Nel cuore della Lombardia c’è un castello antichissimo da scoprire: ecco come arrivarci

In Lombardia vi è un castello misterioso che nasconde una particolare creatura nei suoi corridoi: ecco come arrivare a Padernello e cosa vedere.

La primavera si avvicina e le temperature sempre più calde invogliano a lunghe gite fuori porta. Imperdibile una tappa in Lombardia in cui riscoprire la bellezza di un misterioso castello: ecco cosa nasconde la fortezza e come arrivare a Padernello.

In questo articolo riportiamo le domande e risposte più chieste dalla nostra comunità.

Sommario:

  1. 1.

    Il Castello di Padernello: le meraviglie della Lombardia

  2. 2.

    Il mistero nella dama bianca nel Castello di Padernello

  3. 3.

    Castello di Padernello: come arrivare alla fortezza

  4. 4.

    Quanto dura la visita al Castello di Padernello?

  5. 5.

    Cosa vedere vicino al Castello di Padernello?

Il Castello di Padernello: le meraviglie della Lombardia

Numerosi i castelli che dominano la penisola italiana e, oltre alle meraviglie da vedere in Piemonte al Grinzane Cavour, anche la vicina Lombardia regala delle fortezze imperdibili.

Tra queste vi è il Castello di Padernello, fondato dalla nobile famiglia dei Martinengo, divenuta una delle architetture medievali più belle nel cuore della Lombardia.

Una casa-torre e un doppio fossato arricchiscono la dimora, anche grazie alle quattro torri angolari e al ponte levatoio, i quali ricordano anche le funzioni storiche del Castello.

Tanti sono i misteri che lo avvolgono e uno di questi riguarda la creatura che si aggira nei suoi corridoi.

Il mistero nella dama bianca nel Castello di Padernello

Nelle dimore più belle e storiche che si trovano nel Belpaese non mancano i misteri riguardo le creature misteriose che – secondo la leggenda – abitano i corridoi angusti delle fortezze.

È questo il caso della Dama Bianca, ovvero Biancamaria Martinengo, la quale ogni 20 luglio ricorda la sua presenza all’interno del castello.

Gli appassionati di storie paranormali sono quindi sempre più attratti da questa fortezza. Ma qual è il tragitto da compiere per giungere a destianzione?

Castello di Padernello: come arrivare alla fortezza

La Lombardia diviene una meta ambita e non sono per la possibilità di vivere in montagna. Tra le tante architetture da scoprire e visitare, non andrebbe trascurata neppure la meraviglia del Castello di Padernello.

Situato in provincia di Brescia, il Castello è facilmente raggiungibile in automobile, seguendo il percorso lungo l’Autostrada A4 con uscita Brescia Ovest e l’Autostrada 21 con uscita Manerbio.

Gli amanti dello sport che abitano nei pressi di Brescia possono optare per un altro percorso. Il Castello, infatti, è raggiungibile anche in bicicletta lungo un percorso della durata di due ore.

Quanto dura la visita al Castello di Padernello?

Per visitare al meglio le meraviglie nascoste nel Castello di Padernello, è possibile prenotare una visita assieme a una guida.

Il percorso, della durata di 1 ora e 15 minuti, permette ai visitatori di scoprire la storia che si nasconde all’interno della mura e, chissà, di incontrare la Dama Bianca.

Cosa vedere vicino al Castello di Padernello?

Per una giornata all’aperto all’insegna della cultura, si può prendere in considerazione la visita dei luoghi circostanti al Castello di Padernello, scoprendo le bellezze della Lombardia.

Restando nell’ambito delle fortezze, imperdibile la visita alla Rocca Sforzesca, di Soncino o il Palazzo Martinengo di Villagana.

Non mancano le chiese situate nei paraggi del Castello, come la Chiesa di Santa Maria in Val Verde o la Chiesa di San Rocco.

Leggi anche: Queste 10 mete sconosciute nel cuore dell’Italia sono assolutamente da visitare

Chiara Grassi
Chiara Grassi
Redattrice, classe 1999. Nata nella terra delle orecchiette, mi sono trasferita a Milano dove ho conseguito la laurea in Comunicazione, media e pubblicità presso l'università Iulm. La specialistica intrapresa in Televisione, Cinema e New Media è il frutto della mia passione per il mondo audiovisivo che coltivo da prima di averne memoria. L'unione a Trend Online, avvenuta precedentemente come stage curricolare, è un modo per trasmettere la mia dedizione verso la settima arte e il mondo dello spettacolo, fondatori del mio motto: Here's to the ones who dream
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
779FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate