Forse non tutti sono a conoscenza del fatto che ogni passaporto ha un peso diverso rispetto ad un altro. Infatti, ognuno ha un valore a sé, più o meno incisivo a secondo di determinati fattori. Vediamo quindi alcune curiosità sui passaporti del mondo, dal più potente al meno potente di questo 2022.

Non tutti i passaporti hanno lo stesso peso

Il passaporto è lo strumento distintivo mediante il quale è concesso l’espatrio verso paesi al di fuori di quello di appartenenza. Ma non tutti assumono lo stesso peso. Infatti ognuno di essi, in considerazione di diversi fattori, a seconda del proprio punteggio finale, permette di accedere a più o meno paesi, senza la necessità del visto. Potrà sembrare superfluo, in realtà avere la possibilità di spostarsi da un paese all’altro senza dover percorrere infinite trafile burocratiche, è un aspetto da non sottovalutare.

Proprio in considerazione di quanto appena riportato, il sito Henley Passport Index, creato dall’azienda Arton (fondatrice della Global Citizen Foundation), offre una classifica panoramica delle nazioni e dei passaporti più potenti del mondo. Strumento grazie al quale è stato reso possibile informare e promuovere la libera circolazione delle persone nei diversi paesi.

Qual è il passaporto più potente al mondo nel 2022?

Secondo Henley Passport Index, che riporta la classifica, il primato per il passaporto più potente al mondo va al Giappone con un punteggio di 193, mentre la medaglia d’argento va a Singapore e Sud Corea (192 punti). In terza posizione con 190 punti troviamo Germania e Spagna, mentre quello italiano si classifica in quarta posizione con 189 punti assieme a Finlandia e Lussemburgo. 

La graduatoria sopra riportata, viene stilata ogni anno dal 2006 dalla società di consulenza londinese Hanley & Partners, la quale basa le sue ricerche tenendo in considerazione i passaporti di 199 paesi in relazione a 227 possibili destinazioni. Confrontando la classifica nel corso degli anni, emerge un netto divario rispetto al 2006, anno in cui viaggiatori erano nettamente meno liberi di spostarsi.

Infatti, se in passato potevano raggiungere mediamente fino a 57 paesi senza necessità di erogazione del visto, oggi tale cifra è nettamente aumentata, salendo a 107.

Dove si collocano Russia, Ucraina e USA?

Diversamente da quanto si potrebbe pensare, nonostante la sua potenza mondiale, con 186 punti, quello americano si posiziona in settima posizione assieme a Belgio, Nuova Zelanda, Norvegia e Svizzera.

Per quanto riguarda quelli di Russia e Ucraina invece, a seguito del recente conflitto, la posizione delle due nazioni è mutata rispetto allo scorso anno. Infatti, se da un lato il passaporto ucraino è salito di un posto (ora si trova in 35° posizione) offrendo ai suoi cittadini l'accesso a 143 Paesi del mondo senza necessità di visto. Dall'altro lato, la Russia è scesa di quattro posti posizionandosi al 50° posto, con libero accesso a 119 Paesi, posizione che, secondo quanto pubblicato nel rapporto, “dovrebbe peggiorare ulteriormente nei prossimi mesi”.

Qual è il passaporto meno potente al mondo 2022?

In ultima istanza, quello che si evince dalla classifica riportata da Henley Passport Index è una netta disparità tra paesi del nord e del sud mondiale. Infatti, in fondo alla classifica, dopo la Corea del Nord (40), troviamo 8 passaporti che concedono la possibilità di accesso in meno di 40 paesi: Nepal, Territori palestinesi (38), Somalia (35), Yemen (34), Pakistan (32), Siria (30), Iraq (29) e in ultima posizione troviamo quello dell'Afghanistan che dà diritto a visitare senza necessità di visto solamente 27 paesi.

Leggi anche: Dove viaggiare con permesso di soggiorno e senza passaporto