Il tema della privacy è argomento sempre più discusso ed al centro di non poche polemiche e accesi confronti. E sono proprio legate al tema della privacy alcune importanti novità relative all’app di messaggistica tra le più conosciute ed utilizzate: WhatsApp.

Le novità sono state annunciate da Zuckerberg in persona che, sempre più frequentemente, interviene su Facebook fornendo continui aggiornamenti e notizie. Le ultime, solo in ordine cronologico, sono tutte incentrate sul tentativo di garantire, appunto, un maggior livello di sicurezza e tutela della privacy degli utenti di WhatsApp.

Il ceo di Meta ha infatti affermato:

“Sono in arrivo nuove funzionalità per la privacy su WhatsApp"

Ma di cosa di tratta nello specifico? Vediamo di capirlo

L’uscita “silenziosa” dai gruppi

È cosa risaputa: quando si abbandona un gruppo WhatApp tutti i partecipanti al gruppo stesso ne vengono a conoscenza.

A chi non è mai capitato infatti di leggere nella chat “X ha abbandonato il gruppo”. Ebbene, la nuova funzionalità prevede che la notifica di abbandono della chat verrà inviata solo ed esclusivamente all’amministratore del gruppo.  In altre parole nulla verrà più notificato agli altri partecipanti del gruppo.

La domanda che verrebbe spontaneo porsi è: ok, nessuna notifica ma prima o poi qualcuno, soprattutto in caso di gruppi ristretti, potrebbe chiedersi come mai quel dato partecipante non interagisce mai nelle conversazioni.

Ma questa è tutta un’altra storia e il dubbio verrà sciolto non appena la nuova funzionalità comincerà ad essere attiva e si capirà quante persone sceglieranno davvero di utilizzarla.

Addio agli screenshot delle chat WhatsApp

Alzi la mano chi non lo ha mai fatto. A molti di noi sarà certamente capitato di “catturare” le immagini di alcune conversazioni effettuate, anche solo per farsi una risata tra amici.

Ma, lato privacy, la possibilità di fare screenshot delle conversazioni non è sicuramente il massimo della tutela.

Ebbene, presto non sarà più possibile farlo. L’inibizione dello screenshot pare avverrà però solamente nel caso in cui sia stata selezionata la modalità di visualizzazione “una sola volta”.

In questo caso non abbiamo l’assoluta garanzia che la nostra chat non possa venire “screenshottata” ma è senz’altro segnale che un importante passo in avanti è stato compiuto per la tutela della privacy.

Modalità incognito

La terza novità è qualcosa di cui in realtà si è cominciato a parlare già da un po’: la modalità incognito che consentirebbe di nascondere quando siamo online.

Anche questa terza innovazione relativa alla chat di messaggistica segnala quanto il tema della privacy sia considerato sempre più importante, soprattutto in un’epoca storica come la nostra nella quale i dati e le informazioni degli utenti sono sempre più considerati una ricchezza.

Il caso Google Analytics ne è un esempio concreto e lampante. 

Ma quando avverranno questi cambiamenti? Ancora non è dato saperlo ma il fatto che sia stato lo stesso Zuckerberg ad annunciarli porta a pensare che non ci vorrà molto tempo.