Tra sperimentazione e innovazione, ecco dove si trovano queste originalissime case

Nel cuore di Milano si trovano delle case davvero particolari, con una storia davvero originale alle spalle: ecco tutto quello che c'è da sapere.

Milano è una città dalle mille sfaccettature. Amata o odiata, lascia in ogni caso un segno indelebile su ogni suo visitatore o abitante, e a chi abbia voglia di scoprirne gli angoli più nascosti, regala inevitabilmente qualche sorpresa.

Milano, infatti, in quanto città fra le più dinamiche della penisola, ha conosciuto nel secolo scorso diverse sperimentazioni architettoniche degne di nota, nel pieno del fermento della ricostruzione dopo i bombardamenti e grazie alla spinta del boom economico degli anni Sessata.

Milano conserva così al suo interno delle vere e proprie “case delle fate”, e case coloratissime, fino ad arrivare ad una delle sperimentazioni più interessanti e meno scontate di tutto il nord Italia, ovvero le case igloo.

Scopriamo allora di più su questa chicca architettonica: in quale quartiere si trovano, chi ci abita, e perché sono state costruite proprio in questa forma unica.

Le case igloo di Milano, una meta insolita e misconosciuta

Le case igloo di Milano, come si è detto, rappresentano davvero un’anomalia nel panorama urbano della città, e proprio per questo non possono che attirare lo sguardo del visitatore che vi passi accanto.

Le case igloo di Milano hanno tra l’altro una storia abbastanza lunga, che affonda le proprie radici nella prima metà del Novecento, e precisamente nel 1946.

La città si stava allora riprendendo dai bombardamenti, e per architetti e ingegneri c’era una grande libertà creativa, cosa che spinse l’ingegnere Mario Cavallé ad esportare nella città meneghina una tecnica e una struttura che l’aveva tanto affascinato nel corso dei suoi viaggi negli Stati Uniti.

Proprio qui, infatti, si era diffusa una struttura a igloo, la cui particolarità era quella di consentire la massima libertà nella progettazione degli spazi interni, oltre ad fornire un’abitazione compatta.

Le case igloo di Milano, infatti, si sviluppano su due piani, il primo nell’igloo stesso, e il secondo seminterrato. Sebbene non sia possibile vivere nel seminterrato (che ha un’ingresso all’estero della casa e non direttamente all’interno), è pur vero che questo spazio si presta a molteplici usi (taverna, lavanderia, dispensa…).

Leggi anche: La casa delle fate, una meta insolita per una passeggiata sorprendente

Dove si trovano le case a igloo e come vederle

Le case a igloo, che al momento sono 8 (in origine erano 12) sono tutt’ora proprietà privata, e sono abitate dai loro inquilini, per cui non è possibile visitarle (a meno di non essere invitati, ovviamente).

Le case si trovano in via Lepanto, nel quartiere della Maggiolina. La vegetazione circostante rende un po’ difficile osservarle, ma non impossibile, per cui la possibilità di scattare almeno una fotografia dovrebbe essere garantita (meglio in inverno, ovviamente).

Sempre nello stesso quartiere, prima delle case igloo, erano state costruite anche delle case fungo, oggi purtroppo distrutte e opera dello stesso ingegnere Cavallé.

Non si tratta però delle uniche case insolite di Milano, che abbondano nel capoluogo lombardo.

Margherita Cerri
Margherita Cerri
Redattrice, classe 1998. Appassionata di letteratura e di scrittura, mi sono laureata in Lettere Moderne presso l'Università degli Studi di Milano con una tesi sul rapporto fra Italo Calvino e il gruppo Oulipo. Dopo alcune esperienze come aiuto bibliotecaria e insegnante, ho svolto un periodo di studio a Parigi, e infine mi sono unita a Trend Online tramite uno stage curriculare. Scrivo principalmente di cinema, spettacolo, attualità e viaggi. Motto: Qualunque cosa sogni d'intraprendere
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
774FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate