Il noto servizio di messaggistica Whatsapp ha deciso di cambiare alcune features per quanto riguarda la sua versione sul computer, o sul browser più precisamente. 

Tale cambiamento, di cui parleremo più precisamente dopo, non deve sorprenderci. Si tratta del primo di tanti passi verso la totale rivoluzione dei servizi social di Mark Zuckerberg.

Zuckerberg, dopo aver fondato Facebook nel 2004 ed aver assistito alla sua vertiginosa salita in popolarità, ha anche acquistato alcuni tra i social-network più famosi, come Instagram e, appunto, Whatsapp. Il servizio di messaggistica più popolare al mondo, fondato nel 2009, è stato assorbito da Facebook nel 2014.

Da allora, Mark Zuckerberg non ha più acquistato altre aziende, facendo crescere il suo dominio e cercando di dare un'impronta diversa ad ognuno dei social da lui controllati. Facebook è basato sulle discussioni e sui dibattiti, Instagram sulle foto e sulle storie e Whatsapp sui messaggi tra le persone. 

In effetti, Whatsapp non è l'unico servizio di messaggistica posseduto da Zuckerberg. Parte del gigantesco impero social di Mark vi è anche Messenger, servizio inizialmente affiliato a Facebook ma che ora ha una specie di identità tutta sua. 

Messenger, tuttavia, non sembra aver mai spiccato il volo come nel caso di Whatsapp, rimanendo sempre una specie di "social ancillare" di Facebook, sebbene con le sue caratteristiche e diverse funzionalità. 

Ad ogni modo, qualche settimana fa è arrivata la svolta per tutti i social di Zuckerberg. Il nome della compagnia holding che detiene tutti i mezzi di comunicazione è passato da Facebook a Meta, senza però cambiare il nome ai singoli servizi offerti dall'azienda. 

Per quanto possa sembrare un semplice cambiamento di nome, Zuckerberg ha grandissimi piani per i suoi social. Come scritto da lui stesso su Twitter, infatti:

Siamo all’inizio di un nuova era per Internet e per la nostra azienda. Studiavo i classici e la parola ‘meta’ deriva dalla parola greca che significa ‘oltre’. Per me, simboleggia che c’è sempre altro da costruire e c’è sempre un capitolo successivo della storia. La nostra è una storia che è iniziata in una stanza del dormitorio ed è cresciuta oltre tutto ciò che immaginavamo; in una famiglia di app che le persone usano per connettersi tra loro, trovare la propria voce e avviare attività, comunità e movimenti che hanno cambiato il mondo.

Zuckerberg vorrebbe creare un multiverso tutto completamente collegato e vuole usare le sue app come piattaforma di lancio. 

Al momento dell'annuncio, ancora nessun aggiornamento delle app era stato proposto. Quella del multiverso era un'idea generale senza essere supportata da novità concrete.

Qualche giorno fa, però, vi è stato un primissimo passo verso l'allargamento del multiverso, in particolare per quanto riguarda Whatsapp e la sua funzionalità sul browser.

Vediamo insieme, dunque, la novità che presto arriverà su Whatsapp Web.

Whatsapp Web: cos'è e come funziona

Qualora dovreste usare il servizio di messagistica offerto da Whatsapp sul computer vi sarà possibile accedere a Whatsapp Web. Dopo una semplice ricerca su Google vedrete tra le prime opzioni l'accesso al servizio, che vi chiederà di scannerizzare un codice QR

Per scannerizzarlo, dovrete aprire Whatsapp sul cellulare ed entrare nelle opzioni. Una volta selezionato "Whatsapp Web" vi si aprirà uno scanner e dovrete inquadrare il codice che vi è apparso sullo schermo del PC.

Una volta fatto ciò, avrete accesso a Whatsapp Web, e vedrete tutte le vostre chat e ci potrete interagire. Potrete inviare messaggi, mandare audio, inviare foto e documenti eccetera eccetera. Visto il suo grande succeso, molte altre app di messaggistica hanno iniziato a creare simili servizi online, come ad esempio Telegram. 

In molti, grazie a tutte le funzionalità che offre Whatsapp Web, utilizzano tale software per lavoro o per altri impegni formali. Il suo utilizzo per queste persone, quindi, è praticamente quotidiano.

Con Whatsapp Web, d'altronde, è anche possibile fare videochiamate. Lasciamo in allegato un video tutorial di Web Assistence che vi mostra come sfruttare questa feature:

Whatsapp Web, il software per l'utilizzo di Whatsapp anche sul computer, è sempre stato dipendente dal dispostivo cellulare per il funzionamento

Il telefono deve essere connesso ad internet, deve avere Whatsapp aperto e sincronizzato, il livello della batteria deve essere abbastanza alto (sotto il 15% Whatsapp Web smette di funzionare)... e tante altre limitazioni che potrebbero risultare noiose e scomode per chi usa Whatsapp Web giornalmente

Per questo, ed anche in vista del multiverso proposto da Meta, Whatsapp Web subirà presto un cambiamento radicale. 

Whatsapp Web: cosa cambierà

Con il nuovo aggiornamento di Whatsapp Web, sarà possibile utilizzare la feature senza l'utilizzo del telefono. Sarà possibile, cioè, collegarsi a Whatsapp Web senza dover utilizzare il cellulare in alcun modo. 

Il nuovo sistema, inoltre, permetterà di collegarsi fino a cinque dispositivi contemporaneamente, senza alcuna limitazione di connessione, batteria e simili. Whatsapp Web, dunque, diventerà un servizio apparte e staccato dalle dipendenze dell'applicazione sul cellulare. 

Si potrà, inoltre, leggere i messaggi da PC anche se offline, proprio come avviene sul cellulare al momento. Non sarà possibile ricevere e mandare nulla, ovviamente, ma almeno si potranno usare le funzionalità offline di Whatsapp senza problemi

Chi vuole può già gustare una versione beta di questo nuovo aggiornamento. Come possiamo leggere su Tuttotech.it, infatti:

Come apprendiamo da WABetaInfo, WhatsApp sta lanciando un programma beta pubblico per WhatsApp Desktop, grazie al quale gli utenti avranno la possibilità di testare nuove funzionalità.

Quando si installa WhatsApp per Desktop beta per la prima volta, si diviene ufficialmente un beta tester e si riceveranno in automatico tutti gli aggiornamenti beta, quindi non sarà necessario installare manualmente un nuovo file eseguibile ogni volta che c’è un update. Al momento la beta più aggiornata è la versione 2.2133.1.

Se seguite il link al sito troverete tutti i link necessari per l'installazione della beta e potrete provare in anticipo le nuove funzionalità multi-dispositivo di Whatsapp Web.

Infine, Whatsapp sarà disponibile anche come applicazione per i dispositivi Windows. Non sappiamo ancora se verrà implementata anche per Mac, ma se siete users di Windows potete provare la beta della nuova app sempre seguendo il link fornito nell'articolo. 

Whatsapp Web: le novità sulla privacy

Oltre a questi grandi cambiamenti di funzionalità, ora Whatsapp Web sarà più sicuro anche a livello di privacy

Qualche anno fa, vi fu il più grande cambiamento sulla privacy della piattaforma, introducendo la cosiddetta crittografia end-to-endSi tratta di un metodo che rende i vostri messaggi sicuri da occhi indiscreti, inserendo una chiave crittografica che permette solo agli intermedari di decifrarla.

Detta con le parole di Whatsapp stesso:

L’idea è semplice: quando spedisci un messaggio, l’unica persona che lo può leggere è la persona o la chat di gruppo alla quale hai mandato il messaggio. Nessuno può vedere il messaggio. Non i cyber criminali. Non gli hackers. Non i regimi oppressivi. Nemmeno noi. La crittografia end-to-end aiuta a rendere le comunicazioni via WhatApp private, una sorta di conversazione faccia a faccia.

Sostanzialmente, esistono due chiavi crittografiche per la visione dei messaggi, una privata ed una pubblica. La chiave privata è quella a nostra personale disposizione, e ci permette di decifrare tutti i messaggi ricevuti, mentre la chiave pubblica è la crittografia che noi stessi inviamo agli altri utenti quando mandiamo i messaggi ed altri file, permettendo loro di leggerli. 

Se questo era già una grande protezione della privacy, ora Whatsapp ha deciso di introdurla anche per Whatsapp Web, oltre ad ulteriori misure di sicurezza. 

Nella versione Desktop di Whatsapp, infatti, se andate nelle impostazioni della privacy, potrete impostare chi può vedere la vostra immagine del profilo ed il vostro stato. Come per la versione mobile, inoltre, potrete attivare o disattivare la spunta blu per la lettura dei messaggi, nonché la possibilità per gli altri di vedere il vostro ultimo accesso oppure il vostro stato online. 

Potrete, inoltre, gestire i diversi dispositivi collegati a Whatsapp, decidendo di disabilitare quelli che volete se non vi serve usare Whatsapp Web su quello specifico dispositivo. 

Whatsapp Web: come mettere in sicurezza le proprie chat

Innanzitutto, per controllare se le vostre chat sono effettivamente protette, andate a vedere se la verifica a due passaggi e la crittografia end-to-end sono attivate

Whatsapp Web, tuttavia, potrebbe nascondere delle insidie. Qualora non vi foste scollegati dal dispositivo, infatti, Whatsapp Web potrebbe ricomparire subito senza chiedere l'accesso all'utente, lasciando che qualche malintenzionato possa accedere alle vostre conversazioni private. 

Per evitare questo, bisogna sempre scollegarsi da Whatsapp Web nei computer pubblici o di uso comune. Se il PC su cui lavorate con Whatsapp Web è usato da più persone è dunque pratica consigliata quella di scollegarsi ogni volta il vostro lavoro sarà concluso. 

Se siete in dubbio se vi è qualche dispositivo indesiderato collegato al vostro Whatsapp, potrete andare a controllare quali sono i device collegati attraverso le impostazioni stesse di Whatsapp.

Per la precisione, dovrete aprire Whatsapp da smartphone o table, cliccare sui tre puntini verticali in alto a destra, e poi digitare "dispositivi collegati". Nella pagina che si aprirà potrete vedere quali dispositivi hanno attualmente accesso al vostro Whatsapp e quando è avvenuto l'ultimo accesso.

Se lo desiderate, ovviamente, avete la possibilità di scollegare qualunque dispositivo voi vogliate dal vostro Whatsapp. Per buona norma di sicurezza, dovreste sempre controllare quali dispositivi sono connessi al vostro account.

Come abbiamo specificato all'inizio, per connettersi a Whatsapp Web è necessario (almeno per ora) utilizzare il vostro smartphone. Altra buona norma di sicurezza, dunque, è quella di impostare un PIN di sicurezza per l'accesso al vostro dispositivo mobile