Dove andare per le Giornate FAI Primavera 2024: i luoghi più sconosciuti e inaccessibili

Tornano le Giornate FAI di Primavera 2023, un appuntamento per scoprire i luoghi più sconosciuti e inaccessibili in Italia: dove andare e cosa vedere.

A fine mese arriva un appuntamento imperdibile per gli amanti dei viaggi: tornano le giornate FAI di Primavera 2024, due giorni interamente dedicati alla scoperta del patrimonio artistico, culturale e architettonico del nostro Paese. Sono oltre 750 i luoghi solitamente inaccessibili o poco conosciuti che verranno aperti al pubblico in 400 città: ecco dove andare e cosa vedere di particolare nelle giornate FAI di Primavera 2024.

In questo articolo riportiamo le domande e risposte più chieste dalla nostra comunità.

Sommario:

  1. 1.

    Giornate FAI Primavera 2024: dove andare

  2. 2.

    Cosa visitare nelle giornate FAI?

  3. 3.

    I luoghi “classici” da vedere nelle giornate FAI

  4. 4.

    Come si fa a prenotare le giornate FAI?

  5. 5.

    Quanto costa visitare un luogo FAI?

Giornate FAI Primavera 2024: dove andare

Dopo il successo dell’edizione dello scorso anno, sabato 23 e domenica 24 marzo tornano le giornate FAI di Primavera 2024: tramite un piccolo contributo in sostegno alla Fondazione, tutti potranno visitare luoghi solitamente non accessibili al pubblico.

Parchi, ville, castelli, sedi istituzionali, biblioteche, Chiese e monumenti vi lasceranno a bocca aperta e vi faranno scoprire l’immenso patrimonio artistico italiano.

Come si legge sul sito ufficiale della Fondazione:

Per la prima volta nel 2024 il pubblico che parteciperà alla manifestazione di punta del FAI (…) potrà visitare gli esclusivi spazi di un’importante casa d’alta moda o un’antica area militare affacciata sul mare, set di una serie tv di grande successo, oppure ancora un’avveniristica infrastruttura di ricerca scientifica nel contesto di uno dei più grandi campus universitari d’Italia.

Non sono ancora noti i siti e i luoghi che saranno aperti al pubblico in occasione di questa giornata ma, non appena pronto, l’elenco di tutte le aperture previste nelle Giornate FAI di Primavera verrà pubblicato sul sito ufficiale.

Cosa visitare nelle giornate FAI?

Al di là dei luoghi più belli da visitare nelle Giornate FAI di primavera, è possibile anche riscoprire dei luoghi particolari e solitamente inaccessibili al pubblico: per esempio, per questa edizione potresti avere l’occasione di visitare le location di una nota serie tv di successo.

State pensando alle location di Mare Fuori? Per molti questa potrebbe essere la grande sorpresa: se fosse confermato, si potrà visitare la Base Navale di Molosiglio-Molo San Vincenzo, dove è stata interamente ricostruita la location dell’IPM della serie.

Non è ancora chiaro se si tratti di questa o di un’altra serie tv di successo, ma certamente i fan d Mare Fuori sarebbero davvero interessati alla visita di queste bellissime location che fanno da sfondo a una serie di grandissimo successo.

I luoghi “classici” da vedere nelle giornate FAI

Ci saranno anche grandi classici nelle principali città italiane: a Napoli è quasi scontata l’apertura della Villa Rosebery sulla collina di Posillipo, così come l’appuntamento con la visita alla Baia di Ieranto.

Per non parlare dell’Accademia di Belle Arti di Napoli, tra le più prestigiose della Penisola, l’Hotel San Francesco al Monte, ex monastero del XVI secolo affacciato sul golfo di Napoli, Ercolano e Pompei

Se vi trovate a Roma o Milano potete visitare diversi luoghi in occasione di queste giornate: Dal Colosseo al Duomo, fino alle biblioteche e alle Chiese che spesso sono sconosciute e dimenticate dai turisti.

Visite turistiche guidate dai volontari FAI anche a Torino, Firenze, Venezia, e in tutte le altre città italiane.

Come si fa a prenotare le giornate FAI?

Per poter visitare i luoghi italiani accessibili in occasione delle giornate FAI è richiesta la prenotazione: qualora l’accesso sia libero e non guidato, invece, basterà presentarsi sul posto negli orari e giorni indicati.

Quanto costa visitare un luogo FAI?

A coloro che decideranno di partecipare all’evento verrà suggerito un contributo libero a partire da 3 euro utile a sostenere la missione di cura e tutela del patrimonio culturale italiano della Fondazione.

Laura Pellegrini
Laura Pellegrini
Redattore, classe 1998.Sono veronese di nascita e milanese d'adozione. Mi sono Laureata in Comunicazione e Società presso l'Università degli Studi di Milano e sono da sempre appassionata di giornalismo e attualità. Entrata nel mondo dell'informazione grazie a uno stage curricolare, ho svolto per due anni l'attività di redattore e social media manager. Attualmente collaboro da remoto con Trend-online, la testata grazie alla quale ho lanciato il mio primo e-book, e con altre testate per la sezione di attualità. La mia ambizione principale è quella di costruire una carriera internazionale.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
779FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate