioni di monete, con quasi 19 milioni di monete che sono già state create. Questo concetto è paragonabile alle azioni in circolazione nel mercato azionario.

Quando un ordine di acquisto aperto e un ordine di vendita si incontrano a un prezzo comune, l'ordine viene eseguito. Quel prezzo di scambio finale è il valore corrente del Bitcoin. Puoi trovare il prezzo Bitcoin più recente utilizzando un sito come CoinMarketCap o un blockchain explorer pubblico, che è un sito che consente a chiunque di rivedere qualsiasi transazione Bitcoin che sia mai avvenuta.

Potresti scoprire che alcuni scambi elencano prezzi Bitcoin diversi. Questo perché alcune borse operano indipendentemente dal mercato aperto e servono solo i loro membri, quindi i prezzi possono variare leggermente dal mercato generale. A volte questo è vantaggioso perché potresti essere in grado di acquistare Bitcoin senza pagare le commissioni di rete, che potrebbero essere superiori alle commissioni di scambio. Inoltre, esiste uno "spread" nel prezzo di Bitcoin su alcuni scambi, la differenza tra i prezzi di acquisto e vendita, che può renderlo leggermente superiore o inferiore al prezzo di mercato.

Per un approfondimento riguardo al valore di Bitcoin, consigliamo la visione di questo video del canale YouTube di Federico Pistono:

Valore di Bitcoin (prezzo) vs. valutazione

Quando si acquista o si vende un prodotto finanziario, è importante distinguere tra prezzo, valore e valutazione. Il valore è il prezzo corrente, o ciò che qualcuno è disposto a pagare per qualcosa in un determinato momento. La valutazione è un'analisi complicata di un investimento.

Il valore di Bitcoin è il prezzo di mercato corrente; il suo valore intrinseco o effettivo è difficile da individuare.

Valutazione

Nel mercato azionario, gli analisti esaminano le prestazioni finanziarie di un'azienda e le prospettive del mercato azionario: i risultati vengono quantificati e quindi valutati con metriche accettate dalla comunità, che stabiliscono il valore effettivo del titolo. Queste metriche possono quindi essere confrontate con le prestazioni di altri titoli per ottenere un valore relativo.

Bitcoin può essere paragonato ad altre criptovalute per ottenere un valore relativo. Tuttavia, è difficile confrontare il valore intrinseco di azioni od obbligazioni con Bitcoin perché sono strumenti diversi.

È importante notare che la valutazione dell'investimento è diversa dal valore di un investimento. Valore intrinseco (assoluto o effettivo) è il termine che viene spesso utilizzato per riferirsi al valore determinato mediante analisi e valutazione.

Valore

Il valore è relativo all'investitore. Se Bitcoin soddisfa i tuoi obiettivi di investimento, tolleranza al rischio e ti dà i rendimenti che desideri a un prezzo che sei disposto a pagare, quel prezzo è il suo valore. Questo è il prezzo di mercato che vedi quando cerchi il prezzo di Bitcoin.

Fattori che potrebbero influire sul valore di Bitcoin

Bitcoin è una risorsa unica relativamente nuova, quindi il suo futuro è generalmente considerato incerto. Sebbene abbia circa un decennio, è ancora un tipo di frontiera del selvaggio West per molti versi, con regolamenti futuri incerti. Sebbene sia possibile che il valore del Bitcoin superi i $ 100.000, potrebbe anche scendere a zero da un momento all'altro in quanto il suo valore è estremamente volatile.

Il più grande singolo fattore che potrebbe avere un impatto sul prezzo del Bitcoin è probabilmente l'azione del governo. Le agenzie di regolamentazione negli Stati Uniti o in altri Paesi del Mondo potrebbero implementare nuove leggi o regolamenti che limitano severamente il Bitcoin o addirittura lo rendono illegale.

Quando si tratta di regolamentazione delle criptovalute, la Federal Trade Commission, la Commodity Futures Trading Association e la Securities and Exchange Commission sono i principali regolatori governativi da tenere d'occhio. Poiché la criptovaluta non è ancora regolamentata, non possiede le stesse protezioni legali o sulla privacy dei conti e dei titoli basati sul dollaro USA o sull’euro.

Anche le influenze esterne possono far salire i prezzi dei Bitcoin. I tweet del CEO di Tesla Elon Musk, ad esempio, hanno avuto un deciso impatto sui prezzi del mercato delle criptovalute. Catherine Wood, CEO di Ark Invest, è stata un altro importante sostenitore di Bitcoin che può aiutare a guidare il suo mercato verso l'alto. Inoltre, i primi investitori che hanno accumulato una significativa partecipazione in Bitcoin, a volte nota come “balene Bitcoin”, possono far oscillare i mercati entrando in una grande transazione.

È importante capire che investire in Bitcoin è altamente volatile e rischioso. Sebbene tu possa acquistare la moneta virtuale e guadagnare un grande ritorno, ci sono anche grandi rischi di perdita. Per la maggior parte delle persone, è meglio limitare l'investimento in Bitcoin ai fondi che puoi permetterti di perdere.

Qual è il valore massimo e minimo raggiunto da Bitcoin fino a oggi?

Nell'ottobre 2021, il prezzo del Bitcoin ha raggiunto $ 66.878 per un singolo Bitcoin. L'aumento del prezzo riflette la prima volta che un ETF collegato a Bitcoin è diventato disponibile per il commercio in borsa.

Il valore minimo, invece, risale al momento del suo lancio nel febbraio del 2009. Il prezzo era inferiore a 0,01$. Il che significa che con un solo centesimo di dollaro potevi acquistare una moneta Bitcoin, che oggi vale oltre 45.000 euro.